Donazioni di sangue potrebbe contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache in turnisti

Aprile 10, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati, guidati dal dottor Margit Egg (Università di Innsbruck), hanno lavorato su zebrafish (Danio rerio), un organismo modello che, come gli esseri umani, è attivo durante il giorno. I pesci sono stati sottoposti ad alternare breve (7 ore) e lunga (21 ore) giorni, simile a turni comuni nell'industria. Si è constatato che gli animali "jetlag" hanno mostrato maggior numero di globuli rossi invecchiati, che hanno accumulato nei vasi sanguigni.

Dr Egg dice: "Di solito c'è un equilibrio tra di nuova produzione di globuli rossi e quelli vecchi che vengono rimossi dal sangue." Le cellule vecchie sono meno flessibili e diventare bloccati nella milza e nel fegato, dove vengono inghiottiti dai globuli bianchi. Jetlag sembra interrompere questo processo di rimozione, ma i ricercatori sono attualmente sicuri perché questo è il caso.




Grandi aggregati di vecchi globuli rossi nei vasi sono rischiosi, perché questo aumenta la possibilità di un coagulo che potrebbe portare a un attacco di cuore. Questo potrebbe spiegare perché i lavoratori del turno hanno un rischio maggiore del 30% delle malattie cardiovascolari. Inoltre, la ridotta funzionalità delle cellule invecchiate riduce l'ossigeno capacità del sangue di trasportare.

I ricercatori hanno anche scoperto che zebrafish sono state meno colpite dal jetlag se fossero simultaneamente esposti a condizioni in cui è stato limite di ossigeno (nota come ipossia). Questo perché ipossia stimola la produzione di globuli rossi freschi. Le vie di segnalazione cellulare che regolano i ritmi quotidiani e la risposta ipossica sono intrinsecamente legati. Questo si basa sull'osservazione che i geni attivati ​​dall'ipossia, come l'eritropoietina, che regola la produzione di globuli rossi, normalmente mostrano un ritmo giornaliero di attività che viene disturbato in condizioni di ipossia.

"In zebrafish, ipossia in combinazione con jetlag ha portato alla produzione di globuli rossi freschi, contrastando le conseguenze dannose del jetlag e ridurre la mortalità del 10%", spiega Egg. "Le donazioni di sangue negli esseri umani stimolano anche la produzione di nuovi globuli rossi freschi. Pertanto, le donazioni di sangue su base regolare potrebbe essere una misura molto semplice per contribuire a ridurre il rischio cardiovascolare in turnisti umani."

Professor Egg ei suoi colleghi stanno attualmente indagando se jetlag colpisce altri processi fisiologici, a parte il sistema cardiovascolare.

Questa ricerca è stata presentata presso la Società di Biologia Sperimentale Annual Meeting 2014 presso l'Università di Manchester, Regno Unito, dalla prime al quarto di luglio.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha