Disturbo Copper Fatal può ora essere rilevato al momento della nascita

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 15
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un test sviluppato da scienziati NIH potrebbe estendere notevolmente la sopravvivenza dei bambini con malattia di Menkes, un raro disturbo altrimenti fatale del metabolismo del rame. Il test consente per la diagnosi precoce della malattia, quando la possibilità di successo del trattamento è maggiore.

Non trattati, Menkes malattia risultati in danni irreparabili al cervello e il sistema nervoso. Il trattamento consiste in iniezioni di un farmaco contenente rame. I bambini con malattia di Menkes solito muoiono durante la prima decade di vita. In precedenza, non vi era alcuna prova del sangue per la diagnosi precoce della malattia di Menkes.

"Lo studio rappresenta un importante passo avanti nella diagnosi e nel trattamento di una malattia genetica rara ma devastante", ha dichiarato Duane Alexander, MD, Direttore dell'Istituto di NIH Nazionale della Salute del Bambino e lo Sviluppo Umano (NICHD), l'istituto di piombo NIH che ha condotto lo studio . "Le tecniche di laboratorio i ricercatori hanno utilizzato per individuare la malattia di Menkes alla fine può costituire la base di un test di screening neonatale per identificare i bambini con Menkes alla nascita, in modo da avere le maggiori possibilità di beneficiare di un trattamento."




Lo studio è stato una collaborazione tra ricercatori del NICHD, l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke (NINDS), e il Centro Clinico NIH. I ricercatori NINDS contribuito competenze in fase di test per le sostanze chimiche del sistema nervoso noto come catecolamine. Livelli di catecolamine sono determinati da un enzima di rame-dipendente e per questo motivo sono anormali nei neonati Menkes malattia.

Menkes malattia si verifica in circa uno su 100.000 neonati ed è causata da un difetto in un gene che regola i livelli di rame nel corpo, ha spiegato Stephen G. Kaler, MD, direttore clinico del NICHD e autore principale dello studio. Questo difetto, nel gene designato ATP7A, provoca anormalmente bassi livelli di rame nel cervello e nel fegato, nonché una quantità eccessiva di rame nei reni e intestino. Rame, anche se necessario solo in tracce, è un nutriente essenziale che svolge un ruolo fondamentale nello sviluppo del cervello, ha detto.

I neonati con malattia di Menkes solito appaiono normali alla nascita, ma cominciano a mostrare ritardi nello sviluppo a 6 a 8 settimane. I bambini affetti possono sperimentare sequestri e al di sotto della temperatura corporea normale. I bambini con malattia di Menkes sviluppano anche i capelli crespi distintivo, che è in acciaio di colore o incolore ed è facilmente contagiato il cranio.

Dr. Kaler spiegato che il rame è necessario per la produzione di mielina, un materiale isolante che circonda certi tipi di cellule cerebrali e nervose. La deposizione di mielina intorno alle cellule cerebrali e nervose è quasi completata da 2 anni, in modo che il disturbo può potenzialmente essere trattato se la terapia sostitutiva rame è iniziata subito dopo la nascita. I sintomi della malattia di Menkes di solito non si sviluppano fino a 2 o 3 mesi di età, ma da quel momento, la carenza di rame ha già causato danni significativi cervello che il trattamento non sembra in grado di invertire, il dottor Kaler detto.

Il gene difettoso nella malattia di Menkes si trova sul cromosoma X. Perché i maschi hanno un solo cromosoma X, hanno una sola copia del gene ATP7A e così sono gravemente colpiti dalla malattia. Le femmine hanno due cromosomi X. Se hanno un gene difettoso ATP7A, non sono gravemente colpiti, perché la loro residua cromosoma X di solito ha un gene funzionante ATP7A.

Nella loro ricerca, il dottor Kaler e suoi collaboratori hanno valutato i neonati di sesso maschile che sono stati considerati a rischio per la malattia di Menkes.

Sulla base di livelli di catecolamine, i ricercatori hanno previsto 12 neonati maschi sarebbe sviluppare la malattia di Menkes e somministrato il farmaco contenente rame, che parte da un età molto precoce. Studi sul DNA del gene ATP7A confermato la diagnosi in ogni caso. I bambini sono stati dati le iniezioni di rame per tre anni, ricevendo due colpi al giorno per il primo anno e un girato un giorno durante il secondo e terzo anno. Poiché l'esposizione a lungo termine al rame può danneggiare i reni, le iniezioni di rame sono stati fermati dopo 3 anni. I ricercatori hanno seguito i bambini per tutta l'infanzia per tracciare i loro tassi di sopravvivenza e lo sviluppo mentale. Coloro che hanno ricevuto iniezioni subito dopo la nascita ha avuto un maggiore tasso di sopravvivenza rispetto a un gruppo precedentemente documentato di neonati Menkes malattia che non avevano ricevuto iniezioni di rame primi.

Dei 12 uomini nello studio, 92 per cento erano ancora in vita una media di 4,6 anni più tardi. Solo il 13 per cento dei maschi nel gruppo precedente di pazienti tardiva diagnosi fosse vivo una media di 1,8 anni dopo la diagnosi.

Dr. Kaler ha detto che i partecipanti allo studio non hanno mostrato alcun declino della salute dopo l'arresto la sostituzione del rame.

I ragazzi variavano nella loro risposta al trattamento di rame. Due sviluppato relativamente normalmente, mentre il resto ha avuto vari gradi di compromissione dello sviluppo. Quando il dottor Kaler ei suoi collaboratori hanno esaminato la natura del difetto genico ATP7A dei ragazzi, hanno scoperto che i ragazzi con particolari alterazioni nel gene risposto meglio alle iniezioni di rame che ha fatto i ragazzi con altri difetti nel gene. Essi hanno dimostrato che i geni ATP7A dei ragazzi che avevano le migliori risposte cliniche alle iniezioni di rame mantenuto una certa capacità rudimentale di regolare il rame.

Dr. Kaler ei suoi colleghi stanno ora lavorando per sviluppare la loro ricerca da una prova che gli operatori sanitari potrebbero usare per lo screening di routine per la malattia neonati maschi Menkes.

"Penso che i nostri risultati possono essere particolarmente significativo per i genitori che hanno sofferto a causa di questa condizione e perso i figli ad esso, il dottor Kaler ha detto." Menkes malattia e altre malattie rare dell'infanzia trasmettono un peso per le famiglie che è ingiusto e sottovalutato. Che un disturbo si verifica raramente ha senso se il proprio figlio, nipote, o un fratello è interessato. "

Dr. Kaler aggiunto che mentre approcci terapeutici aggiuntivi sono ancora necessari per molti pazienti Menkes, il presente lavoro segna l'inizio di un periodo in cui i genitori di ogni bambino nato con questa malattia possono anticipare migliori risultati clinici. Ha incoraggiato le coppie con una storia familiare di malattia di Menkes di contattare il NIH se hanno domande su questo studio di ricerca. Può essere raggiunto a 301 496-8368.

Questo lavoro è descritto nel febbraio 7 Nuovo England Journal of Medicine.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha