Enzima che protegge contro intestinale batterica Toxin Identificato

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un mistero persistente in medicina umana è come il rivestimento dell'intestino tenue, attraverso il quale i nutrienti sono assorbiti, impedisce anche batteri intestinali e le loro tossine di entrare nel flusso sanguigno e causando gravi infezioni. Un team di ricercatori del Massachusetts General Hospital (MGH) ha scoperto che uno specifico enzima intestinale può essere in grado di bloccare l'azione della tossina batterica coinvolta nella stragrande infezione noto come sepsi. I risultati, che appariranno negli Atti della National Academy of Sciences, potrebbe anche spiegare perché pazienti sottoposti a gravi lesioni sono meno probabilità di sviluppare infezioni se ricevono nutrizione gastrointestinale.

"E 'noto da molti anni che le persone che non mangiano, in particolare quelli che sono malati o il recupero da un infortunio, sono più suscettibili alle infezioni derivanti dall'intestino," afferma Richard Hodin, MD, del Dipartimento di Chirurgia MGH, il senior autore dello studio. "Sappiamo che mangiare - anche piccole quantità di nutrienti forniti attraverso un tubo di alimentazione -. Può aiutare a prevenire le infezioni, e può essere che la produzione di questo enzima è la chiave per che la protezione Everyone che si prende cura di pazienti critici sa l'importanza di 'nutrire l'intestino,' ma come opere che l'alimentazione per prevenire l'infezione è stata un mistero. "

Fosfatasi alcalina intestinale (IAP) è prodotta da cellule che rivestono l'intestino tenue, e diversi studi precedenti suggerito che IAP potrebbe bloccare l'azione di lipopolisaccaride (LPS), una molecola sulla superficie di molti batteri patogeni che è responsabile per i loro effetti tossici. Al fine di indagare la normale funzione IAP nell'intestino - qualcosa che non è stato capito - il team di ricerca ha condotto MGH una serie di esperimenti con linee cellulari intestinali e ha confermato che l'espressione quelle cellule di IAP può bloccare gli effetti tossici di LPS.




Un confronto di topi normali con i topi in cui il gene PAI era stato messo fuori ha dimostrato che gli animali privi IAP perdono la loro protezione contro i batteri intestinali. I ricercatori hanno inoltre dimostrato che l'espressione IAP e la capacità di disintossicare LPS sono diminuite notevolmente quando gli animali non mangiano per due giorni, un difetto che si è invertita quando l'alimentazione ripresa.

"I nostri risultati mostrano che IAP prodotto nel rivestimento intestinale e secreta nell'intestino può disintossicarsi LPS e impedire ai batteri di diventare nocivi", dice Hodin. "Oltre a spiegare come l'alimentazione in grado di proteggere i pazienti in terapia intensiva da infezione, questi risultati possono avere implicazioni significative per una serie di condizioni, tra cui la malattia infiammatoria intestinale. Gli studi sono in corso per determinare il ruolo che può svolgere IAP in tali patologie." Hodin è un professore di Chirurgia alla Harvard Medical School.

Il lavoro è stato eseguito nel laboratorio di Hodin, che è sostenuto da sovvenzioni dal National Institutes of Health. Primo autore Ross Goldberg, MD, è ora all'ospedale di St. Vincent, New York. Ulteriori co-autori sono William Austen, Jr, MD, Xiaobo Zhang, Gitonga Munene, Golam Mostafa, Shaluk Biswas, Michael McCormack, Kyle Eberlin, John Nguyen, MD, e Hamit Tatlidede di MGH Surgery; H. Shaw Warren, MD, MGH Pediatria; e Sonoko Narisawa, PhD, e Jose Millan, PhD, Burnham Institute for Medical Research, La Jolla, in California.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha