Depressione, telomeri accorciati aumentare la mortalità in pazienti con cancro della vescica

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Bassa sintomi depressivi e una lunghezza dei telomeri sono più fattori interessanti che contribuiscono ad una vita prolungata per i malati di cancro della vescica, secondo i ricercatori della University of Texas MD Anderson Cancer Center.

In uno studio osservazionale, un team di ricercatori MD Anderson ha analizzato i dati clinici e comportamentali raccolti da 464 pazienti affetti da cancro della vescica, secondo la ricerca presentata al 11 ° AACR Conferenza internazionale annuale sulle Frontiers in Cancer Prevention Research.

"Questo è il primo studio di questo genere che analizza i risultati del cancro della vescica," ha dichiarato Meng Chen, Ph.D., un istruttore in Dipartimento di Epidemiologia del MD Anderson. "I fattori psicologici di solito non sono inclusi negli studi epidemiologici"




I pazienti osservati sono stati arruolati in uno studio in corso di cancro alla vescica, che fornisce numerosi dati genetici, epidemiologici e psicologici. La collaborazione di epidemiologi MD Anderson e psicologi è guidata dal ricercatore principale dello studio, Xifeng Wu, MD, Ph.D., professore e presidente del dipartimento di epidemiologia.

Informazioni dei pazienti è stato analizzato in base a quattro gruppi diversi. Il primo gruppo pazienti con telomeri lunghi e senza sintomi depressivi coinvolto; il secondo pazienti identificati che avevano telomeri lunghi con sintomi depressivi; il terzo aveva telomeri accorciati e sintomi depressivi, mentre il quarto gruppo aveva accorciato telomeri e sintomi depressivi.

Il cancro della vescica è il quarto cancro più comune degli uomini e viene di solito diagnosticata in persone di età superiore ai 60. L'American Cancer Society stima 56.000 uomini e 18.000 donne avranno una diagnosi di cancro alla vescica nel 2012.

La ricerca ha individuato la lunghezza dei telomeri ridotta come un biomarcatore-associata all'invecchiamento in diverse malattie, compreso il cancro. Dato che le persone invecchiano, i telomeri sulle punte dei cromosomi, che proteggono i cromosomi da dipanare le cellule replicano, si accorciano e alla fine non riescono, che porta alla morte cellulare. Ricercatori MD Anderson hanno analizzato campioni di sangue per misurare la lunghezza dei telomeri.

I sintomi depressivi sono stati analizzati utilizzando il Centro per gli Studi Epidemiologici Depression Scale (CES-D). La scala self-report - uno dei test di screening più comuni utilizzati per la ricerca di livelli di depressione - ha rivelato pazienti che ha segnato ad alti livelli di sintomi depressivi hanno un rischio 1.89 volte di morire rispetto a quelli con livelli più bassi di depressione, che vivrà poco più di tre volte di più - 200 mesi rispetto a 58 mesi.

Lo studio ha anche rivelato la combinazione di fattori, telomeri più lunghi e bassi livelli di sintomi depressivi, aumento della sopravvivenza per i pazienti affetti da cancro della vescica da più di sei volte - 31,3 mesi vs 199,8 mesi. Quelli con telomeri corti e alti livelli di depressione avevano un rischio di tre volte della mortalità.

Un certo livello di stress, che è stata anche associata con la lunghezza dei telomeri accorciato, è un fattore dominante con molti pazienti affetti da cancro. "Le persone non stanno trattando la depressione direttamente, ma soprattutto concentrati su come affrontare con il cancro", ha detto Chen. "Questo porta a stress aggiuntivo che aumenta la mortalità."

Gestione dello stress avanzata dovrebbe essere parte integrante del trattamento del cancro, "comportamenti, stili di vita, tra cui una dieta sana, esercizio fisico regolare e smettere di fumare sono fattori per ridurre lo stress e, infine, la depressione nei malati di cancro."Ha detto il co-autore Jie Lin, Ph.D., professore assistente presso il Dipartimento di Epidemiologia.

Lin ha anche detto che i nuovi fattori di rischio come i fattori di rischio psicologici individuati dal team potrebbero essere inclusi nei futuri modelli di previsione dei rischi. Il team è ottimista sul fatto che questo studio incoraggerà i medici di incorporare fattori comportamentali in modelli di rischio in modo da interventi possono essere sviluppati per prolungare la sopravvivenza per i pazienti affetti da cancro della vescica.

Contribuire autori al lavoro includono Jan Blalock, Ph.D., Paul Cinciripini, Ph.D. del Dipartimento di Scienze del comportamento, e Lorenzo Cohen, Ph.D., del Dipartimento di Oncologia generale.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha