Facebook e Communication Privacy Gestione


Facebook è il social network fondato 4 febbraio 2004 da Mark Zuckerburg tua camera da letto: Harvard University per i suoi compagni di squadra. Alla fine del 2004, Facebook per tutti gli studenti universitari è stato aperto. Nel 2005, gli studenti delle scuole superiori uniti Facebook e Facebook nel 2006 è diventato completamente pubblico. Secondo i dati del profilo Facebook "Chi" (2004),

"La missione di Facebook è quello di dare alla gente il potere di condividere e rende il mondo più aperto e connesso. Milioni di persone usano Facebook ogni giorno per tenere il passo con gli amici, caricare un numero illimitato di foto, condividere link e video, e per capire meglio le persone che sanno "




La popolarità di Facebook è cresciuto in modo esponenziale da quando è stata introdotta a Internet e non si alzò senza la sua parte di problemi, soprattutto legati alla privacy. Secondo Miriam J. Metzger (2007), la comunicazione di gestione della privacy "si riferisce alla tensione tra disclosure e privacy esaminare come e perché le persone scelgono di rivelare o nascondere le informazioni private in diversi contesti relazionali" (p.336 ). Anche se questo può essere vero in alcuni casi, è molto difficile stabilire le regole durante il collegamento Homes Network Facebook più di un miliardo di utenti e profili. In un articolo scritto da Sara Kehaulani Goo (2012) spiega che

"Per anni, il polling Internet & American Life Project Pew ha persone che fanno uso di social media, chiedendo come lo usano e lasciare ... sono collegati e come gestire la tua vita privata"

La ricerca utilizzato per creare questo articolo ha concluso che l'utente medio di Facebook ha 229 amici e "utenti medi fanno sette nuovi amici in Facebook un mese, a partire tre richieste e accettano 4" (Goo 2012). Dopo il suo lancio nel 2004, Facebook è diventato un fenomeno generazionale, e per quanto riguarda la teoria di gestione della privacy della comunicazione, è un caso di studio per conto proprio. Quando si entra in Facebook "le persone pensano di possedere e hanno il diritto di controllare le loro informazioni private" (Griffin 2012, p. 168). La maggior parte degli utenti di Facebook sono sotto l'impressione che, perché è il loro informazioni, hanno il diritto di "controllare le loro informazioni private attraverso l'utilizzo di privacy" (Griffin 2012, p. 169), e un Strano ha il diritto di violare queste regole. Quando la richiesta di amicizia da un utente viene accettato dagli altri, in modo che l'utente sta "dando accesso a informazioni private di una persona [e] essere co-proprietari del controllo" (Griffin 2012, p. 169). Ora che avete capito che l'essere amici di Facebook con qualcun altro fa i due co-proprietari di informazione reciproca, i due "bisogno di negoziare regole sulla privacy comprensione reciproca di dire agli altri" (Griffin 2012, p. 169). Tuttavia, nell'accettare le richieste di amicizia, gli utenti raramente detto posto nuovo amico per discutere regole sulla privacy comuni, tuttavia, ogni utente si assume l'altra non mancherà di tenere tutto ciò che vede nel segreto, anche se non lo è. Questo tipo di assunzione può portare a situazioni complesse e difficili, sia per l'utente coinvolto in un Rapporto privacy inespresso, noto anche come limite turbolenza.

Petronio primo principio della teoria di gestione privacy della comunicazione è che tutte le persone che credono di possedere informazioni private e hanno il diritto di controllare le loro informazioni private. Tuttavia, con l'emergere di molti siti di social networking come Facebook, questo principio è stato testato in termini di accuratezza e rilevanza. Quando un utente si unisce Facebook per la prima volta, si fanno un sacco di decisioni molto forti, l'impatto rapido e di solito senza pensarci due volte. Le sole informazioni necessarie a un utente deve mantenere un profilo attivo su Facebook è un nome, data di nascita, sesso, un indirizzo email valido e una password, che è di almeno 6 caratteri. Da qui, tutte le informazioni che un utente mette il tuo profilo è fino alla sua dissacrazione. Maggiori informazioni che un utente può fornire comprende storia occupazione, l'istruzione, la posizione corrente, città natale, lo stato civile, la lingua, la religione, le opinioni politiche, la famiglia, gli eventi della vita, foto, video, eventi, punti di controllo e le note . E 'in queste nuove categorie di informazioni che le politiche sulla privacy di amici di Facebook sarà sfocata. Secondo i livelli di privacy dei dati tipico utente di Facebook, Matt McKeon (2010), quando Facebook è stato creato nel 2005, tutti gli utenti di Facebook hanno la possibilità di cercare le reti di utente tipico di Facebook, il nome, attuale immagine del profilo, sesso. McKeon continua a riferire che nel mese di aprile 2010, l'intera Internet è stato in grado di vedere le reti di utente tipico di Facebook post in bacheca, foto, piace, nome, attuale immagine del profilo, sesso, amici e altri dati profilo. In altre parole, chiunque abbia accesso a Internet può vedere la maggior parte della vita di un utente tipico di Facebook in un profilo pratico. In risposta ai timori di privacy, Facebook non permette a ogni utente di regolare le impostazioni di privacy personalizzate su molti livelli diversi per il loro profilo di Facebook.

Facebook dà quasi tutti gli aspetti delle impostazioni del profilo di un utente per soddisfare le esigenze di ogni singolo utente di Facebook per la vostra privacy. Questi livelli includono edilizia pubblica (in particolare Internet), gli amici-di-amici, gli amici, le reti (come la scuola, all'università o al lavoro), solo io e personalizzazione delle opzioni o permettere ad alcuni utenti e/o reti per visualizzare informazioni o specificamente negare determinati utenti o reti la possibilità di visualizzare determinate informazioni. Questo porta avanti il ​​secondo principio della teoria di gestione Petronio della comunicazione, le persone possono controllare le loro informazioni private con le regole della privacy personale. Tuttavia, molti utenti di Facebook sono ignoranti dei loro impostazioni di privacy, o non pensano così importante, poi, i risultati osservati dagli studi McKeon. Le impostazioni di privacy non controllati dall'utente sono le ragioni principali per le violazioni della privacy degli altri utenti di Facebook, al confine con la turbolenza. Secondo Gorrell P. Carrillo e Mohamed Shehab (2012) nel suo articolo "La gestione della privacy di reti sociali online", non vi è un modo per garantire meglio le impostazioni di privacy di un utente a soddisfare le sue norme vigenti in materia di privacy personale, proponendo la stessa della teoria della gestione della privacy è un modo migliore. Secondo Carrillo e Shebab (2012), "la grande quantità di contenuti online, con il gran numero di utenti rende il mantenimento di adeguati livelli di privacy molto impegnativo" (p. 475). Stesso come una teoria di gestione della privacy ha una base che un utente ha bisogno di organizzare tutti i tuoi amici di Facebook in categorie di livello di amicizia ", l'utente utilizza la sua memoria e il parere di un amico di stabilire i criteri per un altro come amici "(Carrillo, 2012, p. 475). Vorrei prendere in considerazione Cheek Shabaab e la stessa, come la teoria della portata della teoria di gestione della privacy delle comunicazioni Petronio gestione della privacy, come risposta al cyber mondo in evoluzione e in continua espansione, in quanto si riferisce alla questione apparentemente segnalazioni anonime rigorosamente social network in cui gli utenti hanno accesso a molte più informazioni personali che l'utente originale vuole ammettere. È improbabile che ogni stato di ogni utente di Facebook rende contempla ogni possibili conseguenze, o durante la creazione di album foto Spring Break ricorda il maestro e l'amicizia per il passato semestre.

Questo punto ci porta al terzo principio di comunicazioni di gestione privacy Petronio, il quale afferma che, quando gli altri viene detto o hanno la possibilità di accedere alle informazioni private di una persona, diventa co-proprietario di controllo su diffusione di tali informazioni. Questo tipo di contratto è fatto ogni volta che un utente avvia o accettare una richiesta di amicizia. Tuttavia, nonostante la creazione del contratto per diventare amici di Facebook, le probabilità di questi due utenti norme specifiche che stabiliscono il confine è praticamente nulla. Questo tipo di ignoranti, amicizia anonimo porta gli utenti di fare le proprie norme relative alle informazioni private di un'altra persona. Come utente di Facebook decide di gestire le informazioni a cui si accede attraverso i loro amici è completamente a lui e/o capacità. Sembra più come oblio di ignoranza che gli utenti di Facebook non controllano adeguatamente le impostazioni di privacy. Come suggerito dal guancia e Shebab (2012), gli utenti di Facebook dovrebbero essere incoraggiati a catalogare tutti gli amici di Facebook da parte del gruppo politico in questione delle norme sulla privacy. Questo tipo di categorizzazione coincide con il quarto principio della comunicazione gestione della privacy Petronio, le persone devono negoziare regole piacevole privacy. Anche se sarà difficile ottenere e 1000 milioni di utenti di Facebook di categorizzare media di 229 amicizie esistenti, questa teoria è un modo perfetto per aiutare Facebook spera di rendere le opzioni disponibili in questa modalità e potenzialmente permanente tempo diventano tutte le aree. La diminuzione della possibilità di errore umano può potenzialmente ridurre le violazioni della privacy come cyberbullismo. Tuttavia, queste affermazioni non possono essere giustificati, perché queste teorie non sono state attuate e devono essere studiati per un periodo di tempo considerevole. Per ora, Facebook deve fare i conti non solo con le violazioni della privacy tra gli utenti, che di solito porta a casi di bullismo, ma anche violazioni della privacy adottate dal governo e datori di lavoro di ignari utenti di Facebook, che turbolenze Boundary.

Come definito da Griffin (2012), la turbolenza di confine è un "relazioni pausa privacy gestione e la fiducia che si verifica quando i confini della privacy collettivi non sono sincronizzati" (p.176). In altre parole, la malattia turbolenze limite derivante da una violazione della privacy. Secondo il quinto principio della gestione della comunicazione Petronio, limite turbolenza si verifica quando co-proprietari di informazioni private non trattati correttamente e rispettare le regole della privacy concluded reciprocamente. Recentemente, cyberbullismo è stato un grande interesse quando si tratta di violazioni della privacy su Facebook. Secondo Ted Fienberg e Nicole Robey (2008)

"Cyberbullismo comporta inviare o di testo posta o immagini l'utilizzo di Internet nocivi o dura (per esempio, l'instant messaging, e-mail, chat e siti di social networking) o di altri dispositivi di comunicazione digitale come i telefoni cellulari. Può coinvolgere stalking, minacce , molestie, sostituzione di persona, l'umiliazione, l'inganno e l'esclusione "(p. 11)

Cyberbullismo, nel senso di una violazione della privacy, l'utente utilizza le informazioni private di un altro utente contro di lui. Ad esempio, un utente inserisce una foto di se stesso a una festa in un altro profilo utente e usato l'immagine per metterlo nei guai. Purtroppo, questo è un delicato caso di cyberbullismo, come si è visto nel 2012 e nel 2006 incidente Amanda Todd Megan Meier incidente, cyberbullismo può provocare negli adolescenti suicidi. Un altro modo meno evidente, ma altrettanto preoccupante, violazione della privacy viene da violazioni della privacy uffici governativi intenzionali o occupazione. Oggi, gli imprenditori sono molto interessati ai profili di potenziali ed esistenti dipendenti. Molti richiedono le password per questi profili, se il richiedente/dipendente rifiuta che ci sono modi alternativi per accedere a tali informazioni in modo discreto. Che pochissimi utenti Facebook è noto è che ci sono siti web e programmi volti a consentire ai funzionari di governo e datori di lavoro la possibilità di visualizzare un utente di Facebook, indipendentemente dalle impostazioni di privacy e alcuni anche andare al punto di lasciando i datori di lavoro per mostrare materiale rimosso dal profilo utente. Una volta che qualcosa (un post, foto, video, etc.) che si mette su internet non ha mai rimosso, può essere recuperato in qualche modo e questa triste verità dei risultati dell'invasione del limite di privacy turbolenze. In un articolo di Claire Suddath (2012), ha rapporti

"Il numero di datori di lavoro che richiedono l'accesso ai profili di Facebook dei candidati è aumentato nel corso dell'ultimo anno. L'accesso alle informazioni private getta i datori di lavoro in una zona grigia legale e potrebbe potenzialmente aprire sia i giudizi privacy e la discriminazione"

Funzionari di Facebook considerano questo profilo prassi accesso "angosciante" e "ha recentemente cambiato il suo Bill dei diritti e delle responsabilità (i termini legali di cui sono decise ogni volta che accedono al sito) di essere contro la politica Società di condividere o richiedere la password dell'account "(Suddath 2012). Qualche notizia sorprendente che Suddath (2012) riferisce che non è la generazione del nuovo millennio (nati tra il 1980-2000) che soffrono la maggior parte delle violazioni della privacy ", tuttavia, è la gente nella loro metà degli anni '30 o che 'ha lavorato per tre a cinque anni, che sembrano essere quelli che stanno scivolando su.' "

Teoria di gestione della privacy Comunicazione Petronio messo alla prova finale in un mondo dove la tecnologia è il mezzo primario di comunicazione, dal momento che la tecnologia è anonimo. Secondo il professor Roger Scruton (2010)

"E 'il suo carattere libero attirare molte persone a loro schermo cordiale - così, i miei studenti mi dicono, che temono la dipendenza, e spesso devono vietare se stessi per andare al tuo account di Facebook per giorni finali, Al fine di procedere con la sua vita reale e relazioni reali "(p. 48).

Il fatto che le decisioni del contatto fisico umano contro il contatto umano dovrebbero essere virtuale a tutti è, a mio parere, una tragedia. Che gli esseri umani preferiscono sprecare via dietro uno schermo di computer è un peccato, perché completa

"In un momento di normale contatto umano, la gente gli amici per essere in ogni altra presenza di fatti, la comprensione di tutti i numerosi segnali verbali e fisiche sottili, così un altro testamento al suo carattere, emozioni e intenzioni, e la costruzione di affetto e di fiducia in tandem "(Scruton 2010, p. 49)

Tuttavia, quando due persone cercano di essere amici diventare un utente accetta di un'altra richiesta di amicizia ", tutte le interazioni con l'altro è a distanza, e se [egli] una questione di affetto in una certa misura [sua] scelta "(Scruton 2010 50 p.). L'esistenza di Facebook e altri social network è stato un significativo cambiamento sociale in tutto il mondo.

Riferimenti

Guancia, G. P., e Shabaab, M. (2012). Gestione Privacy in reti sociali on-line. www2012 Proceedings, 475-476.

[Facebook: chi]. (2004, 4 febbraio). Richiamato il 6 novembre 2012, sul sito di Facebook: https://www.facebook.com

Goo, S. K. (2012, maggio). Facebook: Un profilo dei suoi 'amici'. Estratto 6 NOVEMBRE 2012, sul sito web del Pew Research Center: http://pewresearch.org/pubs/2262/facebook-ipo-friends-profile-social-networking-habits-privacy-online-behavior

Griffin, E. (2012). Un primo sguardo alla teoria della comunicazione (8 ° ed.). New York, NY: McGraw-Hill.

Kierkegaard, S. (2005). Privacy nelle comunicazioni elettroniche. Legge Informatica e Security Review, 21 (3), 226-236. doi: 10.1016/j.clsr.2005.04.008

McKeon, M. (2011). L'evoluzione della privacy su Facebook. Estratto 10 NOVEMBRE 2012, dal sito di Matt McKeon: http://mattmckeon.com/facebook-privacy/

Metzger, J. M. (2007). Gestione della comunicazione della vita privata nel commercio elettronico. Journal of Computer-Mediated Communication, 12 (2), 335-361. doi: 10.1111/j.1083-6101.2007.00328.x

Suddath, C. (2012, il 27 marzo). Grande Fratello vuole la password di Facebook. Estratto 10 NOVEMBRE 2012, Bloomberg Businessweek: Tecnologia Sito web: http://www.businessweek.com/articles/2012-03-27/big-brother-wants-your-facebook-password

Che cosa è il cyberbullismo, esattamente? (N/A.). Richiamato il 6 novembre 2012, sul sito web di arresto Cyber ​​Bulying: http://www.stopcyberbullying.org/what_is_cyberbullying_exactly.html

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha