Donne in postmenopausa con Higher Testosterone può avere rischio di malattie cardiache Maggiore

Maggio 17, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le donne in postmenopausa che hanno livelli di testosterone più elevati possono essere a maggior rischio di malattie cardiache, la resistenza all'insulina e la sindrome metabolica rispetto a donne con bassi livelli di testosterone, secondo un nuovo studio accettato per la pubblicazione nel Journal The Endocrine Society of Clinical Endocrinology & Metabolism (JCEM ).

Queste nuove informazioni è un passo importante, dicono i ricercatori, nella comprensione del ruolo che gli ormoni svolgono nella salute delle donne.

"Per molti anni, gli androgeni come il testosterone sono stati pensati per svolgere un ruolo significativo solo negli uomini e di essere in gran parte irrilevante nelle donne", ha detto Anne Cappola, MD, della University of Pennsylvania School of Medicine di Philadelphia. "E 'ormai ampiamente accettato che le donne in pre-menopausa con sindrome dell'ovaio policistico, una condizione in cui gli androgeni sono elevati, sono aumentati rischi per la salute. Tuttavia, la rilevanza clinica di testosterone nelle donne di età superiore ai 65 era rimasto incerto fino a questo recente studio."




In questo studio, i ricercatori hanno misurato i livelli di testosterone in 344 donne, di età compresa tra 65-98 anni. Essi hanno scoperto che le donne con i più alti livelli di testosterone - nella top 25 per cento di questo gruppo di studio - erano tre volte più probabilità di avere la malattia coronarica rispetto alle donne con bassi livelli di testosterone. Queste donne sono state anche tre volte più probabilità di avere un gruppo di fattori di rischio metabolici chiamato sindrome metabolica rispetto a donne con bassi livelli di testosterone.

Il collegamento tra i livelli più alti di testosterone e di questi rischi per la salute può essere spiegato dal ritrovamento del ricercatore di un maggior grado di resistenza all'insulina in donne con i più alti livelli di testosterone. La resistenza all'insulina è un disturbo metabolico in cui il corpo non usa l'insulina in modo efficiente ed è essa stessa un fattore di rischio per la sindrome metabolica e malattie cardiovascolari.

"A causa dell'aspetto osservazionale di questo studio, non possiamo discernere se il testosterone è un marker o mediatore della malattia cardiovascolare in questa popolazione", ha detto Cappola. "Sono necessari ulteriori studi per determinare se esiste una relazione causale tra il testosterone e la resistenza all'insulina e di fornire un quadro più chiaro del ruolo svolto testosterone nella patogenesi delle malattie cardiovascolari nelle donne."

Altri ricercatori che lavorano allo studio comprendono Shrita Patel, Sarah Ratcliffe, Muredach Reilly e Rachel Weinstein della University of Pennsylvania a Filadelfia; Shalender Bhasin di Boston University in Massachusetts; Marc Blackman del Veterans Affairs Medical Center di Washington, DC; Jane Cauley e Kim Sutton-Tyrrell dell'Università di Pittsburgh in Pennsylvania; e Linda Fried della Columbia University di New York, NY

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha