Epatite C: Sorpresa scoperta potrebbe portare a vaccino

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca della University of New South Wales mostra alcune persone possono ripetutamente in grado di cancellare il virus dell'epatite C dai loro corpi, senza tracce biologiche di infezione potenzialmente gravi.

La scoperta sorpresa potrebbe portare allo sviluppo di un vaccino contro il virus, che colpisce attualmente circa 210.000 australiani e può causare il cancro del fegato e insufficienza epatica. La ricerca è stata appena pubblicata sulla prestigiosa Journal of Infectious Diseases.

Lo studio ha trovato alcuni individui con comportamenti ad alto rischio, che coinvolge il contatto sangue-sangue, sembrano sviluppare "immunità protettiva" contro il virus, diventando così resistenti alle infezioni persistenti.




I ricercatori hanno identificato 160 prigionieri che erano liberi di infezione e monitorati su base mensile, mentre in carcere. Questo ha comportato la raccolta del sangue e registrazione episodi che possono mettere i detenuti a rischio di trasmissione di epatite C, come l'uso di droghe iniettabili o tatuaggio.

Nel corso dello studio, quattro prigionieri si sono infettati con il virus dell'epatite C, ma tutti hanno continuato a eliminare il virus senza soffrire alcun sintomo o sviluppare anticorpi contro il virus. Invece è risultato che un altro braccio del sistema immunitario basato su cellule specializzate bianche del sangue, o cellule T, potrebbe essere attiva nella lotta contro il virus.

"E 'possibile che essi erano stati infettati in passato, forse in diverse occasioni e che potrebbe essere il motivo per cui sono stati in grado di eliminare il virus in modo efficiente e senza sviluppare anticorpi", ha detto il professor Andrew Lloyd UNSW, che è la Scuola di Scienze Mediche .

Questa immunità cellulare è simile a quello trovato in alcune prostitute kenioti che sembrano avere immunità protettiva da HIV. Queste le prostitute sono resistenti a diventare sieropositivo, pur avendo più volte rapporti sessuali non protetti con i clienti che sono infettati.

I ricercatori hanno trovato un modello simile di immunità cellulare di epatite C in un altro gruppo ad alto rischio - i consumatori di stupefacenti. Sperano in ultima analisi, di riprodurre un modello simile di immunità protettiva con un vaccino sintetico.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha