CPAP migliora rapidamente la pressione sanguigna, il tono arterioso negli adulti con apnea del sonno

Marzo 22, 2016 Admin Salute 0 16
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio suggerisce che la terapia a pressione positiva continua (CPAP) migliora rapidamente la pressione sanguigna e il tono arterioso in adulti con apnea ostruttiva del sonno (OSA).

I risultati mostrano che c'è stata una significativa riduzione sistolica e diastolica pressione arteriosa tra i pazienti di apnea del sonno che erano compatibili con la terapia CPAP per tre mesi. Il successo del trattamento di apnea del sonno è stato anche associato ad una diminuzione del tono vascolare e la rigidità arteriosa. Dopo una settimana dalla sospensione del trattamento, questi miglioramenti sono scomparsi e sono tornati ai valori basali.

"Siamo rimasti sorpresi dalle molto rapidi miglioramenti nel tono arterioso, visto già quattro settimane di trattamento, e in quanto tempo si invertiti dopo solo pochi giorni di sospensione del trattamento", ha detto il ricercatore principale Claudia Korcarz, DVM, RDCS, manager e Senior ricercatore presso l'Università del Wisconsin Atherosclerosis Imaging Research Program (UW AIRP) in Madison. "Abbiamo notato questi miglioramenti nei giovani, soggetti normotesi. Questi risultati dimostrano che gli effetti vascolari di apnea del sonno sono reversibili se trattato precocemente nel processo della malattia, suggerendo che potremmo essere in grado di mitigare il rischio a lungo termine di esposizione cronica a OSA. "




L'abstract ricerca è stata pubblicata di recente in un supplemento online della rivista Sleep e sarà presentato il 4 giugno a Minneapolis, Minnesota, al SONNO 2014, la riunione annuale 28 della Associated Professional Sleep Societies LLC.

Il gruppo di studio composto da 47 adulti con un'età media di circa 41 anni, che era stato recentemente diagnosticato OSA. Sono stati valutati prima e dopo tre mesi di terapia CPAP, così come una settimana dopo la sospensione del trattamento. Carotidea alla velocità dell'onda di polso dell'arteria radiale e centrale aortica pressione del sangue sono stati ottenuti con tonometria ad applanazione. Dimensioni dell'arteria brachiale e la dilatazione flusso-mediata sono stati misurati con B-mode ultrasuoni.

I soggetti sono stati considerati compatibili con il trattamento se hanno usato la terapia CPAP per almeno quattro ore per notte. Trentasette dei 47 partecipanti ha incontrato questo criterio, utilizzando la terapia CPAP per una media di 6,1 ore per notte.

Korcarz osservato che questi risultati rafforzano che il trattamento efficace di OSA può avere implicazioni positive per la salute cardiovascolare.

"La diagnosi precoce e il trattamento con ben controllato,, uso continuo della terapia CPAP in altrimenti sani giovani adulti con moderata a grave apnea ostruttiva del sonno potrebbe impedire il futuro sviluppo di ipertensione e ridurre il rischio di complicanze cardiovascolari associate con la malattia", ha detto Korcarz .

Il AASM riferisce che apnea ostruttiva del sonno è una malattia del sonno comune che colpisce fino al sette per cento degli uomini e il cinque per cento delle donne. Si tratta di episodi ripetuti di parziale o completa ostruzione delle vie aeree superiori che si verificano durante il sonno, nonostante un continuo sforzo per respirare. L'opzione di trattamento più efficace per OSA è la terapia CPAP, che aiuta a mantenere aperte le vie aeree fornendo un flusso di aria attraverso una maschera che viene indossato durante il sonno.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha