Esposizioni verso metalli e delle emissioni diesel nell'aria legati a sintomi respiratori nei bambini

Maggio 27, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Esposizione poco dopo la nascita di metalli ambiente da residenziale olio riscaldamento a combustione e particelle emissioni diesel sono associati a sintomi respiratori nei bambini piccoli centri urbani, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori del Centro di Columbia per bambini Salute ambientale (CCCEH) a Mailman della Columbia University School of Public Health. Lo studio è tra i primi ad analizzare gli effetti dell'esposizione ai metalli presenti nell'aria in questa popolazione molto giovane ed i risultati potrebbero avere importanti implicazioni per la salute pubblica.

Pubblicato nel numero di dicembre 2009 della American Journal of respiratorie e Critical Care Medicine, lo studio contribuisce anche a una maggiore comprensione di come specifiche fonti di inquinamento dell'aria possono influenzare la salute dei bambini.

Lo studio ha confrontato i livelli di inquinanti con sintomi respiratori dei bambini tra nascita di due vivono nel nord di Manhattan e del South Bronx, e ha scoperto che il metalli nell'aria nichel e vanadio, sono stati i fattori di rischio per il respiro sibilante nei bambini piccoli. La combustione di olio residuo per il riscaldamento è una fonte importante di New York City di questi metalli. Il carbonio elementare, un indicatore di scarico di motori diesel, è stato associato ad un aumento della frequenza di tosse solo durante la stagione fredda e l'influenza (da settembre ad aprile).




"Sembra che l'esposizione a metalli ambientali e particelle diesel-scarico nella nostra aria può portare a vari sintomi respiratori per i bambini che vivono nelle aree urbane", ha detto Rachel L. Miller, MD, professore associato di Medicina e Scienze della Salute Ambientale (in Pediatria ) a New York-Presbyterian/Columbia University Medical Center e direttore della CCCEH alla Mailman School of Public Health e ricercatore senior sullo studio co-vice. "Gli effetti dell'esposizione ai metalli presenti nell'aria non erano state studiate in precedenza nei bambini così giovani, e questi risultati potrebbero avere importanti implicazioni per la salute pubblica per i membri delle comunità all'interno delle città di New York e altrove."

"Questi risultati aumentano la nostra comprensione degli effetti di inquinanti specifici da riscaldamento a combustione di petrolio e il traffico sulla salute respiratoria nei bambini molto piccoli", ha detto Molini M. Patel, PhD, MPH, autore principale e in precedenza un ricercatore presso la Divisione di polmonare, Allergia, e Critical Care Medicine al Columbia College dei Medici Chirurghi e un investigatore CCCEH. "I nostri risultati sono di preoccupazione soprattutto per i livelli di nichel nella nostra area di studio, Manhattan del Nord e il Sud Bronx, sono tra i più alti a New York City e negli Stati Uniti, così come i tassi di asma pediatrica."

I ricercatori hanno controllato per l'esposizione al fumo passivo, sesso, etnia, e le tendenze di stagione, i quali sono stati collegati a un aumento dei sintomi respiratori e asma in altri studi.

Lo studio fa parte di un più ampio progetto di ricerca pluriennale varato nel 1998 da CCCEH che esamina gli effetti sulla salute dell'esposizione delle donne in gravidanza e dei loro bambini agli inquinanti indoor e outdoor aria, allergeni e sostanze chimiche.

Prima la ricerca del Centro ha dimostrato che l'esposizione a molteplici inquinanti ambientali può essere associato ad un aumento del rischio di sintomi di asma tra i bambini. I ricercatori suggeriscono che una migliore azione normativa diretta a specifiche fonti di inquinamento - come la riduzione delle emissioni di caldaie residenziali e traffico di sostanze inquinanti disperse nell'aria come il nichel o il carbonio elementare - è necessaria per aiutare a proteggere i bambini che vivono in aree urbane. Un potenziale di follow-up di questa coorte di nascita e la misurazione dei livelli residenziali di metalli e particelle legati al traffico vi aiuterà a determinare se l'esposizione a questi inquinanti sono associati ad un aumento della morbilità e sviluppo di asma in età successive respiratorie, secondo i ricercatori.

Altri ricercatori dello studio includono Lori Hoepner, MPH, Robin Garfinkel, PhD, Steven Chillrud, PhD, Andria Reyes, MA, James W. Quinn, PhD, e Frederica Perera, DrPH, Mailman School professore di Environmental Health Sciences e direttore di CCCEH .

Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Environmental Health Sciences, la US Environmental Protection Agency, e diverse fondazioni private.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha