Debolezza recentemente scoperto in cellule tumorali li rendono più sensibili alla chemioterapia

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo punto debole è stato scoperto in cellule tumorali che possono renderli più sensibili alla chemioterapia e altri trattamenti. In un rapporto di ricerca che appare nel numero di settembre 2013 The FASEB Journal, gli scienziati ad identificare la proteina HDAC5 in quanto essenziali per il mantenimento delle strutture, chiamate telomeri, all'interno delle cellule tumorali che promuovono le cellule tumorali longevità. Le cellule tumorali con telomeri più lunghi tendono a essere più resistenti alle terapie, mentre le cellule tumorali con telomeri più corti tendono ad essere più sensibili. Prendendo di mira il meccanismo utilizzato dalle cellule tumorali per mantenere i telomeri, HDAC5, le terapie esistenti potrebbe diventare molto più efficace a sradicare il cancro di quanto non siano oggi.

"Il nostro studio può contribuire allo sviluppo di nuove terapie anti-cancro insieme", ha detto Denis Mottet, Ph.D., un ricercatore coinvolto nel lavoro presso l'Università di Liegi Sart-Tilman, Groupe Interdisciplinaire de Gйnoprotйomique Appliquйe (GIGA) - Cancro, Metastasi Research Laboratory, a Liegi, in Belgio. "Mantenendo una ridotta lunghezza dei telomeri attraverso l'inibizione HDAC5, le cellule tumorali sono più sensibili ai farmaci chemioterapici."

Per fare questa scoperta, Mottet e colleghi hanno analizzato diverse linee di cellule di cancro con background differenti per quanto riguarda la loro biologia dei telomeri (lunghezze diverse telomeri e diversi meccanismi molecolari per mantenere la lunghezza dei telomeri) e ha scoperto che HDAC5 co-localizzato con telomeri solo nelle cellule tumorali con molto lunghi telomeri lunghezze. I ricercatori quindi esaurite questa proteina HDAC5 in cellule tumorali con diverse lunghezze dei telomeri e osservato un fenotipo (accorciamento dei telomeri) esclusivamente in cellule tumorali che originariamente aveva più telomeri. Non sembrano risentire l'assenza della proteina HDAC5 cellule con telomeri più corti. Hanno anche scoperto che alcune cellule tumorali con molto lunghi telomeri erano resistenti alla morte indotta da farmaci chemioterapici comuni, ma la riduzione dei livelli di proteine ​​HDAC5 in queste cellule e la conseguente accorciamento dei telomeri sensibilizzati celle a questi agenti, che porta alla morte cellulare massiva. Accorciamento dei telomeri anche è direttamente collegato alla cella di invecchiamento, lo sviluppo di sindromi da invecchiamento precoce, e le malattie dell'invecchiamento avanzate, questa ricerca potrebbe eventualmente avere diffuso impatto clinico.




"La 'cura per il cancro' non può provenire da una singola scoperta, ma sicuramente arriverà passo-passo. Questo studio definisce una di queste fasi." ha detto Gerald Weissmann, MD, redattore capo di The FASEB Journal. "Ciò che questi scienziati hanno fatto è quello di accelerare l'invecchiamento delle cellule tumorali, in modo da indebolire abbastanza per essere ucciso da farmaci anti-cancro. Questo tipo di scoperta fu insondabile quando Nixon prima dichiarò guerra alla malattia nel 1971."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha