Crescente presenza di combustibili tubercolosi resistenti ai farmaci necessità di ulteriori controlli

Maggio 30, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Esperti della Johns Hopkins nella prevenzione e nel trattamento della tubercolosi multiresistente chiedono maggiore screening e più rapido test dei 9 milioni di persone in tutto il mondo si stima essere infettati ogni anno con la tubercolosi, e ora a rischio per questa forma di malattia polmonare altamente contagiosa . L'invito segue i risultati di un sondaggio che dimostra che le varianti TB difficile-to-treat sono molto più diffusi di quanto si pensasse.

Dettagli del sondaggio, che sarà pubblicato sul New England Journal of Medicine in linea 7 giugno forniscono la prima volta, a livello nazionale stima delle dimensioni del problema in Cina, dove oltre un milione di nuove infezioni si verificano ogni anno. L'indagine 2007 di oltre 4.000 cinesi di nuova diagnosi o recentemente trattati per tubercolosi è emerso che uno su 10 è stato infettato con ceppi farmaco-resistenti di tubercolosi, più formalmente conosciuto come Mycobacterium tuberculosis. In questo gruppo, circa 0,5 per cento (o più di 5.000, ogni anno) sono stati diagnosticati con all'uso di stupefacenti ampiamente tubercolosi resistente, che gli esperti dicono che è quasi incurabile.

TB si sviluppa quando le persone non infette inalare un piccolo numero di batteri della tubercolosi tossì e emesso nell'aria da persone già infette. Gli antibiotici possono curare la malattia, ma il rispetto del corso lungo di trattamento è incerto e i farmaci disponibili in via di sviluppo per il trattamento della malattia sono limitati a meno di una dozzina, farmaci per lo più anziani.




In un editoriale che accompagna lo studio, Johns Hopkins specialisti di malattie infettive Richard Chaisson, MD, e Eric Nuermberger, MD, chiamare la proliferazione di organismi resistenti ai farmaci una "grande sfida" per sradicare la tubercolosi, che oggi uccide 1,5 milioni di persone ogni anno, soprattutto in via di sviluppo.

Più preoccupante tra i risultati dello studio, dice Chaisson, professore presso la Scuola di Medicina Johns Hopkins University e direttore fondatore del Center for Tuberculosis Research, è che la maggior parte dei circa 110.000 casi resistenti ai farmaci si è verificato tra le persone con nuova diagnosi di tubercolosi, indicando che questi batteri resistenti ai farmaci sono stati trasmessi da una persona all'altra. Solo il 3 per cento di tutti i nuovi casi rilevati sono stati testati per la resistenza ai farmaci.

Questa ricerca, Chaisson dice, "sconvolge il vecchio dogma" che gli organismi resistenti ai farmaci si verifica soprattutto nelle persone che non rispondono alla terapia o in persone infette che recidivano dopo il trattamento farmacologico. In sintesi, si dice, resistenza ai farmaci sembra essere presente in nuovi casi su larga scala, e test di farmaco-resistenza non deve essere limitato ai pazienti trattati in precedenza.

Chaisson dice lo studio evidenzia anche la necessità urgente per una più rapida verifica di quelli di nuova diagnosi per determinare la resistenza ai farmaci. Metodi di analisi di laboratorio in corso, mentre relativamente a buon mercato (a meno di 5 dollari a persona), richiedere diverse settimane per mostrare la crescita batterica in campioni di espettorato. Risultati il ​​giorno stesso sono disponibili utilizzando high-tech, saggi molecolari, ma alzano notevolmente il costo di prova di fino a $ 40 a persona, un costo che dice è valsa la pena, data la portata "deludente" del problema.

Secondo Chaisson, ceppi resistenti di tubercolosi multiresistenti non possono essere trattati efficacemente da uno dei due antibiotici più comunemente utilizzati, isoniazide e rifampicina. Ampiamente ceppi di TBC resistenti ai farmaci non muoiono in presenza di due altri, i cosiddetti trattamenti di seconda linea, sia.

Sia Chaisson e Nuermberger, professore associato presso la Johns Hopkins, hanno testato più semplici, più breve regimi di antibiotici nuovi ed esistenti, sperando di snellire il trattamento e arginare la diffusione di ceppi resistenti ai farmaci. Gli scienziati dicono, tuttavia, che lo sviluppo di nuovi antibiotici è la chiave per controllare la tubercolosi in tutte le sue forme farmaco-resistenti.

I risultati di uno studio internazionale di un nuovo antibiotico chiamato delamanid, pubblicato nello stesso numero della rivista medica, sono incoraggianti, ma solo "la metà della risposta", dicono. In circa 400 persone infette o che assumono dosi variabili di delamanid o una pillola di zucchero, in combinazione con i vecchi, gli antibiotici di seconda linea per due mesi, batteri della tubercolosi sono stati sradicati da campioni di espettorato in almeno il 42 per cento di quelli trattati con la nuova combinazione di farmaci, e in solo il 30 per cento di quelli trattati con la versione pillola di zucchero. Delamanid è prodotto da Otsuka Pharmaceutical Inc. di Rockville, Md.

Nuermberger dice che i risultati dello studio delamanid sono paragonabili a quelli pubblicati nel 2009 sulla stessa rivista medica per un altro nuovo antibiotico, bedaquiline, che ha dimostrato che dopo due mesi di terapia, il farmaco debellata espettorato TB in 48 per cento dei partecipanti allo studio.

Nuermberger dice l'arrivo di nuovi farmaci antibiotici è una buona notizia, ma sottolinea che ciò che gli operatori sanitari tubercolosi veramente bisogno è una migliore informazione su ciò che di droga regimi di associazione di lavoro migliori, tra cui linee guida su quando utilizzare gli antibiotici più recenti, in quale dose e ordine , e per quanto tempo.

"Proprio come l'HIV è più efficacemente trattata con cocktail di farmaci potenti, i regimi che offrono la più grande speranza contro TB contengono due o più efficaci farmaci", dice Nuermberger, che aggiunge che ulteriori studi devono essere fatti per valutare se delamanid e bedaquiline lavorare meglio insieme o separatamente nel promuovere gli effetti degli antibiotici più anziani.

Chaisson e Nuermberger sottolineano che gli studi di droga individuali sono richiesti dagli Stati Uniti e agenzie di regolamentazione a livello globale. Ma, dicono regolatori, funzionari della società farmaceutiche e gli scienziati devono accelerare i loro sforzi nel valutare l'impatto delle nuove droghe - in forma di associazione se la diffusione della tubercolosi multi-resistente deve essere contenuta.

Gli esperti stimano che 2 miliardi di persone nel mondo sono infettate con TB, 10 milioni dei quali si ammalano ogni anno.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha