Costo del trattamento artrite On The Rise Nationwide, ritrovamenti di studio

Marzo 27, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'Importo americani spesi per farmaci artrite è più che raddoppiato tra il 1998 e il 2003, a causa del numero in rapida crescita di persone con la malattia, l'aumento del numero di farmaci che prendono ogni mese e il costo rettificato per l'inflazione per prescrizione, in base a una nuovo studio condotto da un ricercatore UCSF.

I risultati di uno studio di sei anni di pazienti con artrite Stati Uniti e il costo dei farmaci per l'artrite e trattamenti clinici compaiono nel numero di maggio 2007 di "Arthritis & Rheumatism", la rivista della American College of Rheumatology.

Lo studio è stato condotto in risposta ad una crescente preoccupazione per i costi crescenti delle cure artrite come l'invecchiamento della popolazione degli Stati Uniti, secondo Ed Yelin, PhD, professore di reumatologia presso la Scuola UCSF di Medicina e autore principale dello studio.




"L'artrite può essere una malattia altamente debilitante che, come questo studio mostra, presenta un costo notevole per la nostra società", ha detto Yelin. "Stiamo anche assistendo a uno spostamento del carico di tale costo sui pazienti, che si affidano a Medicare per coprire una grande frazione del loro ricovero, ma pagare una quota relativamente maggiore dei loro trattamenti farmacologici di tasca propria."

Dal 1997 al 2003, il numero di americani con artrite o altre condizioni reumatiche è aumentato del 25 per cento, a causa della popolazione degli Stati Uniti invecchiamento, Yelin detto, da 36,8 milioni di adulti a 46,1 milioni. Tali numeri corrispondono a 18,7 per cento e 21,5 per cento della popolazione, rispettivamente.

Nello stesso periodo, il costo dei farmaci da prescrizione per trattare la condizione è quasi raddoppiato, da 897,60 dollari per paziente all'anno per 1.638 dollari, Yelin detto. La variazione è dovuta sia ad un aumento del numero medio di prescrizioni ogni paziente ha ricevuto (dal 18,7 al 25,2 per anno) e un aumento del costo di ogni prescrizione da $ 48 a $ 65, dopo aggiustamento per l'inflazione.

Lo studio ha stimato totale delle spese di cure mediche sostenute per conto di quelli con disturbi muscolo-scheletrici e l'incremento dei costi al di là di quello che ci si aspetterebbe di persone della stessa età in assenza delle condizioni. Totale spese sono aumentate tra il 1997 e il 2003 di circa 88 miliardi dollari l'anno, a circa 322 miliardi dollari. Le spese incrementali sono aumentate di 16 miliardi di dollari l'anno, a circa 81 miliardi dollari.

Tuttavia, l'incremento medio della spesa sanitaria a favore di una persona con artrite è rimasto sorprendentemente stabile - 1.762 dollari nel 1997 e 1.752 dollari nel 2003 - ha detto Louise Murphy, PhD, presso il Centro nazionale per la prevenzione delle malattie croniche e promozione della salute, parte dei Centri per il controllo delle malattie e la prevenzione (CDC), e un co-autore dello studio.

"Nel 2003, i costi relativi alla artrite sono circa l'1 per cento del prodotto interno lordo degli Stati Uniti, il che equivale a un basso grado, recessione cronica", ha detto Murphy. "Tuttavia, il bilancio economico in crescita è il risultato dell'aumento del numero di persone colpite, piuttosto che un aumento delle spese medi e delle perdite di guadagni."

Questo pedaggio economica rischia di continuare a crescere, ha detto, perché è proiettata il numero di chi soffre di artrite ad aumentare costantemente a quasi 67 milioni nel 2030. Ha richiamato l'attenzione urgente la necessità di sforzi efficaci per diminuire le spese mediche e aumentare il guadagno potere delle persone con artrite.

Nel 2003, i lavoratori adulti con artrite guadagnato una media di 3.613 dollari meno rispetto agli adulti che lavorano in buona salute di età compresa tra 18 e 64. A livello nazionale tra, le perdite di guadagni prime a causa di artrite ammontano a 108 miliardi dollari, in crescita da $ 99 miliardi nel 1997.

Co-autori dello studio sono Charles G. Helmick, MD, del Centro Nazionale del CDC per la prevenzione delle malattie croniche e promozione della salute, ad Atlanta; e Miriam G. Cisternas, Aimee J. Foreman e David J. Pasta, da Ovation Group Research, a San Francisco.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha