Educare possono proteggere i bambini da cambiamenti cerebrali legati alla povertà

Aprile 23, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Tra i bambini che vivono in povertà, i ricercatori hanno identificato i cambiamenti nel cervello che possono portare a problemi per tutta la vita come la depressione, difficoltà di apprendimento e le limitazioni nella capacità di far fronte allo stress. Lo studio ha dimostrato che la portata di questi cambiamenti è stato fortemente influenzato dal fatto che i genitori sono stati nutrimento.

La buona notizia, secondo i ricercatori, è che una vita familiare nutrimento può compensare alcuni dei cambiamenti negativi in ​​anatomia del cervello tra i bambini poveri. E i risultati suggeriscono che l'insegnamento delle competenze nutrimento ai genitori - in particolare quelli che vivono in povertà - può fornire un beneficio a vita per i loro figli.




Lo studio è pubblicato online il 28 ottobre e apparirà nel numero di novembre di JAMA Pediatrics.

Utilizzando la risonanza magnetica (MRI), i ricercatori hanno scoperto che i bambini poveri con i genitori che non erano molto nutrimento potevano avere meno materia grigia e bianca nel cervello. Materia grigia è strettamente legata all'intelligenza, mentre la materia bianca spesso è legata alla capacità del cervello per trasmettere segnali tra le varie cellule e strutture.

Le scansioni MRI inoltre rivelato che due strutture cerebrali chiave erano più piccole nei bambini che vivevano in condizioni di povertà: l'amigdala, una struttura fondamentale per la salute emotiva, e l'ippocampo, una zona del cervello che è fondamentale per l'apprendimento e la memoria.

"Ci conosciamo da molti anni di studi comportamentali che l'esposizione alla povertà è uno dei più potenti predittori di scarsi risultati di sviluppo per i bambini," ha detto il ricercatore principale Joan L. Luby, MD, un bambino psichiatra Washington University a St. Louis per bambini Ospedale. "Un numero crescente di studi di neuroscienze e di brain imaging di recente hanno dimostrato che la povertà ha anche un effetto negativo sullo sviluppo del cervello.

"Cosa c'è di nuovo è che la nostra ricerca mostra gli effetti della povertà sullo sviluppo del cervello, in particolare nell'ippocampo, sono fortemente influenzati dai genitori e la vita sottolinea che l'esperienza dei bambini."

Luby, professore di psichiatria e direttore del programma Early Development Emotional dell'università, è nel bel mezzo di uno studio a lungo termine della depressione infantile. Come parte del Preschool Depressione Studio, lei ha seguito 305 bambini sani e depressi da quando erano in età prescolare. Mentre i bambini sono cresciuti, essi hanno anche ricevuto risonanza magnetica che tracciano lo sviluppo del cervello.

"Abbiamo effettivamente imbattuti casualmente in questo risultato," ha detto. "Inizialmente, abbiamo pensato che avremmo dovuto controllare per gli effetti della povertà, ma come abbiamo cercato di controllare per questo, ci siamo resi conto che la povertà era davvero guidando alcuni dei risultati di interesse, e che ci ha causato a cambiare la nostra attenzione alla povertà, che non era lo scopo iniziale di questo studio ".

Nel nuovo studio, il team di Luby esaminato le scansioni da 145 bambini arruolati nello studio depressione. Alcuni erano depressi, altri in buona salute, e gli altri erano stati diagnosticati con diversi disturbi psichiatrici come l'ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattività). Mentre studia questi bambini, Luby detto è apparso chiaro che la povertà e la vita stressante di eventi, che spesso vanno di pari passo, stavano interessando lo sviluppo del cervello.

I ricercatori hanno misurato la povertà utilizzando quello che viene chiamato un rapporto di reddito da bisogni, che prende le dimensioni di una famiglia e di reddito annuo in considerazione. L'attuale livello federale di povertà è $ 23.550 per una famiglia di quattro persone.

Anche se i ricercatori hanno scoperto che la povertà ha avuto un forte impatto sulla materia grigia, sostanza bianca, i volumi dell'ippocampo e dell'amigdala, hanno scoperto che il principale motore dei cambiamenti tra i bambini poveri nel volume dell'ippocampo non era la mancanza di denaro, ma la misura in cui poveri i genitori nutrono i loro figli. L'ippocampo è una regione chiave del cervello di interesse per lo studio il rischio di perdite di valore.

La squadra di Luby valutato nutrimento mediante osservazioni fatte dai ricercatori - che erano a conoscenza di caratteristiche quali il livello di reddito o se un bambino ha avuto una diagnosi psichiatrica - quando i bambini venivano alla clinica per un appuntamento. E su una delle visite cliniche, i ricercatori hanno valutato nutrimento dei genitori utilizzando un test di impazienza del bambino e della pazienza di un genitore con quel bambino.

In attesa di vedere un professionista della salute, un bambino è stato dato un pacchetto regalo avvolto, e genitore di quel bambino o badante è stato dato scartoffie da compilare. Il bambino, nel frattempo, è stato detto che lui/lei non poteva aprire il pacchetto fino a che la badante ha completato il lavoro di ufficio, un compito che i ricercatori hanno stimato avrebbe preso circa 10 minuti.

La squadra di Luby scoperto che i genitori che vivono in povertà è apparso più stressati e meno in grado di nutrire i loro figli nel corso di tale esercizio. Nei casi in cui i genitori poveri sono stati classificati come buoni nutrici, i bambini erano meno probabilità di esporre le stesse modifiche anatomiche del cervello come bambini poveri con meno genitori nutrimento.

"I genitori possono essere meno emotivamente sensibile per tutta una serie di ragioni", ha detto Luby. "Possono lavorare due lavori o regolarmente si trovano cercando di scroccare insieme i soldi per il cibo. Forse vivono in un ambiente non sicuro. Essi possono essere di fronte molte sollecitazioni, e alcuni non hanno la capacità di investire in genitorialità favorevole quanto genitori che non devono vivere in mezzo a tali circostanze avverse. "

I ricercatori hanno anche scoperto che i bambini più poveri hanno più probabilità di avere eventi di vita stressanti, che possono influenzare lo sviluppo del cervello. Qualsiasi cosa, da trasferirsi in una nuova casa a cambiare scuola ad avere genitori che lottano regolarmente alla morte di una persona cara è considerato un evento di vita stressante.

Luby ritiene che questo studio potrebbe fornire politici con almeno una risposta parziale alla domanda di cosa si tratta di povertà che può essere così dannoso per il risultato dello sviluppo a lungo termine di un bambino. Perché sembra che un genitore o un caregiver nutrimento possono prevenire alcuni dei cambiamenti in anatomia del cervello che questo studio ha individuato, Luby ha detto che è di vitale importanza che la società investe in programmi di prevenzione di salute pubblica che colpiscono le abilità genitoriali nutrimento. Ha suggerito che una chiave passo successivo sarebbe quello di determinare se ci sono periodi di sviluppo sensibili quando gli interventi con i genitori potrebbero avere l'impatto più forte.

"I bambini che soffrono di sostegno badante positivo non necessariamente avvertono i problemi di sviluppo, cognitivi ed emotivi che possono influenzare i bambini che non ricevono più nutrimento, e questo è estremamente importante", ha detto Luby. "Questo studio ci dà un fattibile, bersaglio tangibile con il suggerimento che i primi interventi che si concentrano sulla genitorialità possono fornire un enorme payoff."

Il finanziamento di questa ricerca deriva dal National Institute of Mental Health (NIMH) del National Institutes of Health (NIH).

Numeri sovvenzioni NIH 2R01 MH064769-06A1, PA-07-070 NIMH R01 e 5K01 MH090515-04.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha