Effetto della riduzione della pressione arteriosa con farmaci immediatamente dopo ictus ischemico

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Jiang He, MD, Ph.D., della Scuola di sanità pubblica e medicina tropicale, New Orleans Tulane University, e colleghi hanno esaminato se moderato abbassamento della pressione arteriosa entro le prime 48 ore dopo l'insorgenza di un ictus ischemico acuto ridurrebbe morte e disabilità grave a 14 giorni o dimissione dall'ospedale.

"L'ictus è la seconda causa di morte e la principale causa di disabilità grave, a lungo termine in tutto il mondo. Gli studi clinici hanno documentato che l'abbassamento della pressione arteriosa riduce il rischio di ictus nei pazienti ipertesi e normotesi con una storia di ictus o attacco ischemico transitorio. Anche se è stato stabilito il beneficio di ridurre la pressione sanguigna per la prevenzione primaria e secondaria dell'ictus, l'effetto del trattamento antipertensivo immediato nei pazienti con ictus ischemico acuto e pressione sanguigna elevata è incerto ", in base alle informazioni in questo articolo.

La Cina antiipertensivi Trial in ictus ischemico acuto, uno studio controllato randomizzato, è stato condotto tra 4.071 pazienti con ictus ischemico entro 48 ore dall'insorgenza dei sintomi ed elevata pressione arteriosa sistolica. I pazienti sono stati reclutati da 26 ospedali in tutta la Cina tra agosto 2009 e il maggio 2013. I pazienti (n = 2.038) sono stati assegnati a ricevere un trattamento antipertensivo (volto a ridurre la pressione arteriosa sistolica da 10 per cento al 25 per cento entro le prime 24 ore dopo la randomizzazione, il raggiungimento di sangue pressione inferiore a 140/90 mm Hg entro 7 giorni, e mantenere questo livello durante il ricovero) o di interrompere tutti i farmaci antipertensivi (controllo) durante l'ospedalizzazione (n = 2.033).




Media pressione sistolica è stata ridotta da 166,7 millimetri Hg 144,7 mm Hg (-12,7 per cento) entro 24 ore nel gruppo di trattamento antipertensivo e da 165,6 millimetri Hg a 152,9 millimetri Hg (-7,2 per cento) nel gruppo di controllo entro 24 ore dopo la randomizzazione . Media pressione arteriosa sistolica era 137,3 millimetri Hg nel gruppo di trattamento antipertensivo e 146,5 millimetri Hg nel gruppo di controllo al giorno 7 dopo la randomizzazione. L'esito primario (una combinazione di morte e di grave invalidità a 14 giorni o dimissione ospedaliera) non differiva tra i gruppi di trattamento (683 eventi [trattamento antipertensivo] vs 681 eventi [di controllo]) a 14 giorni o dimissione dall'ospedale. L'esito composito secondario di morte e di grave invalidità a 3 mesi post-trattamento di follow-up non differiva tra i gruppi di trattamento.

Questi risultati suggeriscono che la decisione di abbassare la pressione sanguigna con trattamento antipertensivo in pazienti con ictus ischemico acuto non migliorare o peggiorare il risultato e, pertanto, dovrebbe essere basata sul giudizio clinico individuale, gli autori scrivono.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha