Farmaci per la pressione arteriosa dato dopo ictus non vantaggioso

Marzo 25, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un importante studio ha trovato che i pazienti con ictus dare farmaci per abbassare la pressione arteriosa durante le prime 48 ore dopo un ictus non riduce il rischio di morte o di grave disabilità. Lo studio è pubblicato sul Journal of American Medical Association.

Almeno il 25 per cento della popolazione ha la pressione alta, che aumenta notevolmente il rischio di ictus. Abbassamento della pressione sanguigna è stato dimostrato per ridurre il rischio di ictus. Lo studio ha esaminato se ci sarebbe anche un vantaggio per ridurre la pressione sanguigna subito dopo un ictus.

Lo studio ha incluso più di 4.000 pazienti con ictus in 26 ospedali in tutta la Cina, che sono stati assegnati in modo casuale a ricevere farmaci per la pressione del sangue o interrompere farmaci per la pressione sanguigna. A 14 giorni o dimissione dall'ospedale, non vi erano differenze statisticamente significative tra i gruppi nella mortalità o disabilità.




La pressione sanguigna spesso è elevata a seguito di un ictus. "Ma nella maggior parte dei casi, il trattamento è inutile perché la pressione sanguigna diminuisce naturalmente nel tempo, e abbassando la pressione del sangue può essere controindicato", ha detto specialista ictus Jose Biller, MD, presidente del Dipartimento di Neurologia della Loyola University Medical Center. "E 'importante non overtreat e causare la pressione sanguigna bassa, perché l'obiettivo più importante è quello di mantenere un adeguato flusso di sangue al cervello."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha