Discovery mostra grasso scatena l'artrite reumatoide: apre la strada per nuove terapie geniche

Giugno 3, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati hanno scoperto che le cellule di grasso del ginocchio secernono una proteina legata ad artrite, una scoperta che apre la strada a nuove terapie geniche che potrebbero offrire sollievo e la mobilità a milioni in tutto il mondo.

"Abbiamo scoperto che il grasso delle articolazioni del ginocchio secerne una proteina chiamata fattore pro-D, che dà luogo ad un altro proteina nota come fattore D che è legata all'artrite", ha detto Nirmal Banda, Ph.D., professore associato di medicina nella divisione di Reumatologia presso l'Università del Colorado School of Medicine. "Senza il fattore D, i topi non possono ottenere l'artrite reumatoide."

L'artrite reumatoide è una condizione autoimmune che distrugge progressivamente le ossa, i muscoli, le articolazioni, cartilagine e altri tessuti connettivi. Oltre 1% o circa 1,3 milioni di americani soffrono.




Banda, senior autore dello studio pubblicato questa settimana sul Journal of Immunology, ha trascorso gli ultimi 14 anni rintracciare le cause di artrite reumatoide in collaborazione con CU School of Medicine professori Michael holers, MD, e William Arend, MD.

Ora, con la scoperta di pro-fattore D in topi con artrite reumatoide, sta lavorando a terapie geniche per eliminare la proteina in aree localizzate. Tuttavia, questi risultati devono ancora essere esteso agli esseri umani.

"Stiamo cercando di vaccini, farmaci o inibitori di fermare la secrezione locale di pro-fattore D nel topo", ha detto. "Il nostro obiettivo sarebbe quello di fermare la malattia prima che progredisce e porta alla distruzione articolare."

Fattore D è parte del sistema del complemento, una serie complessa di oltre 40 proteine ​​che aiutano il corpo a combattere i batteri e altri agenti patogeni. Negli studi con i topi artritici, Banda precedentemente trovato che la via del complemento che coinvolge fattore D reso i topi suscettibili di artrite infiammatoria.

Nel suo ultimo studio, scoprì che fattore rimozione D, piuttosto che l'intero sistema del complemento, raggiunge lo stesso risultato senza compromettere altre parti del sistema in grado di combattere l'infezione.

"Sappiamo che il grasso è normalmente presente attorno a tutti gli organi del corpo", ha detto. «Ma quello che non sapevamo fino ad ora era che il grasso sta secernendo questa proteina che innesca in realtà artrite nelle articolazioni."

Egli ha osservato che il grasso fa la stessa cosa in tutte le articolazioni, non solo le ginocchia. Ciò significa che i nuovi farmaci derivanti da questa scoperta potrebbe trattare l'artrite infiammatoria in tutto il corpo.

Mentre è teoricamente possibile distruggere l'intero sistema del complemento nell'uomo per prevenire l'artrite, che alla fine ritorna con un rinnovato rischio di contrarre la malattia. Nel frattempo, i pazienti possono ottenere infezioni e altre complicazioni perché mancano questa parte critica del sistema immunitario.

"Il sistema del complemento è amici e nemici", ha detto Banda. "Crediamo di poter chiudere una parte del sistema del complemento che scatena la malattia senza spegnere il resto. Se è così, ci sarà fare un importante passo verso il trattamento e forse anche curare l'artrite reumatoide."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha