Discovery arresta le cellule staminali del cancro al seno

Marzo 23, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le cellule staminali del cancro al seno (CSC), le cellule aggressive ritenuti resistenti alle attuali terapie anti-cancro e che promuovono le metastasi, sono stimolate dagli estrogeni attraverso un percorso che rispecchia lo sviluppo delle cellule staminali normali. L'interruzione del percorso, i ricercatori sono stati in grado di fermare l'espansione della CSC al seno, una scoperta che suggerisce un nuovo bersaglio terapia farmacologica.

Lo studio, svolto nei topi, è pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences (PNAS) Early Edition questa settimana.

"Un aspetto critico del nostro lavoro è stato quello di scoprire che gli estrogeni potrebbero promuovere la crescita del cancro al seno modulando la proporzione di CSC seno. Poiché CSC non erano direttamente sensibile agli estrogeni, non era chiaro come gli estrogeni potrebbe influenzare il loro numero. Tuttavia, abbiamo trovato che le cellule tumorali ormono-sensibile in grado di comunicare con CSC per regolare i loro numeri. Per interrompere l'interazione tra popolazioni di cellule di cancro siamo stati in grado di prevenire la crescita del tumore ", ha detto Charlotte Kuperwasser, PhD, professore associato in anatomia e biologia cellulare e radiazioni reparti di oncologia alla Tufts University School of Medicine, e membro della genetica e delle cellule, le facoltà del programma di biologia molecolare e dello sviluppo presso la Sackler School of Graduate Scienze Biomediche presso la Tufts.




"È interessante notare che questo percorso di segnalazione comporta molti degli stessi attori che controllano il normale biologia delle cellule staminali, sollevando una possibilità più generale che CSCs in altri tumori potrebbero essere regolati da meccanismi che guidano lo sviluppo normale", ha detto Kuperwasser.

Kuperwasser e colleghi del MIT e di Harvard hanno utilizzato un modello murino per esaminare il comportamento del tessuto mammario umano canceroso con un metodo che imita il corpo umano più da vicino rispetto ai modelli standard del mouse. I ricercatori hanno prima esaminato l'effetto di estrogeni sul seno crescita CSC, trovando che gli estrogeni causata seno numeri CSC per aumentare di quasi il 800 per cento. Poiché pochi CSC seno contengono recettori degli estrogeni, i ricercatori sospettavano che le azioni di estrogeni erano attraverso un meccanismo di segnalazione dalle cellule vicine che esprimono i recettori.

"Quando le cellule vicine sono stati esposti agli estrogeni, sono secreti 14 volte più FGF9, una proteina di segnalazione che guida CSC proliferazione. Quando abbiamo bloccato il percorso FGF con una piccola molecola inibitore, abbiamo visto la perdita di crescita CSC, tumorspheres generazione, e anche la formazione di tumori . Abbiamo poi legati FGF segnalazione all'asse segnalazione TBX3, che è importante anche per lo sviluppo embrionale ghiandola mammaria ", ha detto il primo autore Christine Fillmore, PhD, un laureato 2009 del programma di genetica presso la Scuola Sackler e attualmente ricercatore in genetica presso Children Hospital di Boston.

"Questi risultati mostrano che interferire con questo percorso di segnalazione è una strategia promettente per il targeting CSC seno. Siamo fiduciosi che la migliore comprensione dei meccanismi che promuovono CSCs seno porterà allo sviluppo di farmaci che possono essere utilizzati per fermare la proliferazione CSC," ha detto Kuperwasser.

Kuperwasser porta anche un laboratorio presso l'Oncologia Molecolare Research Institute (MORI) alla Tufts Medical Center, che è dedicato all'esplorazione dei meccanismi molecolari del cancro e la traduzione dei risultati in clinica.

Ulteriori autori dello studio includono Piyush Gupta, PhD, ex del Broad Institute, e ora membro del Whitehead Institute for Biomedical Research e assistente professore di biologia al MIT; Jenny Rudnick, uno studente laureato in cella, programma di biologia molecolare e dello sviluppo presso la Scuola Sackler e membro del laboratorio Kuperwasser a MORI; Silvia Caballero, ex partecipante al Programma Education Research post-diploma di maturità presso la Scuola Sackler, e ora alla Cornell University; Patricia Keller, PhD, un borsista post-dottorato nel dipartimento di anatomia e biologia cellulare presso TUSM e membro del laboratorio di Kuperwasser a MORI; e Eric Lander, PhD, direttore fondatore del Broad Institute, professore di biologia al MIT, e professore di biologia dei sistemi presso la Harvard Medical School.

Questo studio è stato sostenuto dal Breast Cancer Research Foundation, la Raymond e Beverly Sackler Foundation, e dal National Cancer Institute, parte del National Institutes of Health; e da un Broadway su Beachside Postdoctoral Fellowship dalla Divisione New England della American Cancer Society a Patricia Keller.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha