Disturbi alimentari in adolescenza: Potrebbe il pronto soccorso è un buon posto per individuarli?

Aprile 19, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Potrebbe il pronto soccorso è un buon posto per individuare disturbi alimentari non diagnosticati tra gli adolescenti, e li aiutano ad orientare al trattamento? Un nuovo studio della University of Michigan suggerisce che potrebbe essere il caso.

I ricercatori proiettati più di 940 ragazzi e giovani adulti di età compresa tra 14 anni a 20 anni per i disturbi alimentari, come parte della loro visita al Pronto Soccorso di messaggistica unificata per qualsiasi motivo non-psichiatrica.

Essi hanno scoperto che il 16 per cento - più di uno in ogni 6 - avuto indicazioni di un disturbo alimentare. Quelli che ha fatto erano anche molto più probabilità di mostrare segni di depressione e abuso di sostanze - condizioni che spesso vanno di pari passo con disturbi alimentari.




I risultati sono pubblicati nel numero di novembre del Journal of Eating Disorders.

I ricercatori, del Dipartimento di Medicina di Emergenza e Dipartimento di Psichiatria, e il Centro del UM Medical School per i disturbi alimentari di Ann Arbor, MI, ha osservato inoltre che più di un quarto dei pazienti con sintomi di disturbi alimentari erano maschi - un più alto percentuale di quanto si potrebbe aspettare.

Contrariamente alle percezioni di disturbi alimentari di molte persone, ma in linea con quello che gli esperti conoscono le condizioni, i pazienti che screening positivo per disturbi alimentari al pronto soccorso sono stati più di tre volte più probabilità di essere obesi rispetto a quelli senza mangiare problemi.

Sebbene l'anoressia nervosa è il più comunemente noto disturbo alimentare, e richiama alla mente le immagini di adolescenti morbosamente magro, bulimia e binge eating sono anche disturbi alimentari - e sono noti per essere associati a sovrappeso e obesità.

Suzanne Dooley-Hash, MD, che ha condotto lo studio, lavora come medico di pronto soccorso a UM. Ha iniziato lo sforzo perché aveva la sensazione che i disturbi alimentari sono più comuni tra i pazienti ER rispetto alle unità di pronto ci potrebbe pensare - è solo che nessuno è stato chiesto a questo proposito.

Per molti adolescenti e giovani adulti, le visite ER sono più comuni di visite mediche regolari - o l'unica forma di assistenza medica che ricevono. In realtà, i ragazzi che hanno ricevuto assistenza pubblica di qualche tipo sono più probabilità di avere segni di disturbi alimentari nella popolazione in studio ER.

Così l'idea di screening per disturbi alimentari lì, e aiutando a rischio gli adolescenti ricevono il trattamento dopo la partenza, ER, potrebbe essere un modo efficace per arginare i problemi prima che diventino ancora più grave. Approcci simili sono state adottate per la droga e l'abuso di alcol, di guida a rischio, e altri comportamenti a rischio.

Il nuovo studio è stato parte dello studio UConnect, condotto da Rebecca Cunningham, MD, che è autore maggiore della nuova carta e professore associato di medicina di emergenza, e Maureen Walton, MPH, Ph.D., co-autore del nuova carta e professore associato di ricerca della psichiatria. Cunningham detiene anche un professore associato presso l'UM School of Public Health e dirige il Centro Injury UM.

I ricercatori riconoscono che lo studio rappresenta i pazienti da un ospedale, che si trova in una città universitaria, e dicono che ulteriori ricerche sarebbero necessarie per confermare l'applicabilità dei risultati "prima che gli interventi sono stati progettati.

"Vengono in per altre cose - e tocca a fornitori di assistenza sanitaria di sapere che cosa cercare", dice Dooley-Hash, un assistente professore di medicina di emergenza che ha lavorato per educare i suoi colleghi medici di emergenza sui disturbi alimentari e come individuare gli adolescenti ad alto rischio. "Squadre ER possono essere dotati di sottoporre i pazienti per la cura, così come facciamo per abuso di sostanze. Potrebbe essere un campanello d'allarme, un momento insegnabile, la possibilità di dire loro hanno bisogno di chiedere aiuto e di orientarle verso le risorse."

Fa notare che molti adolescenti con disturbi alimentari possono venire al loro medico o un pronto soccorso con dolori di stomaco legati, ma non vogliono riconoscere che i loro sintomi sono legati ad un problema di mangiare. Molti vanno diagnosticata per anni. All'altra estremità dello spettro, dice che ha visto i ragazzi muoiono in pronto soccorso dopo aver lottato con disturbi alimentari e la depressione e tendenze suicide che spesso li accompagnano.

Mentre il trattamento per i disturbi alimentari non è una cosa infallibile, e può richiedere anni, la prima di un paziente viene diagnosticata la meglio le loro possibilità sono, dice.

Oltre a Dooley-Hash, Cunningham e Walton, autori della nuova carta includono Judith D. Banker, MA, LLP, FAED del Centro per i disturbi alimentari e Yarden Ginsburg, MS del Dipartimento UM di Psichiatria. La ricerca è stata sostenuta dall'istituto nazionale su abuso di alcool e l'alcolismo, parte del National Institutes of Health, concedere AA018122. Dooley-Hash serve anche come direttore medico del Centro per i disturbi alimentari.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha