Droga Cuore riduce il rischio di cancro alla prostata, rappresenta un potenziale per l'uso terapeutico

Maggio 2, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Scienziati della Johns Hopkins ei loro colleghi accoppiati laboratorio e dati epidemiologici per scoprire che gli uomini di usare il farmaco cardiaco, digossina, avevano un rischio del 24 per cento più basso per il cancro alla prostata. Gli scienziati dicono che ulteriori ricerche sulla scoperta potrebbe portare ad un uso del farmaco, o quelli nuovi che funzionano allo stesso modo, per curare il cancro.

Digossina, fatta dalla pianta di digitale, è stato usato per secoli nella medicina popolare e per decenni per trattare l'insufficienza cardiaca e anomalie del ritmo cardiaco congestizio. E 'inoltre emerso come candidato leader tra 3.000 farmaci schermati dal team Johns Hopkins per la capacità dei farmaci "per frenare la crescita delle cellule del cancro della prostata, secondo gli inquirenti, che hanno pubblicato i loro risultati nel numero del 3 aprile questione della Cancer Discovery.

Ulteriori ricerche, dal team, in una coorte di oltre 47.000 uomini ha rivelato che coloro che hanno preso digossina per le malattie cardiache avevano un rischio significativamente più basso di cancro alla prostata. Gli scienziati avvertono, però, che il loro lavoro non dimostra digossina previene il cancro alla prostata, né sono suggerendo il farmaco utilizzato per prevenire la malattia. "Questo non è un farmaco che ci dà a persone sane", dice Elizabeth Platz, Sc.D., MPH, professore di epidemiologia, oncologia e urologia presso l'Bloomberg School of Public Health Johns Hopkins. Effetti indesiderati gravi di aumento del seno e del ritmo cardiaco irregolarità maschi, e il farmaco comunemente provoca nausea, vomito e mal di testa.




Nella prima fase della ricerca, Johns Hopkins assistente professore Srinivasan Yegnasubramanian, MD, Ph.D, direttore Kimmel Cancer Center e professore William G. Nelson, MD, Ph.D., professore e giugno Liu, Ph.D., ha identificato 38 composti già approvati dalla FDA o con una storia di uso medico da un database di oltre 3.000. Le 38 farmaci candidati ridotti prostata crescita delle cellule tumorali in laboratorio di almeno il 50 per cento. Essi non comprendono farmaci chemioterapici noti tra i 38.

Nelson e Yegnasubramanian poi preso l'elenco dei 38 farmaci per Platz, una ricerca collaboratrice cancro della prostata. "Sono letteralmente irruzione nel mio ufficio e ha chiesto, 'Si può guardare a questo elenco di farmaci candidati e vedere se si può studiare qualsiasi di loro in una coorte epidemiologica?'" Ricorda Platz.

"Ci siamo resi conto che la combinazione nostri approcci di laboratorio ed epidemiologici potrebbe ridurre la possibilità che i risultati sui farmaci candidati potrebbe essere dovuta al caso", dice Platz. "Aggiungere lo studio epidemiologico al passo schermata droga fornito una valutazione del potenziale attività del farmaco nelle persone."

Il colpo in cima alla lista dei farmaci contro il cancro anti-prostata, disulfiram, è usato per trattare l'alcolismo cronico, ma perché è usato raramente tra la popolazione generale, non è stato possibile valutare in modo efficace nello studio epidemiologico. Il secondo candidato è stato digossina, segnalano, che è stato prescritto abbastanza spesso da studiare.

Per vedere se potevano individuare un legame tra digossina e il cancro alla prostata negli esseri umani, si è rivolto a un gruppo di circa 47.000 uomini di età compresa tra 40-75 che hanno partecipato operatori sanitari di Harvard studio di follow-up dal 1986 al 2006 e non ha avuto una diagnosi di cancro prima del 1986. I partecipanti allo studio avevano completato un questionario ogni due anni, relazioni sulle informazioni demografiche, la storia medica, l'uso di farmaci e fattori di stile di vita. Per gli uomini che hanno segnalato una diagnosi di cancro alla prostata, i ricercatori hanno valutato le loro cartelle cliniche e referti patologici.

Tra i partecipanti allo studio, sono stati segnalati 5.002 casi di cancro alla prostata. Due per cento di tutti i partecipanti allo studio riportato l'uso regolare della digossina, all'inizio dello studio, e quegli uomini avevano un rischio relativo 24 per cento più basso di ammalarsi di cancro alla prostata rispetto agli uomini che non hanno utilizzato il farmaco. Coloro che hanno usato digossina per più di 10 anni ha avuto circa la metà il rischio di sviluppare il cancro alla prostata di quelli che non hanno.

Anche dopo escludere tali "fattori di confondimento" potenzialmente come screening con PSA, storia familiare di cancro alla prostata, e l'uso di altri farmaci per il cuore, il minor rischio di cancro alla prostata tra gli utenti di digossina sollevò, dicono i ricercatori.

Platz e Yegnasubramanian dicono che i prossimi passi sarà quello di determinare il meccanismo dell'effetto di digossina sulle cellule del cancro alla prostata, che sosterrà il test digossina o altri farmaci che funzionano allo stesso modo negli studi clinici come potenziale terapia del cancro alla prostata. Digossina altera vie enzimatiche per sodio e potassio nelle cellule cardiache, e secondo i ricercatori, potrebbe anche avere un effetto sugli stessi o diversi percorsi nel cancro alla prostata.

Finanziamento per la ricerca è stato fornito dal National Cancer Institute, National Institutes of Health, la Patrick C. Walsh Prostate Cancer Research Fund presso la Johns Hopkins, e il National Heart, Lung, and Blood Institute.

Ulteriori scienziati che hanno condotto le ricerche incluse Curtis R. Chong e Joong Sup Shim dalla Johns Hopkins; e Stacey A. Kenfield, Meir Stampfer J., Walter C. Willett, e Edward Giovannucci della Harvard School of Public Health e il Laboratorio Channing, Dipartimento di Medicina, Harvard Medical School e Brigham & Women Hospital.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha