Connettività cerebrale interrotto nei pazienti con la sindrome post-concussive

Maggio 30, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio ha trovato che i pazienti con trauma cranico lieve (MTBI) presentano connettività funzionale anormale nel talamo, una stazione di rilancio in posizione centrale per la trasmissione di informazioni in tutto il cervello. I risultati dello studio appaiono online sulla rivista Radiology.

"Utilizzo di riposo Stato risonanza magnetica funzionale, abbiamo trovato una maggiore connettività funzionale delle reti thalamocortical nei pazienti dopo MTBI, grazie alla sottile pregiudizio del talamo", ha detto il co-autore Yulin Ge, MD, professore associato presso il Dipartimento di Radiologia presso la NYU Langone Medical Center. "Questi risultati promettenti per meglio chiarire la causa di una varietà di sintomi post-traumatici che sono difficili da individuare e caratterizzare con metodi di imaging convenzionali."

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, ogni anno negli Stati Uniti 1,5 milioni di persone subiscono lesioni cerebrali traumatiche, causati da improvvisi traumi al cervello. MTBI o scuotimento, pari ad almeno il 75 per cento di tutte le lesioni cerebrali traumatiche. A seguito di una commozione cerebrale, alcuni pazienti hanno una breve perdita di coscienza. Altri sintomi includono mal di testa, vertigini, perdita di memoria, deficit di attenzione, depressione e ansia. Alcune di queste condizioni può persistere per mesi o addirittura anni. Tipicamente in pazienti con MTBI, non ci sono anomalie strutturali visibili sul cervello, per cui i ricercatori hanno iniziato a utilizzare gli esami di imaging specializzati per rilevare anomalie nel funzionamento del cervello.




Confrontando i livelli di attività tra i diversi gruppi di cellule cerebrali consente di identificare quali reti cerebrali comunicano uno con l'altro. Alcune reti cerebrali, noti come le reti di appoggio statali (RSNs) e le attività cerebrali di base possono essere rilevati quando il cervello è a riposo. Queste reti comprendono le parti del cervello associate con la memoria.

"I RSNs hanno un grande potenziale per lo studio disfunzioni del talamo in diversi disturbi clinici, tra cui traumi cerebrali", ha detto il dottor Ge.

Riposo statali funzionali MRI (RS-fMRI) si è rapidamente affermata come uno strumento informativo innovativo per studiare la connettività cerebrale tra le regioni che sono funzionalmente collegati. RS-fMRI permette di comprendere meglio l'attività funzionale e la comunicazione tra le regioni del cervello, che svolgono un ruolo chiave nella performance cognitiva.

"L'interruzione di tali proprietà funzionali è meglio caratterizzata da RS-fMRI che con strumenti diagnostici convenzionali," ha detto il dottor Ge.

Dr. Ge e colleghi hanno utilizzato RS-fMRI per studiare l'attività cerebrale di 24 pazienti con MTBI e 17 pazienti sani di controllo. Un modello normale di RSNs talamo con connettività relativamente simmetriche e restrittivo è stato dimostrato nel gruppo di controllo sano. Nei pazienti con MTBI, questo modello è stato interrotto, con un aumento significativo RSNs talamo e diminuzione della simmetria. Questi risultati correlati con i sintomi clinici e le funzioni neurocognitive diminuita nei pazienti con MTBI.

"Le reti funzionali del talamo hanno molteplici funzioni, tra cui sensoriale processo di informazione e relè, la coscienza, la cognizione, e il sonno e la veglia regolamentazione", ha detto il dottor Ge. "L'interruzione di RSNs talamo può provocare una sensazione di bruciore o dolori, accompagnata da sbalzi d'umore e disturbi del sonno, e può contribuire ad alcuni psicotico, affettiva, ossessivo-compulsivo, ansia e disturbi del controllo degli impulsi. Questi sintomi sono comunemente visti in pazienti MTBI con sindrome post-concussive. "

Poiché le cause della sindrome post-concussive sono poco conosciuti, non esiste attualmente alcun trattamento. Ma, secondo il dottor Ge, i risultati di questo studio hanno implicazioni per una nuova strategia terapeutica, basata sulla buona comprensione dei meccanismi alla base della rottura talamocorticale e sindrome post-concussive.

"Talamiche Riposo statali reti funzionali: Turbativa nei pazienti con lieve trauma cranico". Collaborando con Dr Ge su questa carta sono stati Lin Tang, Ph.D., Daniel K. Sodickson, MD, Ph.D., Laura Miles, Ph.D., Yongxia Zhou, Ph.D., Joseph Reaume, BSRT, e Robert I. Grossman, MD

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha