Creazione di nuovi neuroni Critical Per antidepressivo azione nei topi

Marzo 25, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Bloccando la formazione di neuroni nei blocchi ippocampo gli effetti comportamentali degli antidepressivi nei topi, dicono i ricercatori finanziati dal National Institutes of Health (NIH). La loro scoperta presta nuova credibilità al ruolo proposto di tale neurogenesi a sollevare l'umore. Essa contribuisce anche a spiegare perché gli antidepressivi in ​​genere prendono un paio di settimane di lavoro, nota Rene Hen, Ph.D., Columbia University, e colleghi, che riferiscono sul loro studio in 8 ago Science.

"Se gli antidepressivi agiscono stimolando la produzione di nuovi neuroni, c'è un ritardo incorporato", ha spiegato gallina, un concessionario di Istituto del NIH Nazionale di Salute Mentale (NIMH) e National Institute on Drug Abuse (NIDA). "Le cellule staminali deve dividere, differenziare, migrare e stabilire connessioni con obiettivi post-sinaptici -. Un processo che richiede un paio di settimane"

"Questo è un nuovo importante comprendere come gli antidepressivi funzionano", ha aggiunto il direttore NIMH Thomas Insel, MD "Abbiamo saputo che gli antidepressivi influenzano la nascita dei neuroni nell'ippocampo. Ora sembra che questo effetto può essere importante per la risposta clinica."




Cronica di stress, ansia e depressione sono stati collegati ad atrofia o la perdita di neuroni dell'ippocampo. Alcuni anni fa, collega e co-autore Ronald Duman di Hen, Ph.D., Università di Yale, ha riferito che alcuni antidepressivi promuovere la neurogenesi ippocampale. Ma a quale effetto? Per cominciare a dare prova di una relazione causale tra queste cellule recentemente generate e sollievo dalla depressione, i ricercatori avrebbero dovuto trovare un modo per prevenire la loro formazione in un animale comportarsi.

I ricercatori hanno prima dimostrato che i topi diventano meno ansiosi - cominciano a mangiare presto in un nuovo ambiente - dopo quattro settimane di trattamento antidepressivo, ma non dopo soli 5 giorni di tale trattamento. Parallelamente il ritardo della comparsa di efficacia antidepressiva negli esseri umani, i topi cronicamente trattati, ma non quelli brevemente trattati, ha mostrato un aumento del 60 per cento in un indicatore rivelatore di neurogenesi in un settore chiave dell'ippocampo.

Per scoprire se la neurogenesi osservata è coinvolto in antidepressivi 'meccanismo di -action, Gallina e colleghi selettivamente mirati l'ippocampo con raggi X per distruggere le cellule proliferanti. Ciò ha ridotto la neurogenesi da 85 per cento. Antidepressivi avuto alcun effetto su ansia e comportamenti alla depressione nei topi irradiati. Ad esempio, fluoxetina non è riuscito a migliorare il comportamento governare, come fa di solito, negli animali il cui comportamento era deteriorata a seguito di stress cronico imprevedibile. La prova ha suggerito che questo non poteva essere attribuito ad altri effetti di raggi X

I neuroni comunicano tra loro mediante secrezione di sostanze chimiche Messenger o neurotrasmettitori, come la serotonina, che attraversano il golfo sinaptica tra le cellule e si legano ai recettori presenti sulla vicina membrane cellulari. I farmaci che aumentano tale vincolante di serotonina ai suoi recettori della serotonina (inibitori selettivi della ricaptazione o SSRI) sono ampiamente prescritto per trattare l'ansia e la depressione, suggerendo che questi recettori svolgono un ruolo importante nella regolazione delle emozioni.

Con la soppressione del gene che codifica per un sottotipo di recettore della serotonina chiave (5-HT1A), i ricercatori hanno creato un ceppo di "knockout" topi che, come gli adulti mostrano tratti legati all'ansia, come ad esempio una certa riluttanza a iniziare a mangiare in un ambiente romanzo . Mentre influenzato da un trattamento cronico con la fluoxetina SSRI, i topi knockout divennero meno ansiosi dopo il trattamento cronico con antidepressivi triciclici, che agiscono attraverso un altro neurotrasmettitore, la noradrenalina, suggerendo un percorso molecolare indipendente.

Mentre il trattamento con fluoxetina cronico raddoppiato il numero di nuovi neuroni dell'ippocampo di topi normali, non ha avuto effetto nei topi knockout. Il imipramina triciclico potenziato neurogenesis in entrambi i tipi di topi, che indica che il recettore della serotonina 1A è richiesto per neurogenesi indotta da fluoxetina, ma non imipramina. Il trattamento cronico con un farmaco 1A selettivo serotonina confermato che l'attivazione del recettore della serotonina 1A è sufficiente per stimolare la proliferazione cellulare.

Sebbene i nuovi risultati rafforzano il caso che neurogenesi contribuisce agli effetti antidepressivi, gallina avverte che la prova finale può richiedere un metodo "pulito" di sopprimere questo processo, quali le tecniche transgeniche che più precisamente indirizzare tossine ai circuiti ippocampali coinvolte.

"I nostri risultati suggeriscono che le strategie volte a stimolare la neurogenesi ippocampale potrebbero fornire nuove vie per il trattamento di ansia e disturbi depressivi", suggeriscono i ricercatori.

Altri partecipanti allo studio sono stati: Luca Santarelli, Michael Saxe, Cornelius Gross, Stephanie Dulawa, Noelia Weisstaub, James Lee, Columbia University; Alexandre Surget, Catherine Belzung, Université de Tours, Francia; Fortunato Battaglia, Ottavio Arancio, New York University.

Oltre al NIMH e NIDA, la ricerca è stata sostenuta anche da Alleanza Nazionale per la Ricerca sulla Depressione e schizofrenia (NARSAD).

NIMH e NIDA fanno parte del National Institutes of Health (NIH), l'agenzia primaria del governo federale per la ricerca biomedica e comportamentale. NIH è un componente del Dipartimento di Salute e Servizi Umani.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha