Farmaci pressione arteriosa può rallentare il deterioramento del morbo di Alzheimer

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 17
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

ST. PAUL, Minnesota -. Alcuni farmaci di pressione sanguigna possono rallentare il deterioramento della malattia di Alzheimer, secondo uno studio pubblicato nel numero di ottobre 12 Neurology, la rivista scientifica della American Academy of Neurology.

Inibitori enzima chiamato-inibitori, o ACE-inibitori, i farmaci sono usati per trattare la pressione alta. Solo ACE inibitori che possono penetrare la barriera emato-encefalica hanno mostrato di avere effetti sull'Alzheimer. La barriera emato-encefalica è un meccanismo naturale di protezione che protegge il cervello da sostanze estranee.

Lo studio ha coinvolto 162 persone in Giappone che vivono in strutture di assistenza a lungo termine con lieve o moderata malattia di Alzheimer e la pressione alta. I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi. Per un anno, ogni gruppo ha ricevuto sia un ACE inibitore-cervello penetrante, un ACE inibitore-non-cervello penetrante, o un altro tipo di farmaco di pressione sanguigna, chiamato un calcio-antagonista. Quelli nei gruppi inibitori ACE-cervello penetrante ricevuto uno dei due farmaci - perindopril o captopril.




Pensiero e la memoria delle competenze dei partecipanti sono stati testati all'inizio dello studio e di nuovo alla fine. Le capacità di pensiero e la memoria di coloro che hanno preso gli ACE inibitori del cervello penetrante diminuito solo leggermente nel corso dell'anno. Le competenze di coloro che hanno preso gli altri farmaci sono diminuiti in modo significativo.

All'inizio dello studio, i partecipanti hanno avuto una media di circa 20 per l'esame. I punteggi di quelli su ACE inibitori-cervello penetrante diminuito da una media di .6 punti. I punteggi di quelli su ACE inibitori non-cervello penetrante diminuito da una media di 4,6 punti. Il calo medio è stato di 4,9 punti per quelli su calcio-antagonisti.

"Questi ACE inibitori-cervello penetrante potrebbero avere benefici non solo per la prevenzione, ma anche per il trattamento di lieve a moderata morbo di Alzheimer", ha detto l'autore dello studio Takashi Ohrui, MD, della Tohoku University School of Medicine a Sendai, Giappone.

"Questi risultati sono provocatorie e emozionante, ma i risultati devono essere replicati in, randomizzati, studi in cieco controllati con attenzione", ha detto il neurologo David Knopman, MD, della Mayo Clinic di Rochester, Minn., Che ha scritto un commento sullo studio.

Knopman notato che lo studio ha diversi limiti. I partecipanti sapevano quale farmaco hanno ricevuto, e i ricercatori non erano a conoscenza che i partecipanti hanno ricevuto quale farmaco. Cieco sono considerati più scientificamente accurata, perché pregiudizio non può essere introdotta. Un'altra debolezza è che non c'è modo per dire se uno degli inibitori ACE-cervello penetrante era più efficace rispetto agli altri nel rallentare gli effetti della malattia di Alzheimer, Knopman detto.

I ricercatori non sanno come l'ACE inibitori lavoro-cervello penetrante per rallentare il declino cognitivo nella malattia di Alzheimer. Gli ACE-inibitori-cervello penetrante non abbassare la pressione del sangue più che gli altri farmaci in studio. I ricercatori hanno trovato più-enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) nel cervello di persone con malattia di Alzheimer rispetto alle persone che non hanno la malattia. Sistema renina-angiotensina del cervello controlla la pressione sanguigna e può svolgere un ruolo importante nei processi di apprendimento e memoria.

"Gli ACE-inibitori possono lavorare direttamente sul sistema renina-angiotensina nel cervello", ha detto Ohrui.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha