Disturbi del sonno REM raddoppia il rischio di decadimento cognitivo lieve, di Parkinson, secondo uno studio

Aprile 12, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le persone con sintomi che suggeriscono una rapida occhio movimento disturbo del comportamento del sonno, o RBD, hanno il doppio del rischio di sviluppare decadimento cognitivo lieve (MCI) o morbo di Parkinson entro quattro anni dalla diagnosi con il problema del sonno, rispetto a persone senza la malattia, uno studio della Mayo Clinic ha trovato.

I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati di recente sulla rivista Annals of Neurology.

Uno dei tratti distintivi di rapid eye movement (REM) del sonno è uno stato di paralisi. Al contrario, le persone con movimento rapido degli occhi disturbo del comportamento del sonno, sembrano agire i loro sogni quando sono in sonno REM. I ricercatori hanno usato la Mayo sonno Questionario per diagnosticare probabile RBD in persone che erano altrimenti neurologicamente normale. Circa il 34 per cento delle persone con diagnosi di probabile RBD sviluppato malattia di MCI o di Parkinson entro quattro anni di entrare nello studio, un tasso di 2,2 volte maggiore rispetto a quelli con normale sonno REM.




"Capire che alcuni pazienti sono a maggior rischio per la malattia di MCI o di Parkinson permetterà di intervento precoce, che è vitale in caso di tali disturbi che distruggono le cellule cerebrali. Anche se stiamo ancora cercando di trattamenti efficaci, la nostra migliore possibilità di successo è quello di identificare e trattare questi disturbi presto, prima della morte cellulare ", dice il co-autore Brad Boeve, MD, un neurologo della Mayo Clinic.

Precedenti studi di pazienti Mayo Clinic hanno dimostrato che circa il 45 per cento delle persone che soffrono di RBD svilupperà una sindrome neurodegenerativa come deterioramento cognitivo lieve o il morbo di Parkinson entro cinque anni dalla diagnosi.

RBD, MCI e il morbo di Parkinson

"Questo studio è il primo a quantificare il rischio associato con probabile RBD in media le persone, i pazienti non clinici, e dimostra che siamo in grado di predire l'insorgenza di alcune malattie neurodegenerative semplicemente ponendo alcune domande critiche", spiega l'autore Brendon P. Boot, MD, un neurologo comportamentale. Dr. Boot era a Mayo Clinic, quando è stato condotto lo studio. Egli è ora presso la Harvard University.

  • MCI è una fase intermedia tra il declino cognitivo previsto del normale invecchiamento e il declino più pronunciato di demenza. Si tratta di problemi con la memoria, il linguaggio, il pensiero e il giudizio che sono maggiori di modifiche tipiche legate all'età.
  • Circa 500.000 americani soffrono di malattia di Parkinson, che è caratterizzata da tremore o agitazione, rigidità degli arti e del tronco, lentezza dei movimenti, e disturbi dell'equilibrio e la coordinazione.
(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha