Doppio dovere: regolatore del sistema immunitario ha trovato per proteggere il cervello dagli effetti di ictus

Maggio 15, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una piccola molecola nota per regolare le cellule bianche del sangue ha un secondo ruolo sorprendente nel proteggere le cellule del cervello dagli effetti deleteri di ictus, ricercatori del Johns Hopkins segnalare. La molecola, microRNA-223, colpisce come le cellule rispondono alla perdita temporanea delle forniture di sangue causata da ictus - e quindi la probabilità di subire danni permanenti delle cellule.

"Abbiamo deciso di trovare una piccola molecola con effetti molto specifici nel cervello, quello che potrebbe essere l'obiettivo di un futuro trattamento ictus", spiega Valina Dawson, Ph.D., professore presso la Scuola dell'Istituto di Medicina dell'Università John Hopkins per Ingegneria Cell. "Quello che abbiamo trovato è questa molecola coinvolta nella risposta immunitaria, che agisce anche in modo complesso sul cervello. Questo apre una serie di domande interessanti su ciò che microRNA-223 sta facendo e come, ma presenta anche una sfida per qualsiasi applicazione terapeutica . " Una relazione sulla scoperta è pubblicata nel 13 novembre questione degli Atti della National Academy of Sciences.

RNA è meglio conosciuto come un intermediario che navette informazioni genetiche dal DNA e quindi aiuta a produrre le proteine ​​sulla base di tali informazioni. Ma, spiega Dawson, una decina di anni fa, i ricercatori hanno portato alla luce una completamente diversa classe di RNA: piccoli frammenti agili che regolano la produzione di proteine. Nel caso di microRNA, un membro di questa classe, che il controllo deriva dalla capacità di legarsi alle molecole di RNA messaggero che trasportano le informazioni genetiche, e quindi impedire loro di consegnare i loro messaggi. "Rispetto alla maggior parte dei modi di spegnere geni off, questo è molto veloce", osserva Dawson.




Ragionamento che questa azione rapida, insieme ad altre proprietà, potrebbe fare microRNA un buon obiettivo per lo sviluppo di una terapia, Dawson e il suo team ha cercato microRNA che regolano la risposta delle cellule cerebrali per mancanza di ossigeno.

Per fare questo, hanno cercato proteine ​​che è aumentato in numero di cellule sottoposte a stress, e quindi esaminato come la produzione di queste proteine ​​è stato regolamentato. Per molti di loro, microRNA-223 ha svolto un ruolo, afferma Dawson.

Nella maggior parte dei casi, le proteine ​​regolati da microRNA-223 risultarono essere coinvolti nel rilevare e rispondere a glutammato, un segnale chimico comune cellule cerebrali usano per comunicare tra loro. Un ictus o altre lesioni può portare a un eccesso pericoloso di glutammato nel cervello, così come una serie di malattie, tra cui l'autismo e il morbo di Alzheimer. Perché microRNA-223 è coinvolto nella regolazione tante diverse proteine, e perché colpisce i recettori del glutammato, che si sono coinvolti in molti processi differenti, portata della molecola si è rivelato molto più ampio del previsto, dice Maged M. Harraz, Ph.D ., ricercatore associato presso Hopkins che ha condotto lo studio. "Prima di questo esperimento, non abbiamo apprezzato che un singolo microRNA potrebbe disciplinare tante proteine", spiega.

Questa scoperta suggerisce che microRNA-223 è improbabile che diventare un bersaglio terapeutico in un prossimo futuro, a meno che i ricercatori a capire come evitare gli effetti collaterali indesiderati, dice Dawson.

Altri autori sulla carta sono Stephen M. Eacker, Ph.D., Xueqing Wang, Ph.D., e Ted M. Dawson, MD, Ph.D., della Scuola di Medicina dell'Università John Hopkins.

Questo lavoro è stato sostenuto da una sovvenzione da parte del National Institutes of Health (sovvenzione DA000266) e da una borsa di studio del Maryland Stem Cell Research Fund.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha