Facendo Il Virus Genoma comune raffreddore

Aprile 20, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Ci sono un sacco di diversi approcci per il trattamento del freddo, nessuno dei quali sembra essere efficace," ha dichiarato Keith Crandall, professore di biologia e co-autore dello studio. "Questo è in parte perché non abbiamo speso un sacco di tempo a studiare il virus e la sua storia per vedere come è rispondere al sistema immunitario umano e la droga."

Il team ha studiato BYU sequenze genomiche disponibili online e utilizzato algoritmi informatici per stimare il rhinovirus è legato ad altri virus.




Secondo Nicole Lewis-Rogers, un borsista post-dottorato presso il Dipartimento di Biologia e autore principale dello studio, il rhinovirus è simile al virus della polio, il cui vaccino è stato annunciato nel 1955. Ma mentre il virus della polio ha solo tre sottospecie, il rhinovirus ha più di 100 sottospecie, che continuamente evolvono.

"Questi virus potrebbero essere alle stesse limitazioni e tuttavia cambiare in modo diverso", ha detto Lewis-Rogers. "Ecco perché è così difficile creare un vaccino."

Attraverso un programma di computer sviluppato alla BYU, squadra di Lewis-Rogers 'stato in grado di identificare le parti del genoma del virus che consentono la resistenza ai farmaci e il sistema immunitario umano.

Il sistema immunitario fa un buon lavoro di riconoscere contaminanti virali e sbarazzarsi di loro, così come nuovi farmaci, ma il rinovirus ha risposto a queste difese modificando il genoma in modo che non è così facilmente riconoscibile.

"Il virus è in continua evoluzione di soluzioni contro il sistema immunitario e la droga", ha detto Crandall. "Quanto più siamo in grado di sapere come il virus evolve soluzioni, meglio possiamo liberare il corpo di queste infezioni."

Capire dove si verifica il cambiamento del genoma del virus aiuterà virologi che lavorano per progettare farmaci che hanno come target il rhinovirus.

"Se hai 10.000 bit di informazioni, questo restringe verso il basso per un pugno", ha detto Lewis-Rogers. "Qui è dove si può cominciare a guardare."

Lewis-Rogers e Crandall scienziati sperano di utilizzare queste informazioni per sviluppare farmaci migliori per combattere il virus nel modo più efficace.

Lo studio è riportato nel numero di aprile della rivista Molecular Biology and Evolution. BYU laurea Matteo Bendall è anche un co-autore dello studio, che è stato finanziato dalla USDA. Bendall verrà poi seguire un master in bioinformatica alla BYU.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha