Famiglia Struttura Misura potrebbero influenzare il rischio di cancro al seno Prediction Precisione Per BRCA Gene Testing

Giugno 1, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori hanno scoperto che la probabilità che il cancro al seno gene mutazione BRCA tra le donne con una storia di cancro al seno è maggiore quando il numero di anziani, parenti di sesso femminile in famiglia è più piccolo, secondo uno studio del 20 giugno questione di JAMA. Questa scoperta può contestare la precisione di alcuni modelli di previsione del cancro al seno, che non possono assumere la struttura familiare in considerazione.

"BRCA1 o BRCA2 gene mutazioni germinali aumentano significativamente il rischio di una donna di cancro al seno (50 per cento - 85 per cento) e il cancro ovarico (16 per cento - 50 per cento)," scrivono gli autori. "Efficacia documentata degli interventi di screening e di riduzione del rischio fornisce la prova per un consiglio di gestione del rischio individuale, rendendo la valutazione del rischio di cancro genetico (GCRA) una componente di cure medicalmente necessarie. L'identificazione dei candidati idonei per GCRA è impegnativo."

Jeffrey N. Weitzel, MD, della Città della Speranza, Duarte, California., E colleghi hanno condotto uno studio per determinare se i modelli di rischio genetici sottovalutano la mutazione del gene BRCA prevalenza per i "casi singoli indicatori", cioè, le donne con una limitata struttura familiare (meno di due donne che hanno vissuto per 45 anni o più in ogni lignaggio) che hanno il cancro al seno precoce insorgenza e storia familiare di seno o di cancro alle ovaie. "Se fosse vero, una stima più precisa del gene BRCA probabilità di mutazione può essere necessaria per queste donne," scrivono i ricercatori.




Lo studio ha incluso 1.543 donne visto in USA cliniche ad alto rischio per la valutazione del rischio di cancro genetico e test genetici BRCA, che sono stati arruolati nello studio tra aprile 1997 e febbraio 2007. Trecento sei di queste donne ha avuto il cancro al seno prima dei 50 anni e non parenti di primo o di secondo grado con seno o di cancro alle ovaie.

La struttura della famiglia è stata limitata in 153 casi (50 per cento). Mutazioni del gene BRCA sono stati rilevati nel 13,7 per cento dei partecipanti con limitata rispetto al 5,2 per cento, con adeguata struttura familiare. I partecipanti con una struttura familiare limitato avevano una maggiore probabilità di essere portatori di una mutazione del gene BRCA rispetto a quelli con adeguata struttura familiare.

"Anche se statisticamente intuitivo, struttura familiare limitata è simile al problema dei" valori mancanti "ed è una limitazione di tutti i modelli di probabilità di mutazione comune. Di conseguenza, in assenza di modelli migliori, le pratiche di valutazione del rischio di cancro e le linee guida di test genetici devono essere più inclusiva di singolo casi di cancro al seno quando non c'è struttura familiare limitata, "scrivono gli autori. "Il fatto che i modelli comunemente utilizzati per la stima del gene BRCA probabilità di mutazione erano insensibili alla struttura familiare come un fattore predittivo è una nota di cautela per i professionisti della comunità."

"Dato il significativo effetto della struttura familiare, illustrato da precisione limitato di modelli probabilistici per singoli casi di cancro al seno, e la comunanza del problema mancanti-dati, i database di modelli probabilistici attualmente disponibili dovrebbe essere rianalizzato e la storia familiare limitata ricodificato come variabile separata. "

Riferimento: JAMA. 2007; 297: 2587-2595.

Modellazione rischio genetico di cancro al seno

In un editoriale di accompagnamento, Noah D. Kauff, MD, e Kenneth Offit, MD, MPH, del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center, New York, scrivono che l'uso di alcuni modelli di previsione di rischio genetico deve essere usato con cautela.

"Weitzel e colleghi fanno un argomento convincente che i modelli di valutazione del rischio sono probabilmente non appropriato se solo un numero limitato di parenti informativi sono disponibili sia nella linea materna o paterna. Forse più importante di questa conclusione specifico sono le implicazioni di questo studio ha per l'uso e interpretazione dei modelli di valutazione del rischio in generale. Gli autori dimostrano chiaramente che in questa coorte, molti dei modelli di valutazione più comunemente utilizzati rischio sopravvalutare probabilità di mutazione, e il rischio di cancro di vita risultante, nella cornice di una adeguata struttura familiare. Questi stessi modelli sottovalutato il rischio nel contesto di struttura meno informativo di famiglia. "

"Alla luce di questi limiti, le questioni importanti sono se attualmente i modelli disponibili sono appropriate per individui triage per i test genetici o sono adeguati a fornire la previsione del rischio di cancro e di orientamento delle cure, in assenza di test genetici."

Riferimento: JAMA. 2007; 297: 2637-2639.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha