Esplorare gli effetti antidepressivi del testosterone

Maggio 31, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il testosterone, il principale ormone sessuale maschile, sembra avere proprietà antidepressive, ma l'esatto meccanismo alla base dei suoi effetti sono rimasti poco chiari. Nicole Carrier e Mohamed Kabbaj, gli scienziati della Florida State University, stanno attivamente lavorando per chiarire questi meccanismi.

Hanno scoperto che un percorso specifico nell'ippocampo, una regione del cervello coinvolta nella formazione della memoria e regolazione delle risposte di stress, ha un ruolo importante nel mediare gli effetti del testosterone, secondo il loro nuovo rapporto in Biological Psychiatry.

Rispetto agli uomini, le donne sono due volte più probabilità di soffrire di un disturbo affettivo come la depressione. Gli uomini con ipogonadismo, una condizione in cui l'organismo non produce o basso di testosterone, soffrono anche un aumento dei livelli di depressione e ansia. Terapia sostitutiva di testosterone ha dimostrato di migliorare in modo efficace l'umore.




Anche se può sembrare che molto è già noto, è di vitale importanza per caratterizzare completamente come e dove questi effetti si verificano in modo che gli scienziati possano meglio indirizzare lo sviluppo di future terapie antidepressive.

Per tale obiettivo, gli scienziati hanno eseguito molteplici esperimenti in castrati ratti maschi adulti. I ratti hanno sviluppato comportamenti depressivi-like che sono stati invertiti con sostituzione di testosterone.

Hanno anche "identificato un percorso molecolare chiamata MAPK/ERK2 (mitogen activated protein kinase/extracellulare chinasi regolata 2) nell'ippocampo che svolge un ruolo importante nel mediare gli effetti protettivi di testosterone", ha detto Kabbaj.

Ciò suggerisce che il corretto funzionamento del ERK2 è necessario prima che si possono verificare gli effetti antidepressivi di testosterone. Si suggerisce inoltre che questo percorso potrebbe essere un bersaglio promettente per le terapie antidepressive.

Kabbaj ha aggiunto, "È interessante notare, gli effetti benefici del testosterone non sono associati a cambiamenti nella neurogenesi (generazione di nuovi neuroni) nell'ippocampo come è il caso con altri antidepressivi classici come imipramina (Tofranil) e fluoxetina (Prozac)."

Nei risultati pubblicati altrove dallo stesso gruppo, il testosterone ha mostrato effetti benefici solo nei ratti maschi, non nei ratti femmine.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha