Fattore di rischio identificato per pericolo di morte la malattia in prematuri

Marzo 13, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Molti bambini prematuri soffrono un'infezione intestinale pericolo di vita chiamata enterocolite necrotizzante (NEC).

I ricercatori della Loyola University Health System hanno identificato un marcatore per identificare quei bambini che sono a rischio per l'infezione, permettendo ai medici di utilizzare i primi strategie preventive. Questi risultati sono stati pubblicati sull'ultimo numero del Journal of Pediatric Surgery.

"Questa informazione ci permetterà una migliore cura per questi neonati prematuri", ha detto Jonathan Muraskas, MD, ricercatore dello studio e co-direttore del medico ICU neonatale di Loyola. "Semplici modifiche alle pratiche di trasfusione di sangue, alimentando i modelli e il trattamento di questi bambini possono ridurre in modo significativo l'incidenza di NEC."




NEC è il grave disturbo gastrointestinale più frequente tra i neonati pretermine. Essa colpisce fino al 10 per cento dei neonati alla nascita estremamente basso peso e ha un tasso di mortalità di quasi il 30 per cento. Non vi è alcuna causa conosciuta per la malattia, ma i ricercatori ritengono che potrebbe derivare da una combinazione di riduzione del flusso di sangue al colon, i modelli di alimentazione, infezioni, lesioni meccaniche o risposta immunitaria anomala.

NEC si verifica quando il rivestimento della parete intestinale muore e tessuti cade. La maggior parte dei casi di NEC sono da lievi a moderati e possono essere trattati con successo con gli antibiotici. Ma nei casi più gravi, un foro in grado di sviluppare a livello intestinale, permettendo ai batteri di perdite nell'addome causando un'infezione pericolosa per la vita.

Questo studio ha valutato 177 bambini nati in gestazione e/o bambini di meno di 32 settimane che erano meno di 3 chili, tre once. I campioni di sangue sono stati raccolti da questi bambini entro 72 ore dalla nascita e settimanale per quattro settimane per misurare le piastrine reticolate (RP) e fosfatasi alcalina intestinale (IAP). Dei 177 bambini, 15 (8,5 per cento) hanno sviluppato NEC. Di questi, il 93 per cento aveva livelli RP bassi e il 60 per cento aveva elevato IAP. Quei neonati con livelli di RP bassi erano significativamente più probabilità di sviluppare NEC mentre quelli con alta IAP ha mostrato un andamento simile.

"Piastrine reticolate Diminuzione servire come un indicatore sensibile per NEC esordio," ha detto il dottor Muraskas. "Ulteriori ricerche può anche trovare che i bambini con livelli IAP elevati possono essere a rischio per questa grave malattia."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha