Esame del sangue potrebbe rilevare Heart Attack precoce

Giugno 7, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori in Canada stanno sviluppando un nuovo esame del sangue che dicono mostra la promessa di diventare un metodo più rapido e più accurato per la diagnosi se i pazienti con dolore toracico stanno avendo un attacco di cuore. Il test potrebbe salvare vite umane, consentendo un intervento più rapido per evitare danni cardiaci più avanzata e potrebbe migliorare la qualità della vita per i sopravvissuti attacco di cuore, dicono.

In studi preliminari di laboratorio, test prodotto risultati in soli cinque minuti e aveva un tasso di precisione del 99 per cento, secondo i ricercatori.

Il loro studio è prevista per apparire nel numero di stampa 1 agosto del Journal of Proteome Research, una rivista peer-reviewed della American Chemical Society, la più grande società scientifica del mondo.




Il nuovo test è un notevole miglioramento rispetto esami del sangue convenzionali che può richiedere diverse ore per diventare positivo a seguito di un attacco di cuore e che sono solo il 50 al 70 per cento accurate al momento del ricovero in ospedale, dicono i ricercatori. Esso utilizza la spettrometria di massa per misurare due marcatori nel siero del sangue che sono associati con le prime fasi di un attacco di cuore, che possono essere difficili da diagnosticare.

Potrebbe contribuire a ridurre i ricoveri ospedalieri non necessari da parte dei pazienti il ​​cui dolore toracico è causata da altre condizioni, come calcoli biliari e grave indigestione, che possono mimare dolore attacco di cuore, dicono i ricercatori. Dei circa 3-5.000.000 americani in visita pronto soccorso ogni anno con dolore toracico, solo uno su cinque di queste in realtà hanno un attacco di cuore, secondo la Food and Drug Administration.

Il test mostra anche la promessa per identificare gli attacchi di cuore che possono verificarsi senza il classico sintomo di dolore al petto o il classico elettrocardiogramma (ECG). Alcuni pazienti attacco di cuore arrivano in ospedale con i sintomi ambigui, tra cui indigestione, vertigini, mancanza di respiro, dolore o in altre parti del corpo, come il collo, alla mandibola o al braccio.

"Penso che questo test migliorerà notevolmente la capacità dei medici di diagnosticare rapidamente e senza ambiguità attacchi di cuore", dice John Marshall, Ph.D., ricercatore principale per lo studio e un consulente con Syn.X Pharma Inc., a Toronto, Ontario , che sta sviluppando la prova. Se tutto va bene in studi futuri, il test potrebbe essere disponibile in cliniche in tre-cinque anni, dice.

I ricercatori hanno cercato per anni per sviluppare test diagnostici per meglio gli attacchi di cuore. In combinazione con un ECG, test attuali schermo per una varietà di proteine ​​che si trovano nel sangue che sono noti per essere associati con attacchi di cuore. Queste proteine ​​includono creatina chinasi, mioglobina, e, più recentemente, troponina. Tutti sono indicatori che un attacco di cuore è in atto e che le cellule del cuore hanno cominciato a morire.

Nel corso di studio, Mashall ed i suoi soci sono concentrati su due proteine ​​presenti nel siero del sangue che sembrano riflettere la precoce insorgenza di un attacco di cuore, quando le cellule cardiache vengono privati ​​di ossigeno, ma non hanno ancora cominciato a morire. Una delle proteine, C3F, è stato scoperto come marker attacco di cuore per la prima volta ed è noto per essere associato con l'infiammazione. L'altro è una proteina ben noto chiamato fibrinogeno peptide A, che è coinvolto nel processo di coagulazione.

La presenza di queste proteine ​​nel sangue segnala l'inizio di una cascata di eventi infiammatori e coagulazione che portare ad un attacco cardiaco conclamato, i ricercatori.

Come altri marcatori, la sola presenza di questi primi marcatori non è una diagnosi definitiva di attacco di cuore, ma serve come ausilio diagnostico da utilizzare in combinazione con altri criteri diagnostici per determinare se un attacco di cuore è in corso, dicono.

Identificare gli attacchi di cuore in una fase precedente è la chiave per migliorare l'outcome del paziente, in quanto permette trattamenti disponibili, come coagulo-busters e angioplastica, per cominciare prima, aggiunge cardiologo e coautore dello studio Eric Stanton, MD, professore associato di medicina alla McMaster University di Hamilton, Ontario.

Una chiave per il successo del nuovo test diagnostico sarà l'accesso alla spettrometria di massa, dice Stanton. La tecnologia, in grado di identificare piccole proteine ​​del sangue per la loro unica impronta digitale elettrochimico, è generalmente disponibile solo in contesti di ricerca. Questo potrebbe cambiare nel prossimo futuro, come la tecnologia diventa più conveniente e più pratico per l'uso in ambito clinico, come il pronto soccorso, dice.

Diverse aziende stanno già sperimentando con i test spettrali di massa per la diagnosi di altre malattie, tra cui il cancro e il diabete. In futuro, la tecnologia attualmente ingombranti può essere ridotto alle dimensioni di un computer portatile che è in grado di valutare il profilo malattie completo di un paziente sulla base di una singola goccia di sangue - tutto in una frazione del tempo necessario per ottenere prova convenzionale risultati - Stanton predice.

Oltre ad aiutare a diagnosticare i pazienti che stanno avendo un attacco di cuore, i marcatori recentemente identificate possono contribuire ad una maggiore comprensione di come un attacco di cuore progredisce e può aiutare a identificare nuovi bersagli terapeutici per migliorare il suo trattamento e il risultato, dice Stanton.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha