Diabete di tipo 1 innescato da cellule T regolatorie 'pigri'

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un gruppo di ricerca guidato dal Dr. Ciriaco A. Piccirillo del Dipartimento di Microbiologia e Immunologia della McGill University ha scoperto che in alcuni individui, i immunomodulanti specializzate cellule T che regolano le reazioni autoimmuni del corpo possono perdere la loro efficacia e diventa "pigro" nel corso del tempo, portando alla comparsa di diabete di tipo 1.

Lo studio - condotto su diabetici non obesi (NOD) topi, che sono stati geneticamente progettati per modellare diabete umano - è stato pubblicato nel numero di gennaio 2008 della rivista Diabetes.

Nel diabete mellito, o il diabete di tipo 1, le cellule beta pancreatiche che producono insulina nel pancreas vengono attaccati e distrutti dal sistema immunitario del corpo. I pazienti devono iniettare insulina su base regolare o un rischio di shock diabetico e la morte, e sono a maggior rischio di numerosi problemi di salute secondari, compresa la cecità, infarto e ictus.




"I meccanismi genetici e cellulari con cui il sistema immunitario va fuori controllo e distrugge gli isolotti è stato un enigma e una zona di grande interesse negli ultimi decenni", ha detto il dottor Piccirillo, Canada Research Chair in Regulatory linfociti del sistema immunitario Sistema, e figura di spicco in questo settore di ricerca. "Negli ultimi anni, è stato ipotizzato che cellule T regolatorie non funzionali sono il meccanismo di critica, e questo studio lo dimostra."

CD4 + T-cellule di regolamentazione, il cui sviluppo e la funzione è dettata dal gene Foxp3 nei topi e nell'uomo, "hanno la funzione primaria di versare una doccia fredda sulle risposte infiammatorie," ha spiegato il dottor Piccirillo. "Si sopprimono e regolano la funzione delle varie risposte immunitarie ai microbi, tumori, allergeni e trapianti." Mentre i topi NOD diabete-sensibili in realtà generano un numero normale di Foxp3 cellule T oltre la loro vita, il dottor Piccirillo ei suoi colleghi hanno scoperto che la potenza funzionale le cellule T 'è diminuita con l'età, lasciando potenziali risposte autoimmuni nel pancreas incontrollato.

E 'probabile, dicono i ricercatori, che alcune predisposizioni genetiche, insieme con il possibile contributo di fattori o infezioni ambientali esterni, potrebbero potenzialmente alterare la funzione delle cellule T di regolamentazione in soggetti sensibili e innescare una vera e diabetico reazione autoimmune nel pancreas.

"Una volta che cominciano, queste risposte immunitarie sono come un fuoco che va deselezionata per vigili del fuoco, o una macchina in discesa senza freni," ha detto il dottor Piccirillo. Inoltre, ha detto, questa scoperta chiarisce non soltanto il meccanismo mediante il quale il diabete di tipo 1 è attivato, ma indica anche la via allo sviluppo di nuove terapie basate sistema immunitario per tutta una serie di malattie.

"Crediamo che queste cellule di regolamentazione possono rappresentare una sorta di interruttore generale, e per capire come sono fatti, come funzionano e come sopravvivere, potremmo essere in grado di fermare la malattia si verifichi."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha