Esame del sangue predice eventi cardiaci e morte in pazienti Heart

Maggio 3, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un semplice esame del sangue per la proteina NT-proBNP predice accuratamente il rischio di attacco cardiaco, insufficienza cardiaca, ictus, e morte nei pazienti con malattia cardiovascolare nota, secondo uno studio condotto da un ricercatore presso il San Francisco VA Medical Center.

Lo studio di 987 uomini e donne con malattia coronarica stabile ha rivelato che il livello più elevato di un paziente di NT-proBNP, maggiore è la possibilità che il paziente sarebbe morto o di avere un evento cardiovascolare - attacco di cuore, insufficienza cardiaca o ictus.

"Dopo aver corretto per tutti gli altri fattori di rischio, è chiaro che questo indicatore è in ripresa qualcosa che siamo comunque in grado di rilevare con i test standard come l'ecocardiografia," dice il ricercatore principale Mary Whooley, MD, uno staff medico a SFVAMC e professore associato di medicina presso l'Università della California, San Francisco.




NT-proBNP è un marcatore nel sangue per BNP, un ormone che "sale durante i periodi di allungamento cardiaca o di stress", spiega Whooley. "Quando la parete cardiaca è over-espansa troppo volume di sangue, o danneggiata dalla mancanza di flusso di sangue al cuore stesso, BNP sale, e NT-proBNP con esso."

I pazienti nello studio sono stati divisi in quattro quartili a seconda del loro livelli ematici di NT-proBNP, e seguiti per una media di 3,7 anni ciascuno. Ventisei per cento è morto o ha avuto un evento cardiovascolare durante il corso dello studio. Lo studio riporta che "ogni crescente quartile ... è stato associato a un maggior rischio di eventi cardiovascolari o di morte." I pazienti nel quartile con i più alti livelli di biomarker erano 3,4 volte più probabilità di morire o di avere un evento cardiovascolare rispetto ai pazienti del gruppo con i livelli più bassi.

Whooley avverte che il test NT-proBNP "non è qualcosa che dovremmo ordinare su ogni paziente che entra per un controllo di routine", ma sarebbe più utile per i pazienti con nota malattia coronarica. "Nella popolazione generale, l'incidenza della malattia di cuore è così basso rispetto alla incidenza nei pazienti con malattie cardiache che si ottiene molti risultati più falsi positivi di veri positivi, che abbassa davvero il valore del test", dice. "E 'molto meglio a prevedere il rischio in una popolazione con un'alta incidenza di malattie cardiache".

Whooley rileva inoltre che, anche tra i malati di cuore, il valore del test è limitato "perché tutte le terapie disponibili per prevenire eventi cardiovascolari dovrebbe già essere utilizzato in questi pazienti. Il meglio che può fare è aiutare a identificare candidati per la terapia più aggressiva. "

Lei dice che un ulteriore passo per i ricercatori è quello di vedere "se ci sono interventi terapeutici che rimangono ancora da sviluppare che potrebbero impedire i pazienti cardiaci con elevati BNP dal fare peggio."

I pazienti nello studio sono stati tutti iscritti alla Heart and Soul Study, un pluriennale studio prospettico di mille pazienti cuore diretto da Whooley che è stato progettato per indagare se la depressione predice la malattia di cuore. "Perché lo studio Heart and Soul misura malattie cardiache con tanta cura, il nostro set di dati è diventato estremamente prezioso per una vasta gamma di studi cardiovascolari, molti dei quali non hanno nulla a che vedere con la nostra ipotesi iniziale", dice Whooley. "Questo studio è solo un esempio."

Lo studio appare nel numero 10 gennaio 2007 del Journal of American Medical Association.

Co-autori dello studio sono stati Kirsten Bibbins-Domingo, MD, PhD, e Reena Gupta, MD, di UCSF e San Francisco General Hospital; Beeya Na, di SFVAMC; Alan H.B. Wu, PhD, del UCSF e sfgh; e Nelson B. Schiller, MD, di UCSF e SFVAMC.

Lo studio è stato sostenuto da sovvenzioni dal Robert Wood Johnson Foundation, il National Heart, Lung, and Blood Institute, e la UCSF Valutazione della Ricerca e del Comitato di assegnazione; Test NT-proBNP sono stati finanziati da Roche Diagnostics Corporation.

Lo studio Heart and Soul è finanziato dal Department of Veterans Affairs e da sovvenzioni dal National Heart, Lung, and Blood Institute, la Federazione Americana per la Ricerca Aging, la Robert Wood Johnson Foundation, e il Nancy Kirwan Cuore Fondo di ricerca che sono stati somministrati dal California Institute Northern per la ricerca e l'istruzione.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha