Dieta, attività fisica può influenzare il rischio di sviluppare calcoli renali

Marzo 21, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Anche piccole quantità di attività fisica possono ridurre il rischio di sviluppare calcoli renali, secondo uno studio che appare in un prossimo numero del Journal of American Society of Nephrology (JASN). Lo studio ha anche riscontrato che il consumo di troppe calorie può aumentare il rischio.

Nel corso degli ultimi 10 o 15 anni, la ricerca ha rivelato che i calcoli renali sono più di un problema sistemico di quanto si pensasse. I loro legami con l'obesità, il diabete, la sindrome metabolica e malattie cardiovascolari dimostrano che il processo di formazione di calcoli coinvolge più solo i reni. Come la prevalenza di calcoli renali è aumentato drammaticamente, soprattutto nelle donne, gli sforzi per ridurre il rischio di formazione di calcoli sono diventati ancora più importante.

Mathew Sorensen, MD (Università di Washington School of Medicine, e il Puget Sonoro of Veterans Affairs) ei suoi colleghi hanno condotto uno studio per valutare se l'assunzione di energia e dispendio energetico si riferiscono alla formazione di calcoli renali. Hanno studiato 84.225 donne in postmenopausa partecipando Initiative di salute delle donne, che è stata la raccolta di informazioni quali la dieta alimentare e l'attività fisica nelle donne a partire dagli anni 1990.




Dopo aggiustamento per molteplici fattori, tra cui l'indice di massa corporea, i ricercatori hanno scoperto che l'attività fisica è stata associata con un massimo di un 31% diminuzione del rischio di calcoli renali. "Anche piccole quantità di esercizio fisico può diminuire il rischio di calcoli renali - non ha bisogno di essere maratone, come l'intensità dell'esercizio non sembra avere importanza", ha detto il dottor Sorensen. Le donne potevano ottenere il massimo beneficio eseguendo 10 equivalenti metabolici a settimana, che è l'equivalente di circa tre ore di cammino media (2-3 mph), quattro ore di giardinaggio luce, o un'ora di moderata da jogging (6 mph).

Il team ha anche scoperto che il consumo di più di 2200 calorie al giorno aumenta il rischio di sviluppare calcoli renali fino al 42%. L'obesità è anche un fattore di rischio per la formazione di calcoli.

"Essere consapevoli di apporto calorico, a guardare il loro peso, e facendo sforzi per esercitare sono fattori importanti per migliorare la salute dei nostri pazienti globale, e in quanto si riferisce a calcoli renali", ha detto il dottor Sorensen.

In un editoriale di accompagnamento, John Lieske, MD (Mayo Clinic) ha osservato che, poiché questo studio comprendeva solo donne in postmenopausa, che dovrà essere replicata in altre popolazioni. Ha aggiunto che è anche possibile che le donne che esercitano regolarmente hanno altre abitudini salutari che riducono il rischio di pietra. "Ciò nonostante, conservatore (nonpharmacologic) Consulenza per i pazienti con le pietre spesso centri quasi esclusivamente sulla dieta, sottolineando una maggiore assunzione di liquidi, normale di calcio nella dieta, più basso di sodio, proteine ​​moderato, e ridotto ossalato alimentare. I risultati di Sorensen et al. Suggeriscono che una raccomandazione per l'attività fisica moderata può ragionevolmente essere aggiunto al mix, "ha scritto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha