Conseguenze a lungo termine di consegna vaginale sul pavimento pelvico

Maggio 16, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le donne sono più propensi a sperimentare l'incontinenza urinaria, prolasso e incontinenza fecale 20 anni dopo un parto vaginale piuttosto che uno taglio cesareo, trova una nuova ricerca pubblicata in una tesi da Sahlgrenska Academy dell'Università di Göteborg, in Svezia.

Incontinenza urinaria, prolasso e incontinenza fecale sono condizioni comuni che interessano le donne adulte di tutte le età e può avere un effetto negativo sulla qualità della vita. Questo studio unico, eseguito da ricercatore Maria Gyhagen presso l'Accademia Sahlgrenska, guardò i fattori di prevalenza e di rischio per l'incontinenza urinaria, prolasso e incontinenza fecale 20 anni dopo il parto vaginale o taglio cesareo. Il SWEPOP (gravidanza svedese, l'obesità e pavimento pelvico) studio è stato condotto nel 2008 e sono stati raccolti dalla nascita albo medico di donne che avevano consegnato solo un bambino tra 1985-1988 e non ha avuto altri figli.

Un questionario è stato inviato alle donne nel 2008 e 6, 148 hanno completato lo rispondendo alle domande su altezza, peso, incontinenza urinaria o fecale, prolasso genitale, stato mestruale, isterectomia, la menopausa e il trattamento ormonale. Due decenni dopo un parto, parto vaginale è stato associato con un 67% aumento probabilità di incontinenza urinaria (UI), ed essendo UI presenti più di 10 anni dopo è aumentato del 275% rispetto al taglio cesareo.




"BMI attuale era il più importante BMI-determinante per l'interfaccia utente, che è importante, dal momento che il BMI è modificabile", dice Maria Gyhagen.

Il fattore di rischio più importante singolo per prolasso sintomatico è stato la consegna per via vaginale. Peso alla nascita sopra 4500g è stato un fattore di rischio per prolasso sintomatica dopo il parto vaginale. Prolasso sintomatico è stato anche un importante fattore di rischio per la incontinenza urinaria. La prevalenza di incontinenza fecale era più alto dopo il parto vaginale rispetto al taglio cesareo. Lacrima perineale del 2 ° grado ha quasi raddoppiato la prevalenza di incontinenza fecale. Episiotomia è protettivo contro l'incontinenza fecale in ritardo. La prevalenza di incontinenza urinaria, prolasso e incontinenza fecale non differiva tra donne consegnati da acuta rispetto al taglio cesareo elettivo, che indica che non è fino il feto passa attraverso il canale di consegna che le lesioni si verificano che causa questi disturbi del pavimento pelvico.

Questo è il primo studio di questo tipo per dimostrare che un parto vaginale influenza il rischio a lungo termine di developimg incontinenza urinaria, prolasso e incontinenza fecale rispetto a un taglio cesareo. I risultati di questo studio forniscono nuove importanti informazioni per le donne che sono preoccupati che un parto vaginale porterà a danni a lungo termine del pavimento pelvico.

Tuttavia è importante notare che quando si sceglie la forma più adatta di consegna è necessario considerare numerosi problemi medici che possono potenzialmente influenzare la salute della madre e del bambino.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha