Far luce su meccanismi della risposta immunitaria del corpo

Marzo 15, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori provenienti da Queen Mary, University of London hanno scoperto che due proteine ​​che si ritiene di svolgere un ruolo chiave nel controllo della risposta immunitaria del corpo si trovano in livelli più bassi di linfociti T di pazienti con sclerosi multipla (SM).

Lo studio ha trovato che i linfociti T 'MS pazienti - tipi di globuli bianchi che svolgono un ruolo importante nel sistema immunitario - erano difettose a produrre le proteine ​​e che questa è stata associata ad un aumento dei livelli di molecole che promuovono l'infiammazione. I risultati sono riportati nel Journal of Immunology. Il lavoro fa seguito a un recente studio pubblicato sulla rivista Immunity in cui gli scienziati di piombo prima identificato le due proteine ​​- noto come EGR2 e Egr3 - come importante sia la protezione contro lo sviluppo di malattie infiammatorie autoimmuni, come la sclerosi multipla e l'artrite , e anche nella prevenzione delle infezioni virali croniche, come l'HIV e l'epatite

B e linfociti T sono indispensabili per difendere l'organismo da virus e sradicare le cellule tumorali. Tuttavia, la loro funzione è regolata per prevenire la reazione incontrollata contro i tessuti del corpo, che può portare allo sviluppo di malattie infiammatorie autoimmuni. Al contrario, le infezioni virali croniche sono associate con funzione ridotta di queste cellule.




Dr Ping Wang, dell'Istituto Blizard al Queen Mary, University of London, che ha supervisionato la ricerca, ha detto: "Uso di modelli di topi che inizialmente mostrato come molecole EGR2 e Egr3 svolgono un ruolo sia promuovere la risposta immunitaria agli agenti patogeni e anche sopprimere il risposta infiammatoria per evitare una reazione eccessiva. Questo era interessante come molecole in precedenza la maggior parte delle persone aveva assunto diverse sarebbero coinvolti nel dilagare e la bagnatura giù della risposta immunitaria, non gli stessi.

"In questo studio abbiamo presentato la prova che i linfociti T di pazienti affetti da SM mostrano produzione difettosa di queste proteine ​​che aumenta la speranza che ulteriori capire cosa stanno facendo porterà a nuove opzioni di trattamento."

I ricercatori hanno esaminato alcuni tipi di linfociti T da campioni di sangue di pazienti con sclerosi multipla e li rispetto a individui sani. Essi hanno scoperto che l'espressione di EGR2 è stato ridotto in linfociti T di pazienti affetti da SM, e che questo è stato associato ad un aumento dei livelli di IL-17, una molecola che promuove l'infiammazione. I ricercatori stanno ora lavorando su modelli di malattia e ulteriori campioni per capire di più su come EGR2 e Egr3 aiuto per il controllo delle malattie autoimmuni e la difesa immunitaria contro l'infezione da virus. Si spera i risultati possano portare allo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per il trattamento di malattie autoimmuni e anche lo sviluppo di vaccini per le infezioni virali croniche come HIV ed epatite.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha