Craniosinostosi: Minimally Invasive Surgery promettente per precoce Skull Fusion

Maggio 7, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Craniosinostosi, la fusione prematura del cranio, è valutato per interessare uno ogni 2.000 bambini. Negli ultimi anni, i medici hanno utilizzato due procedure per correggere i problemi. Una procedura era di fare un'incisione da un orecchio all'altro, togliere di nuovo il cuoio capelluto del bambino e rimodellare il cranio rompendo le ossa che si erano fusi. L'altra procedura necessaria una piccola incisione vicino al punto di piastre cranio fusi. Ora, il primo studio a lungo termine da un ricercatore presso l'Università del Missouri School of Medicine ha rilevato che la tecnica mini-invasiva è altrettanto efficace e si traduce in un tempo di recupero più veloce della vecchia tecnica.

Con craniosinostosi, due o più dei cinque piastre cranio fusibile prematuramente, limitando la crescita nella testa per il cervello. Come il cervello si espande, le piastre cranio fusi mettere pressione sul cervello e può causare deformità facciali e del cranio e, in alcuni casi, danni cerebrali.

Perché il cervello cresce più veloce, dalla nascita a sei mesi, è l'ideale se i chirurghi possono risolvere il problema il più presto possibile. A causa della massiccia quantità di perdita di sangue associata con l'antica tecnica, i chirurghi non hanno potuto operare fino a quando i bambini avevano tra i nove mesi e un anno di età. Poiché la nuova tecnica comporta solo una piccola quantità di perdita di sangue, i chirurghi sono stati in grado di eseguire l'intervento sui bambini giovani come un mese di vita.




"Invece di esporre cranio come chirurghi fanno con l'antica tecnica, siamo in grado di fare due piccole incisioni e rimuovere una piccola striscia di tessuto osseo", ha detto Usiakimi Igbaseimokumo, assistente professore di neurochirurgia. "I nostri risultati preliminari in questo studio indicano che non solo è l'intervento chirurgico di successo nel correggere il problema, ma anche che la procedura è come, o più, efficaci rispetto alla procedura anziani nel lungo termine".

Lo studio ha seguito 78 pazienti che hanno avuto la procedura negli ultimi 10 anni. I risultati preliminari dello studio pilota indicato i bambini stavano sviluppando correttamente e aveva buone caratteristiche facciali. Un altro vantaggio del nuovo intervento chirurgico è la lunghezza di tempo più breve il bambino deve essere in sala operatoria. La tecnica mini-invasiva dura circa un'ora, mentre la tecnica più grande può durare fino a otto ore, Igbaseimokumo detto.

Igbaseimokumo, che ha presentato i suoi risultati preliminari in una recente riunione della Società Internazionale di neurochirurghi pediatrici, è la volontà di espandere il suo studio per altri cinque a 10 anni. Sarà a guardare lo sviluppo neurologico e psicologico dei bambini, valutando le loro pagelle ed esaminando sfondo sociale e genetica.

"E 'molto interessante il fatto che, nonostante i buoni risultati, questa tecnica mini-invasiva, non è usato più da chirurghi di tutto il paese", ha detto Igbaseimokumo. "Abbiamo dimostrato con i nostri risultati preliminari questa tecnica può risolvere il problema e aiutare i bambini nel loro sviluppo neuropsicologico."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha