Densità del seno, nessun aumento del rischio di cancro al seno involuzione lobulare, secondo uno studio

Luglio 3, 2015 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le donne con seni densi e non involuzione lobulare erano a più alto rischio di sviluppare il cancro al seno rispetto a quelle con seni non densi e completa involuzione, secondo uno studio pubblicato online su The Journal of National Cancer Institute.

A parte l'età, storia familiare, e l'età al menarca, due ulteriori fattori associati al rischio di cancro al seno sono la densità del seno mammografico e la portata di involuzione lobulare. Involuzione lobulare è l'atrofia fisiologica dell'epitelio mammario ed è noto per aumentare con l'aumentare dell'età.

Per determinare se questi due fattori sono indipendentemente associati al rischio di cancro al seno, Karthik Ghosh, MD, della Mayo Clinic, e colleghi hanno esaminato l'associazione dei fattori "con il rischio di cancro al seno in una coorte di 2.666 donne con patologia mammaria benigna, seguiti per una media di 13,3 anni; 172 (6,5%) le donne in seguito hanno sviluppato il cancro al seno.




I ricercatori hanno preso la loro coorte dal grande Mayo coorte Disease seno, che comprendeva 9.376 donne di età compresa tra 18 e 85 tra, senza storia di cancro al seno, che sono stati diagnosticati con malattia mammaria benigna tra il 1967 e la fine del 1991.

I ricercatori hanno scoperto che la densità del seno e l'entità di involuzione lobulare erano fattori di rischio indipendenti per il cancro al seno, e che ha combinato, essi costituiscono un rischio ancora maggiore. Gli autori scrivono: "I nostri risultati rivelano anche che avere una combinazione di seni densi e non involuzione lobulare è stato associato con il rischio di cancro al seno più alto di avere seni non dense o grassi e completa involuzione."

I ricercatori scrivono che uno dei punti di forza dello studio è che è stato condotto in una grande, di coorte ben organizzata delle donne; tuttavia limitazioni includono il fatto che la popolazione di studio era prevalentemente bianco e rappresentativo della tomaia Midwest, indicando la necessità di condurre una ricerca in diverse popolazioni.

In un editoriale di accompagnamento, Gretchen L. Gierach, Ph.D., del National Cancer Institute, e colleghi, descrivere involuzione lobulare e la densità del seno mammografico come fattori che "detengono promessa per migliorare la previsione del rischio, soprattutto perché riflettono l'interazione cumulativa di numerosi fattori di rischio di cancro al seno genetici e ambientali nel corso del tempo. "

Studi futuri, scrivono, dovrebbero includere un maggior numero di pazienti di diversa estrazione etnica e razziale e mirano a capire il rapporto tra fattori di involuzione e di rischio epidemiologico, come indice di massa corporea. Inoltre, dal momento che né involuzione lobulare, né la densità del seno mammografico sono processi statici, valutando i cambiamenti nel tempo possono migliorare il loro valore predittivo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha