Dopo Sopravvivere Cancro al seno, le donne affrontano aumento del rischio di malattie cardiache

Giugno 1, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le donne che superano il cancro al seno hanno tutte le ragioni per festeggiare. Ma un cuore pieno di gioia può anche essere un cuore danneggiato da cancro terapie salvavita, un crescente corpo di ricerca mostra.

"La maggior parte delle terapie del cancro al seno oggi - tra cui nuove terapie ancora in fase di sviluppo - aumentano il rischio a lungo termine di malattie cardiovascolari", ha detto Lee W. Jones, Ph.D., professore fisiologo e assistente presso il Dipartimento di Chirurgia presso la Duke University Medical Center, Durham, NC. "Non sappiamo esattamente quanto grande il rischio aggiunto è, ma crediamo che sia sostanziale. Guadagni recenti nella sopravvivenza del cancro al seno-specifica potrebbe essere notevolmente diminuita di un aumento del rischio a lungo termine di morte cardiovascolare."

In un articolo pubblicato il 9 ottobre 2007, numero del Journal of American College of Cardiology (JACC), il dottor Jones ei suoi colleghi chiedono di prendere la vista lunga nella terapia del cancro al seno - non concentrandosi solo sul cancro immediato minaccia ma anche sulla salute cardiovascolare a lungo termine.




"Ci sono milioni di donne americane che vivono con il cancro al seno", ha detto Pamela S. Douglas, MD, capo di cardiologia presso la Duke e un co-autore del documento JACC. "E 'importante che non sprecare il loro secondo prospettive di vita."

Il cancro al seno è la forma più comune di cancro tra le donne americane, che rappresentano più di 200.000 nuovi casi ogni anno. Grazie alle nuove e migliori terapie, i tassi di mortalità per cancro al seno stanno cadendo drammaticamente - di quasi il 24 per cento tra il 1990 e il 2000, per esempio. Ciò significa che più donne che mai vivranno per anni con gli effetti cardiovascolari della terapia del cancro.

Molte donne di mezza età e anziani che sono diagnosticati con cancro al seno già fattori di rischio legati all'età per le malattie cardiovascolari, come l'elevata pressione sanguigna. Inoltre, l'inattività fisica e l'obesità sono stati collegati sia cancro al seno e malattie cardiache. Questo rischio preesistente aumenta solo la probabilità che le terapie del cancro al seno danneggiano il sistema cardiovascolare.

Terapie oncologiche danneggiano il cuore e vasi sanguigni in una varietà di modi. Agenti chemioterapici convenzionali in silenzio danneggiano il muscolo cardiaco in almeno la metà dei pazienti, riducendo la capacità di pompaggio del cuore e aumentare il rischio di insufficienza cardiaca anni più tardi. La radioterapia può provocare cicatrici e danni ai tessuti nel cuore e polmoni. Herceptin, un anticorpo monoclonale usato nel trattamento di donne con profili genetici ad alto rischio, è anche associato con tossicità cardiaca e insufficienza cardiaca.

Terapie sperimentali che limitano la crescita dei vasi sanguigni nei tumori possono causare anomalie coagulazione del sangue, la pressione alta e ridotta funzione cardiaca. Anche la terapia ormonale con inibitori dell'aromatasi desta preoccupazioni, data la riduzione a lungo termine dei livelli di estrogeni. Altrettanto importanti, molte donne diventano fisicamente inattivi durante la terapia del cancro, con conseguente aumento di peso significativo.

Mantenere la salute del cuore in mente durante la terapia del cancro al seno può essere semplice come l'esecuzione di una valutazione di base di fattori di rischio cardiovascolare standard, tra cui l'età, la pressione sanguigna, livelli di colesterolo, storia di fumo e il peso corporeo. A seconda dei risultati, il paziente può avere bisogno di una prescrizione o un rinvio ad un cardiologo.

L'esercizio fisico è una componente importante di qualsiasi programma di trattamento. Anche durante la terapia del cancro, l'esercizio sarà probabilmente aiutare una donna a sentirsi meglio. Inoltre, il dottor Jones sta facendo la ricerca per determinare se l'esercizio fisico migliora il flusso di sangue al tumore, rafforzando in tal modo la consegna di farmaci contro il cancro per il loro bersaglio.

Egli è anche studiando se l'esercizio fisico può proteggere il cuore dagli effetti dannosi della chemioterapia, per esempio, migliorando la pressione sanguigna, ridurre il peso corporeo e rafforzare la capacità di pompaggio del cuore. "Se l'esercizio fisico può migliorare gli esiti tumorali, proteggendo il sistema cardiovascolare, che sarebbe un risultato molto importante," ha detto.

Dr. Jones ritiene che se oncologi sottolineano l'importanza dell'attività fisica, i pazienti ascolteranno. "Le donne con cancro al seno sono molto motivati, ben informato e proattiva", ha detto il dottor Jones. "Sono molto interessato a sapere come vivere una vita sana."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha