Computerizzata cancro cervicale test Aumenta Detection Tasso di cellule anormali

Giugno 18, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo test di screening computerizzato per il cancro cervicale rileva più anomalie rispetto al Pap test tradizionale, secondo uno studio pubblicato su bmj.com oggi.

Si potrebbe anche portare a un minor numero di donne che hanno bisogno di essere ri-testato e potrebbe consentire per intervalli più lunghi in-tra le prove, dice Elizabeth Davey e dei suoi colleghi.

La proiezione manuale del Pap test convenzionali per il cancro del collo dell'utero è stato intorno per decenni, ma citologia in fase liquida (LBC) è ora di sostituire in molti paesi.




Strisci convenzionali sono fatti da trasferire materiale, preso dalla cervice da uno strumento di raccolta, direttamente su un vetrino. Vetrini LBC sono fatti da risciacquo strumento di raccolta in un liquido per produrre una sospensione, che viene lavorato in un laboratorio per produrre un singolo strato di cellule.

Un recente studio pubblicato da Guglielmo Ronco nel BMJ ha rilevato che LBC non ha aumentato in modo significativo la capacità di rilevare anomalie moderate (CIN2) o gravi (CIN3) rispetto al striscio convenzionale quando entrambi i vetrini sono stati valutati manualmente da un citologo.

Nello studio pubblicato oggi dal dottor Davey, i ricercatori hanno utilizzato un sistema di lettura informatico, conosciuto come Thin Prep Imager (TPI) per valutare le diapositive LBC. Il programma dovrebbe evidenziare eventuali diapositive che richiedono un ulteriore esame. Questi sono stati guardato da un citologo.

I campioni sono stati prelevati da 55.164 donne australiane. Da ogni singola raccolta, un campione citologico convenzionale (CC) è stata effettuata prima, seguita da un campione TPI.

La scoperta più importante dello studio è che il ThinPrep Imager rilevato 1.3 più i casi di alto grado lesioni del collo dell'utero ogni 1.000 donne sottoposte a screening rispetto al test citologia convenzionale.

In Australia, 7,7 casi ogni 1000 donne sottoposte a screening sono attualmente rilevati ogni anno attraverso un programma di screening mediante Pap test biennale citologia convenzionale. Sulla base dei risultati di questo studio, introducendo il ThinPrep Imager aumenterebbe rilevamento a 9,0 casi per 1.000 donne sottoposte a screening.

Inoltre, un minor numero di vetrini sono risultati insoddisfacenti utilizzando TPI - 1,78% rispetto al 3,09% con CC. Pertanto, un minor numero di donne potrebbero essere richiamati per strisci di ripetizione di quanto avviene attualmente, se il ThinPrep Imager sono stati introdotti nei programmi di screening di popolazione.

L'uso del TPI anche aumentato il rilevamento di lesioni cellulari di basso grado e ricercatori concludono questo potrebbe tradursi in tassi più elevati di ulteriori test. D'altra parte, si dice, insieme con la constatazione di una migliore rilevazione delle variazioni moderata e severa (CIN2 e CIN3), che fa aumentare la possibilità che la maggiore rilevamento di anomalie da TPI potrebbe consentire a intervalli più lunghi tra screening.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha