Diabete Classe farmaco legato alla Vision-Threatening Complication

Aprile 30, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il trattamento con la classe glitazone di farmaci per il diabete porta ad un aumento "modesto" il rischio di edema maculare diabetico (DME) -a complicanza comune che può portare alla perdita della vista, segnala uno studio nel numero di aprile della American Journal of Ophthalmology.

Utilizzando un database di circa 170.000 pazienti con diabete, Drs. Donald S. Fong e Richard Contreras of Southern California Permanente Medical Group hanno analizzato il legame tra glitazoni e lo sviluppo di DME. Edema maculare diabetico è una complicanza del diabete comuni, con gonfiore e accumulo di liquidi nella retina che porta alla perdita visiva progressiva.

I ricercatori hanno identificato 996 pazienti che sono stati diagnosticati con DME nel corso del 2006. Nel complesso, i pazienti che hanno preso glitazoni erano 2,6 volte più probabilità di sviluppare DME di pazienti che non assumono questi farmaci. Anche dopo ulteriore aggiustamento per altri fattori, il rischio DME è rimasto il 60 per cento più alto per gli utenti glitazone.




Precedenti studi hanno collegato glitazoni per problemi legati alla ritenzione di liquidi ed edema (gonfiore), tra cui l'insufficienza cardiaca. Ritenzione di liquidi da insufficienza cardiaca o di altre malattie può peggiorare DME. La maggior parte degli utenti glitazone nello studio assumevano pioglitazone (Actos). Altri studi hanno collegato rosiglitazone (Avandia) -IL unico altro approvato droga a glitazone un possibile aumento del rischio di infarto miocardico.

Anche se lo studio non è il primo a suggerire un link, fornisce una conferma in un ampio campione di pazienti diabetici che glitazoni sono "modestamente associati" con DME. DRS. Fong e Contreras ha concluso, "nel trattare pazienti con DME, oftalmologi dovrebbero prendere in considerazione il ruolo della classe glitazone delle droghe."

"Complicazioni oculari sono una questione di sicurezza trascurato di farmaci sistemici", ha commentato il Dr. Thomas J. Liesegang, Editor-in-Chief di AJO, "La sicurezza è importante quanto l'efficacia di un farmaco. Tuttavia, la sicurezza a lungo termine non è attualmente monitorata perché il processo di approvazione è basata su studi clinici più piccoli, più breve termine. La sicurezza richiede necessariamente il monitoraggio del trattamento in grandi gruppi di persone per lunghi periodi di tempo più lunghi. Questo monitoraggio è spesso trascurato e deve essere richiesto di tutte le terapie. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha