Evitare una catastrofe cartografia: studio raccomanda nuovi strumenti per migliorare la mappatura globale delle malattie infettive

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Dei 355 malattie infettive valutate nel riesame, 174 hanno mostrato una forte motivazione per la mappatura e meno del 5 per cento di coloro che sono stati mappati in modo affidabile. Mapping inaffidabile rende difficile comprendere appieno la portata geografica e la minaccia di malattie e quindi formulare raccomandazioni politiche consapevoli per la sua gestione, scrivere dello studio, che appare un accesso più aperto il 4 febbraio sulla rivista Philosophical Transactions della Royal Society gli autori B.

Una, il database open-accesso online, che accompagna lo studio, fornisce uno schema quantitativo per valutare la qualità dei dati disponibili per ogni malattia infettiva e raccomandazioni specifiche di mappatura per ogni malattia. Tra le raccomandazioni per migliorare la cartografia malattia sono l'impiego di nuove tecniche di crowdsourcing per raccogliere i dati, come ad esempio l'analisi del contenuto e la frequenza dei messaggi di Twitter sulle malattie. Twitter alimenta durante l'epidemia di influenza H1N1 2009, per esempio, ha predetto focolai prima rispetto ai metodi di sorveglianza delle malattie tradizionali.




"Abbiamo dimostrato che esistono nuove soluzioni che ci consentano di utilizzare i dati e la tecnologia up-to-date di migliorare rapidamente la conoscenza geografica di una vasta gamma di agenti patogeni clinicamente importanti", ha detto Katherine Battaglia, uno dei co-autori dello studio dal Università di Oxford.

Unico per la revisione è l'inclusione di come il tasso di riproduzione di base, che è il numero epidemiologica principale utilizzato per determinare il grado che una malattia può diffondersi attraverso una popolazione, può variare tra gli agenti patogeni.

"Vi è una chiara necessità di migliori stime del potenziale di crescita delle malattie infettive che consentono variazioni spaziali da prendere in considerazione, e questo lavoro è un meraviglioso contributo per aiutarci a soddisfare questa esigenza", ha detto Louis Gross, il direttore del National Istituto per la sintesi matematica e biologica, che ha sponsorizzato un laboratorio nel 2011 che ha prodotto la carta.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha