Esercizio può portare a più rapida crescita del tumore della prostata

Giugno 1, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I tumori della prostata è cresciuto più rapidamente nei topi che hanno esercitato rispetto a quelli che non hanno fatto, che porta alla speculazione che l'esercizio può aumentare il flusso di sangue ai tumori, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori del Duke Comprehensive Cancer Center (DCCC) e la Duke Prostate Center.

"Il nostro studio ha dimostrato che l'esercizio fisico ha portato significativamente maggiore crescita del tumore di un stile di vita più sedentario ha fatto, in questo modello di topo", ha detto Lee Jones, Ph.D., un ricercatore nel DCCC e ricercatore senior su questo studio. "Il nostro pensiero è che si può, in futuro, essere in grado di utilizzare questa scoperta per progettare migliori modelli di somministrazione di farmaci per trattare più efficacemente pazienti affetti da cancro alla prostata, e quelli con altri tipi di cancro."

I ricercatori hanno impiantato tumori della prostata per via sottocutanea nei fianchi di 50 topi e poi mettere la metà dei topi in gabbie con ruote di esercizio e la metà in gabbie senza ruote. Tutti i topi sono stati alimentati con la stessa dieta. In media, i topi che esercitano correvano più di mezzo miglio ogni giorno.




"Abbiamo scoperto che tra i topi che hanno avuto l'opportunità di esercitare volontariamente, i tumori sono cresciuti di circa due volte più veloce come hanno fatto tra i topi che non ha avuto la possibilità di esercitare,", ha detto Jones.

Ricercatori e medici sanno che una sfida nella realizzazione di chemioterapia e radioterapia per i tumori può essere il loro scarso flusso di sangue, per cui questi risultati possono suggerire un modo per migliorare il flusso di sangue ai tumori, forse quindi consentendo una migliore distribuzione di medicinali, ha detto.

"Stiamo chiedendo, possiamo combinare l'esercizio con trattamenti come la chemioterapia, terapia ormonale o radiazioni, per massimizzare i risultati che otteniamo in pazienti affetti da cancro alla prostata", ha detto Jones. "Tale questione sarà oggetto di studi successivi."

I ricercatori stanno attualmente conducendo uno studio di validazione, nei topi, nei quali i tumori vengono iniettati direttamente nella prostata, quindi meglio simulando il cancro alla prostata umano, Jones ha detto.

"Giù la linea, testeremo questa ipotesi negli esseri umani sottoposti a trattamento medico per il cancro alla prostata", ha detto.

I ricercatori vogliono mettere in guardia gli uomini contro interpretare questi risultati come un avallo per non esercitare per paura di ottenere o esacerbare il cancro.

"Questi topi non ricevevano trattamento e siamo stati permettendo tumori aggressivi a crescere incontrollata per il bene di questo esperimento," ha detto il ricercatore Freedland, un urologo a Duke. "I pazienti non si troverebbero nella stessa situazione."

Le preoccupazioni dovrebbero essere sovrascritti dai benefici consolidate di esercizio, tra cui i suoi effetti positivi sulla salute cardiovascolare, diabete di tipo II, l'obesità, e molte altre condizioni croniche, ha detto.

"Questo studio ci fornisce una visione in cui vie cellulari sono influenzati dall'esercizio fisico, e inizia a darci indicazioni su come sfruttare gli effetti benefici", ha detto Michael Potter, uno studente di medicina presso la Duke e investigatore principale dello studio. "In definitiva, ci auguriamo che questa conoscenza ci aiuterà usiamo esercizio sia assicurare un'azione più efficace farmaci e proteggere il corpo dagli effetti collaterali dannosi del trattamento, come già sappiamo che può."

Questo è uno dei primi studi a guardare gli effetti fisiologici di esercizio sul tumore stesso, piuttosto che esaminare le qualità della vita o il sintomo di controllo effetti dell'esercizio fisico in pazienti affetti da cancro, ha detto Jones.

"I risultati sono stati un po 'sorprendente, ma forniscono un importante ed emozionante fondamento su cui costruire", ha detto.

I risultati sono stati presentati in una sessione poster presso l'American Association for Cancer Research riunione annuale del 13 aprile a San Diego, in California. Lo studio è stato finanziato dal Dipartimento della Difesa statunitense, il Prostate Cancer Foundation e la Fondazione American Urological Association, Rising Stella in Urologia Award, dato a Stephen Freedland, uno dei ricercatori dello studio.

Altri ricercatori coinvolti in questo studio includono Susan Poulton e Mark Dewhirst.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha