Endovenosa nanoparticelle Terapia genica è attivo in Stadio IV Lung Cancer

Aprile 2, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un gene soppressore del cancro è stato consegnato con successo nei tumori di stadio 4 pazienti affetti da cancro del polmone con una nanoparticella lipidi somministrato per via endovenosa in fase I di sperimentazione clinica presso l'Università del Texas MD Anderson Cancer Center. Il gene, FUS1, è stato trovato anche per essere attivo nei non-piccoli tumori carcinoma polmonare metastatico.

"Abbiamo trattato 13 pazienti in questo primo-in-umano studio e abbiamo visto una prova entusiasmante di concept senza significativa tossicità correlata alla droga", spiega il ricercatore principale Charles Lu, MD, professore associato presso il Dipartimento di Toracica del MD Anderson , Head and Neck Oncologia Medica.

Analisi Accecato di pretrattamento e post-trattamento biopsie di tumori tre dei pazienti mostrano che l'espressione di FUS1 era assente da campioni di pretrattamento, mentre un elevato livello di FUS1 era espresso in tumori dopo il trattamento. FUS1 può indurre l'apoptosi - morte cellulare programmata - nelle cellule tumorali, ma è spesso persa quando le cellule normali diventano cancerose.




Altri tentativi di terapia genica hanno utilizzato un adenovirus di consegnare il gene terapeutico. "Qui stiamo usando un sistema di consegna non virale, non infettiva", spiega Lu.

L'unico effetto collaterale clinicamente significativo così è stata la febbre, ma Lu dice premedicazione con steroidi e difenidramina ha eliminato che finora.

Terapia genica Precedenti studi clinici coinvolti anche l'iniezione diretta in tumori. "Questa è la prima volta che qualcuno ha dimostrato che un gene può essere iniettato e poi essere ripreso ed espresso in cellule tumorali in siti lontani", ha detto Jack Roth, MD, professore del Dipartimento di Toracica Anderson MD e Chirurgia Cardiovascolare e un pioniere nel campo della terapia genica.

FUS1 può indurre apoptosi - morte cellulare programmata - nelle cellule tumorali, ma è assente in quelle cellule. La formulazione di nanoparticelle FUS1 è stato sviluppato e testato nel laboratorio di Roth. Si avanzato alla fase I di sperimentazione clinica dopo un test promettente tumore non a piccole cellule del polmone umano in un modello murino.

FUS1 è stato scoperto da un gruppo di ricerca guidato da Roth al MD Anderson e John Minna, MD, del Dipartimento di Medicina Interna e Farmacologia, Hamon Centro per gli agenti terapeutici Oncology Research, presso l'Università del Texas Southwestern Medical Center a Dallas. Roth e Minna sono gli investigatori co-principal di un Cancer Institute specialistica Programma Nazionale di ricerca di eccellenza in Lung Cancer.

"Come medico, io sono molto cauti nel dire che abbiamo dimostrato attività clinica a questo punto. Abbiamo alcuni dati incoraggianti. Il numero di pazienti è troppo piccolo per trarre conclusioni definitive, tuttavia,", ha detto Lu.

Tre pazienti su otto che hanno ricevuto due o più dosi sperimentato malattia stabile per 3-7 mesi. Tempo di sopravvivenza mediano per tutti i pazienti è 14,6 mesi, che Lu Note paragonabile a un bambino di sette mesi il tempo medio di sopravvivenza per i pazienti trattati terapia di seconda linea.

Tutti i pazienti dello studio erano stati trattati con linea combinazione cisplatino chemioterapia, che non è riuscito a fermare la loro malattia. La sperimentazione clinica continua. No dose massima tollerata è stato stabilito, dice Lu.

Il sistema di erogazione nanoparticelle consiste di una cassetta di espressione genica plasmide caricato con DNA che codifica la proteina FUS1. Questo è avvolto strettamente in una forma di colesterolo per proteggerlo da meccanismi di difesa dell'organismo. Le nanoparticelle accumulano principalmente nei polmoni, soprattutto nei tumori, in cui i geni ripetutamente esprimono FUS1 proteine ​​tumorali soppressione.

Lu ha presentato un poster sullo studio il 17 aprile in occasione della sessione astratto tardo-rottura della American Association for Cancer Research riunione annuale a Los Angeles.

Il cancro del polmone è la principale causa di morte per cancro negli Stati Uniti, causando 160.000 morti ogni anno. Circa l'80 per cento di cancro del polmone è il non-piccole cellule di tipo.

Altri ricercatori sul progetto con Lu e Roth sono Nancy Smyth Templeton, Ph.D., professore assistente presso il Dipartimento di Biologia Molecolare e Cellulare e di Fisiologia Molecolare e Biofisica presso Baylor College of Medicine, che ha sviluppato il nanoparticelle lipidica; Carmen Sepulveda, Ph.D., e John McMannis, Ph.D., MD Anderson Dipartimento di Stem Cell Transplantation; Lin Ji, Ph.D., Rajagopal Ramesh, Ph.D., e Gitanjali Jayachandran, Ph.D., tutta la Anderson Dipartimento di Chirurgia Toracica e Cardiovascolare MD; Sean O'Connor, Ph.D., coordinatore di conformità regolamentare nel laboratorio GMP al MD Anderson; Marshall Hicks, MD, e Reginald Münden, MD, della Anderson Dipartimento di Radiologia Diagnostica MD; e J. Jack Lee, Ph.D., del Dipartimento di Biostatistica Anderson MD.

La sperimentazione clinica è stato finanziato dalla sovvenzione SPORE NSC e la William H. Goodwin Family Fund. Tecnologia delle nanoparticelle FUS1 è stato concesso in licenza a Introgen Therapeutics, Inc., che non ha alcun coinvolgimento con questo studio.

Introgen detiene un accordo di licenza con il MD Anderson Cancer Center di commercializzare prodotti basati su tecnologie concesse in licenza, e ha la possibilità di concedere in licenza le tecnologie future in base agli accordi di ricerca sponsorizzati. L'Università del Texas di sistema possiede azioni in Introgen. Queste disposizioni sono gestiti da MD Anderson in conformità con il suo conflitto di interessi politiche.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha