Cuori sono esperti a autoconservazione

Maggio 7, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori di Bristol hanno identificato un meccanismo di protezione del cuore nei topi che i chirurghi e cardiologi possono essere in grado di sfruttare a migliorare le terapie per i pazienti in futuro.

Questa ricerca descrive risposte sorprendenti cuore di deridere chirurgia cardiaca in un modello murino. Quando il cuore è stato fermato e riavviato - imitando le condizioni utilizzate nella maggior intervento di bypass cardiaco - scienziati hanno scoperto che i cuori con malattia coronarica da topi geneticamente modificati sono più resistenti ai danni di cuori senza malattia coronarica.

Nello studio i ricercatori hanno introdotto un modello di malattia coronarica e infarto alimentando i topi geneticamente modificati (apoE -/-) una dieta ricca di grassi tipico delle diete delle persone in Nord America e nel Regno Unito. Apo E -/- mice nutriti con una dieta normale roditore per lo stesso periodo non sviluppano la malattia coronarica. La modificazione genetica in apoE -/- comporta la modifica di trasformazione del colesterolo, rendendo il mouse inclini a grassi accumulo nelle arterie coronarie, simile alla malattia di cuore umano.




In apoE -/- mice, malattia coronarica sembrava aver 'condizionato' i cuori; avevano sviluppato una protezione innata contro ulteriori danni.

Ciò conferma una convinzione diffusa che in alcuni pazienti che sono sopravvissuti un attacco di cuore, il cuore può diventare naturalmente condizionato contro ulteriori danni, e che quando si trattano pazienti con malattia coronarica, chirurghi e cardiologi hanno un vantaggio che può essere ulteriormente sfruttato per proteggere il cuore. Il team del Bristol Heart Institute, con sede a Bristol Royal Infirmary, sta utilizzando questo modello per studiare la base di questo fenomeno protettivo interno al fine di formulare strategie per proteggere il cuore con malattia coronarica.

Un'osservazione interessante è stata anche fatta quando i topi normali sono stati alimentati la stessa di tipo occidentale alto contenuto di grassi dieta. Questi topi non sviluppano la malattia coronarica e il loro cuore sembra funzionare normalmente. Tuttavia, quando i cuori di questi topi sono stati affamati afflusso di sangue, come in un attacco di cuore o durante l'intervento chirurgico - sono stati trovati ad essere molto più vulnerabile al danno che i cuori dei topi nutriti simile dieta normale.

Questo è in netto contrasto con gli animali di malattia incline e suggerisce che stile occidentale alto contenuto di grassi dieta può indebolire notevolmente le difese interne del cuore altrimenti normalmente lavoro e renderlo vulnerabile a sollecitazioni improvvise. Pertanto la dieta di tipo occidentale è veramente brutto per malattie cuore incline ed è anche un male per il cuore sano.

La ricerca, pubblicata nel numero di ottobre della rivista americana Critical Care Medicine, è stato finanziato dalla British Heart Foundation e condotto da Saadeh Suleiman, professore di Fisiologia cardiaca presso l'Università di Bristol, ed i suoi colleghi del Bristol Heart Institute.

Professor Suleiman, ha dichiarato: "Abbiamo dimostrato che nei topi inclini a sviluppare la malattia coronarica, una dieta di tipo occidentale accelera la progressione della malattia, ma che i cuori con malattia coronarica poi è diventato più resistente a ulteriori danni, come ad esempio si verifica durante l'intervento chirurgico, ma. è sempre meglio evitare l'intervento chirurgico del tutto attraverso l'adozione di abitudini alimentari sane! "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha