Comunemente utilizzato farmaco diabete può aiutare a prevenire il cancro primario del fegato, studio suggerisce

Maggio 27, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La metformina, un farmaco ampiamente utilizzato per il trattamento del diabete di tipo II, può aiutare a prevenire il cancro primario del fegato, i ricercatori presso l'Università del Maryland Marlene e la relazione Stewart Greenebaum Cancer Center nel 1 Aprile 2012, numero di Cancer Prevention Research. Cancro primario del fegato, o il carcinoma epatocellulare, è una forma spesso letale di cancro che è in aumento in tutto il mondo ed è la più rapida crescita causa di morte per cancro tra gli uomini americani.

I pazienti con diabete di tipo II hanno due o tre volte maggiore rischio relativo di sviluppare il cancro primario del fegato. Anche a rischio sono le persone che sono obese, hanno epatite o steatosi epatica non alcolica (NAFLD). Metformina, che è derivato dal lilla francese, è usato per trattare NAFLD così come il diabete, e attualmente viene studiato in connessione con la prevenzione di una varietà di tumori. Questo studio pre-clinico è il primo a concentrarsi sul cancro del fegato.

"La nostra ricerca ha dimostrato che la metformina previene il cancro primario del fegato in modelli animali. I topi trattati con metformina ha avuto tumori significativamente più piccole e meno rispetto a quelli che non hanno ricevuto il farmaco", dice l'autore senior dello studio, Geoffrey D. Girnun, Ph.D., assistente professore di biochimica e biologia molecolare presso l'Università del Maryland School of Medicine e ricercatore presso l'Università del Maryland Greenebaum Cancer Center. "Sulla base di questi risultati, crediamo che la metformina dovrebbe essere valutata come agente preventivo nelle persone che sono ad alto rischio. Molti pazienti con diabete già uso di questo farmaco, con pochi effetti collaterali."




Dr. Girnun aggiunge: "Ci sono stati diversi studi epidemiologici retrospettivi collegano metformina con riduzione del rischio di cancro al fegato, ma il nostro studio è il primo a testare formalmente se la metformina può proteggere contro la carcinogenesi - non solo la crescita del tumore e lo sviluppo, ma la formazione attuale del tumore nel fegato. " Dice che cercherà finanziamento federale per una sperimentazione clinica per studiare gli effetti anti-cancro di metformina in pazienti affetti da diabete di tipo II.

E. Albert Reece, MD, Ph.D., MBA, vice presidente degli affari medici presso l'Università del Maryland e decano della University of Maryland School of Medicine, dice: "Il carcinoma epatocellulare rappresenta una grave minaccia per la salute pubblica in tutto il mondo. Con il aumenti allarmanti di obesità, diabete di tipo II e l'epatite B e C, un numero ancora maggiore di persone saranno a rischio di sviluppare questo tipo di tumore in futuro. Non solo abbiamo bisogno di trovare trattamenti più efficaci, dobbiamo anche trovare il modo di prevenire esso. Questo studio condotto dal Dr. Girnun e dei suoi colleghi è un ottimo primo passo che potrebbe in ultima analisi aiutare a prevenire il cancro al fegato nelle popolazioni mirate ".

Kevin J. Cullen, MD, professore di medicina presso l'Università del Maryland School of Medicine e direttore della University of Maryland Greenebaum Cancer Center, dice: "Questo studio aumenta la nostra conoscenza del metabolismo delle cellule tumorali e offre nuove intuizioni in un possibile meccanismo per prevenire un cancro difficile da trattare. Ricerca traslazionale è un obiettivo importante del nostro centro cancro, e abbiamo intenzione di continuare questo importante settore della ricerca come parte di uno studio clinico per determinare se c'è un possibile beneficio per i pazienti. "

Lo studio è apparso sulla copertina di Cancer Prevention Research, una rivista pubblicata dalla American Association for Cancer Research. Kavita Bhalla, Ph.D., un borsista post-dottorato presso l'Università del Maryland School of Medicine e ricercatore Greenebaum Cancer Center, è l'autore principale.

Il glucosio viene convertito in acidi grassi nel fegato attraverso un processo chiamato lipogenesi. Questo processo aumenta nelle persone che hanno il diabete, l'epatite, steatosi epatica e cancro. Dr. Girnun dice metformina riduce il livello di glucosio e inibisce questa sintesi degli acidi grassi. "Quando si blocca questo processo, si impedisce alle cellule di fare più blocchi per rendere più celle. Non ci è inoltre energia per mettere insieme i mattoni, e le cellule non sono in grado di proliferare, impedendo così i tumori in via di sviluppo", ha spiega.

Nello studio, i ricercatori hanno scoperto che i topi trattati con metformina in loro cibo sviluppati il ​​57 per cento in meno rispetto a tumori del fegato dei topi che non hanno ricevuto il farmaco; la dimensione dei tumori è stato ridotto di circa il 37 per cento.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha