Diabete, collegamento pressione sanguigna alla recidiva del cancro del colon, la sopravvivenza, la ricerca mostra

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

A detta di tutti, una combinazione di cancro al colon, il diabete e l'ipertensione può essere una ricetta per il disastro medica. Ora, un nuovo studio condotto da un chirurgo oncologo e ricercatore presso la Temple University School of Medicine e Fox Chase Cancer Center ha dimostrato quanto sia letale questo mix può essere. In un'analisi retrospettiva di oltre 36.000 pazienti affetti da cancro del colon, i ricercatori hanno dimostrato che le persone con malattia in stadio precoce e il diabete o pressione alta - due componenti della sindrome metabolica - hanno un rischio maggiore di recidiva del tumore dopo il trattamento e di morire rispetto per i pazienti con tumore del colon che non hanno né condizioni.

"Anche se la sindrome metabolica è stato collegato al cancro del colon, la terza causa di morte per cancro negli Stati Uniti, precedente lavoro guardando il suo effetto sulla mortalità non è adeguatamente rappresentato palco o il trattamento del cancro", ha detto l'autore senior Nestor Esnaola, MD, MPH , MBA, Direttore della Divisione di Chirurgia Oncologica, Professore di Chirurgia, e vicepresidente degli affari clinici e accademici presso il Dipartimento di Chirurgia presso la Temple University School of Medicine. "I nostri risultati suggeriscono che i pazienti con tumore del colon stadio precoce che hanno anche il diabete o l'ipertensione possono avere bisogno di essere seguiti più da vicino di recidiva e potrebbero potenzialmente beneficiare di un più ampio uso della chemioterapia adiuvante." Dr. Esnaola e il suo team hanno riportato i loro risultati 20 dicembre 2012 in una pubblicazione online presto sulla rivista Cancer.

La sindrome metabolica è un cluster di condizioni che si colpisce in cinque americani adulti e che possono includere il diabete, l'obesità, la pressione alta, bassi livelli di colesterolo buono e elevate quantità di lipidi nel sangue.




Per capire meglio l'effetto della sindrome metabolica sui risultati del cancro del colon, il dottor Esnaola e il suo team collegati dati dal del National Cancer Institute Surveillance, Epidemiology and End Results programma (SEER), un grande database di popolazione, ai dati Medicare dal 1998 al 2006 sulle 36.079 pazienti affetti da cancro del colon, tra cui 7024 pazienti (19,5 per cento) che sono stati identificati come aventi la sindrome metabolica. Essi hanno analizzato l'effetto della sindrome metabolica e dei suoi componenti sulla recidiva del cancro al colon e la sopravvivenza globale, controllando per vari fattori socio-demografici, fattori tumore, altre condizioni mediche e il trattamento del cancro ricevuti.

"La sindrome metabolica nel suo complesso non ha avuto effetti evidenti sulla recidiva del tumore del colon o di sopravvivenza", ha detto il dottor Esnaola, che è anche un chirurgo partecipare al Fox Chase Cancer Center. "Quando abbiamo preso in giro fuori e analizzato l'effetto di ciascuno dei suoi componenti, tuttavia, i dati raccontato una storia diversa."

I ricercatori hanno scoperto che tra i pazienti con malattia in stadio precoce, i pazienti con diabete o pressione alta avevano un rischio significativamente maggiore di cancro tasso di recidiva e di morte dopo il trattamento. Ad esempio, il 47,7 per cento dei pazienti che non hanno avuto il diabete era ancora in vita cinque anni dopo la diagnosi rispetto a solo il 41,3 per cento dei pazienti con diabete. Quando i ricercatori hanno esaminato più da vicino, hanno anche scoperto che i tassi di recidiva di cancro a cinque anni sono stati circa l'8 per cento più alta nei pazienti con diabete o ipertensione.

Al contrario, l'analisi ha mostrato che i pazienti con livelli anormalmente elevati di lipidi nel sangue avevano un minor rischio di recidiva e di morte per cancro al colon. Nel complesso, il 39 per cento dei pazienti con livelli di lipidi normali erano ancora vivi dopo cinque anni, rispetto al 52,7 per cento dei pazienti con livelli anormali. Tassi di recidiva del cancro sono stati circa 11 punti percentuali più bassa nei pazienti con livelli di lipidi anormali.

"Anche se non abbiamo avuto dati sui farmaci per questi pazienti, abbiamo il sospetto che la maggiore sopravvivenza e tassi di recidiva inferiori osservati nei pazienti con alti livelli di lipidi nel nostro gruppo di studio sono stati probabilmente a causa degli effetti protettivi delle statine", ha detto il dottor Esnaola. Le statine sono farmaci che sono ampiamente utilizzati per abbassare i livelli di colesterolo e di lipidi e hanno dimostrato di ridurre il rischio di sviluppare il cancro al colon nelle persone.

"A nostra conoscenza, questo è il più grande studio finora controllo per la fase del cancro e il trattamento che ha analizzato l'effetto della sindrome metabolica e dei suoi componenti sulla colon recidiva del tumore e la sopravvivenza", ha detto il dottor Esnaola. "Gli effetti negativi del diabete e dell'ipertensione nei pazienti all'inizio della carriera e apparente effetto protettivo di lipidi nel sangue elevati osservati nella nostra coorte suggeriscono che quando si tratta di sindrome e il cancro risultati metabolici, il diavolo è nei dettagli."

Dr. Esnaola attualmente sta studiando l'effetto della sindrome metabolica e dei suoi componenti su altri tipi di cancro, e prevede di confermare questi risultati in un più ampio insieme di dati che contiene le informazioni sulla fase del cancro, il trattamento ed il farmaco. "Nel frattempo, i nostri risultati sottolineano la necessità di studi clinici per definire i veri vantaggi della (diabete droga) metformina e statine nei pazienti con tumore del colon stadio precoce", ha detto.

Altri ricercatori che contribuiscono a questa ricerca includono: Yang Yang e Liu Baorui, Comprehensive Cancer Center di Drum Tower Hospital, Medical School di Nanjing University, Nanjing, Cina; e Patrick D. Mauldin, Myla Ebeling, Thomas C. Hulsey, Melanie B. Thomas, e E. Ramsey Camp, Medical University of South Carolina, Charleston.

Questa ricerca è stata sostenuta in parte dalla Torre del Tamburo di Nanchino Hospital Salute, Istruzione, e Research Foundation.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha