Contando cellule immunitarie On A 'Protein Printboard'

Marzo 11, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Al fine di monitorare fino a che punto l'infezione HIV è progredita, il numero di cellule del sistema immunitario - i linfociti - deve essere contato. I ricercatori dell'Università di Twente hanno sviluppato un metodo che dispone ordinatamente gli anticorpi che si legano a queste cellule immunitarie in un 'printboard molecolare'.

I ricercatori stanno pubblicando questo passaggio chiave nella strada verso sensori a base di anticorpi nel Journal of American Chemical Society.

I ricercatori sono riusciti a ordinatamente allineando proteine ​​su una superficie. Il processo permette anche modelli di vari tipi di proteine ​​da creare. Le proteine ​​non si legano alla superficie direttamente, ma tramite i cosiddetti "linkers"; questi sono molecole che si organizzano e creano la struttura. Questa tecnologia ha applicazioni mediche interessanti, in quanto consente la creazione di una superficie con anticorpi - proteine ​​che permettono antigeni per essere rilevata nel sangue.




La presenza di antigeni fornisce informazioni su malattie o progressione della malattia. Buona rilevazione si basa interamente su altamente specifico vincolante. Le probabilità di obbligazioni "non corretti" in formazione è minimizzato da questo nuovo metodo.

Conta delle cellule

Le cellule possono anche essere legati a tale 'printboard proteine' base alle proteine ​​caratteristiche presenti sulla parte esterna di una cellula. Questa adesione cellulare è importante in processi come il conteggio delle cellule del sistema immunitario - i linfociti - per monitorare la progressione di un'infezione da HIV. Altamente legame specifico è necessario per garantire risultati affidabili.

Grazie alla disposizione regolare resa possibile da auto-organizzazione, ricercatori anche realizzare altamente legame specifico, minimizzando la possibilità di errori. Secondo i ricercatori, questo apre la porta a sistemi di conteggio delle cellule a basso costo.

La ricerca è stata eseguita dal Nanofabrication Molecular (MESA +) e biofisica Engineering (MESA + e BMTI) gruppi. Hanno collaborato con il Agrotecnologia & Food Innovations gruppo dell'Università Wageningen e Research Center.


(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha