Comunemente disponibili farmaci pressione sanguigna previene epilessia dopo danno cerebrale grave

Maggio 21, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un team di ricercatori della University of California, Berkeley, Ben-Gurion University in Israele e Medicina Charitй-Università in Germania riporta, in questo numero della rivista Annals of Neurology che un farmaco comunemente usato ipertensione impedisce la maggioranza dei casi di post- epilessia traumatica in un modello di roditore della malattia. Se esperimenti indipendenti attualmente in corso nel ratto confermano questo risultato, studi clinici sull'uomo potrebbero iniziare nel giro di pochi anni.

"Questa è la prima volta approccio in cui lo sviluppo di epilessia viene arrestato, al contrario di farmaci comuni che cercano di prevenire crisi epilettiche una volta l'epilessia si sviluppa", ha detto il coautore Daniela Kaufer, UC Berkeley, professore associato di biologia integrativa e membro del Neuroscience Helen Wills Istituto. "Questi farmaci hanno un successo molto limitato e molti effetti collaterali, quindi siamo entusiasti del nuovo approccio."




Il team, guidato da Kaufer; neurochirurgo Alon Friedman, professore associato di fisiologia e neurobiologia all'Università Ben Gurion del Negev; e Uwe Heinemann della Charité, fornisce la prima spiegazione di come danno cerebrale causato da un colpo alla testa, ictus o infezione conduce all'epilessia. Sulla base di 10 anni di ricerca in collaborazione, le loro scoperte indicano il dito contro la barriera emato-encefalica - il muro stretto cellule che rivestono le vene e le arterie del cervello che è violato, dopo il trauma.

"Questo studio per la prima volta offre un nuovo meccanismo e una, farmaco approvato dalla FDA esistente potenzialmente prevenire l'epilessia nei pazienti dopo lesioni cerebrali o dopo sviluppano una barriera emato-encefalica anormale", Friedman ha detto.

Il farmaco, losartan (Cozaar®), convulsioni impedito nel 60 percento dei topi testati, quando normalmente 100 per cento dei ratti sviluppano convulsioni dopo la lesione. Nel 40 per cento dei topi che hanno fatto sviluppare convulsioni, che in media circa un quarto il numero dei sequestri tipici per topi non trattati. Un altro esperimento ha dimostrato che la somministrazione di losartan per tre settimane al momento della lesione è stato sufficiente a prevenire la maggior parte dei casi di epilessia in ratti normali laboratorio nei mesi successivi.

"Questo è un risultato molto interessante, che ci dice che il farmaco ha lavorato per prevenire lo sviluppo di epilessia e non sopprimendo i sintomi", ha detto Kaufer.

Ripartizione della barriera emato-encefalica

Kaufer e Friedman sono stati in collaborazione studiando gli effetti del trauma sul cervello dal Kaufer era uno studente laureato in Israele 20 anni fa. Nel corso di una posizione di post-dottorato presso la Stanford University e dopo l'ingresso della facoltà UC Berkeley nel 2005, ha mantenuto il suo interesse per la barriera emato-encefalica, che normalmente protegge il cervello da sostanze chimiche potenzialmente dannose o batteri nel sangue e impedisce sostanze chimiche cerebrali fuoriuscita in flusso sanguigno.

Lei e Friedman ha dimostrato in precedenza che abbattere la barriera provoca infiammazione e porta allo sviluppo di epilessia. Essi inchiodato l'effetto di una singola proteina chiamata albumina, la proteina più comune nel siero del sangue.

Nel 2009, hanno dimostrato che l'albumina colpisce astrociti, cellule di supporto del cervello, legandosi al TGF-β (fattore di crescita trasformante-beta) recettore. Questo avvia una cascata di passaggi che portano alla infiammazione localizzata, che sembra danneggiare in modo permanente il cablaggio del cervello, portando alla caratteristica ingolfamenti elettrica di epilessia. Il documento attuale dimostra definitivamente che bloccando il recettore TGF-beta con losartan ferma che a cascata e previene la malattia.

Farmaci effetto collaterale dimostra cruciale

Coautore Guy Bar-Klein, uno studente di dottorato presso Ben-Gurion University, ha cercato un lungo elenco di farmaci prima di scoprire losartan, che è approvato per il trattamento di alta pressione sanguigna perché blocca il recettore dell'angiotensina 1, ma che tra l'altro anche i blocchi TGF-β. Ha funzionato nei ratti volta trasportato nella loro acqua da bere, che significa che ottiene qualche modo nel cervello attraverso la barriera emato-encefalica. Gli esperimenti suggeriscono che il farmaco è in grado di attraversare la barriera emato-encefalica intatto, ma raggiunge il cervello attraverso una barriera violato quando è più necessario, Kaufer detto.

Friedman ha sviluppato un protocollo da utilizzare la risonanza magnetica per verificare se la barriera emato-encefalica è stato violato, consentendo ai medici di dare losartan come trattamento preventivo, se necessario, dopo il trauma. Kaufer ha detto che la barriera può rimanere aperto solo per un paio di settimane dopo la lesione, in modo che il farmaco non dovrebbe essere data molto tempo per evitare danni.

"In questo momento, se qualcuno viene al pronto soccorso con lesioni cerebrali traumatiche, hanno una probabilità del 10 al 50 per cento di sviluppare epilessia, l'epilessia e da lesioni cerebrali tende a non rispondere ai farmaci in molti pazienti." ha detto. "Sono molto fiducioso che la nostra ricerca può risparmiare questi pazienti il ​​trauma aggiunto di epilessia."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha