Fattori di rischio elevati legati ai principali eventi cardiovascolari in tutta una vita

Maggio 4, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno dei più grandi mai analisi dei rischi a vita per la malattia cardiovascolare (CVD), i ricercatori hanno scoperto che gli adulti di mezza età che hanno uno o più elevati fattori di rischio tradizionali per CVD, come la pressione alta, hanno sostanzialmente maggiore possibilità di avendo un grande evento CVD, come infarto o ictus, durante la loro vita residua rispetto alle persone con livelli ottimali di fattori di rischio. Questo National Institutes of Health Study supportato utilizzato dati sanitari da 257.384 persone ed è stato il primo a guardare contemporaneamente su più fattori di rischio per CVD per età, sesso, razza, e la generazione di nascita.

Il documento sarà pubblicato nel numero di gennaio 26 del New England Journal of Medicine.

"Questo documento aggiunge al corpo consistente di prove che modificabili fattori di rischio cardiovascolare in uomini e donne sani influenzano pesantemente la probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari più tardi nella vita, a prescindere dalla loro provenienza", ha detto Susan B. Shurin, MD, direttore del Nazionale Cuore del NIH, Lung, and Blood Institute.




"La prevenzione delle malattie cardiovascolari è una opportunità unica e la responsabilità degli individui, le famiglie, le comunità e il sistema sanitario. Questo documento rafforza che le malattie cardiovascolari può essere prevenuto e controllato durante tutto il corso della vita di un adulto", ha aggiunto.

Come parte del Cardiovascular Risk Lifetime Pooling progetto, gli investigatori hanno analizzato 50 anni di dati da 18 coorte esistente, o basato sulla popolazione, gli studi negli Stati Uniti. I ricercatori hanno raccolto i dati provenienti da 18 coorti ei fattori di rischio CVD tradizionale misurati - tra cui l'ipertensione, colesterolo alto, diabete, abitudine al fumo e - a uomini e donne di entrambe le popolazioni in bianco e nero alle età di 45, 55, 65 , e 75 anni.

Gli uomini che erano 55 anni con almeno due importanti fattori di rischio erano sei volte più probabilità di morire di malattie cardiovascolari da 80 anni come lo erano gli uomini con nessuno o un fattore di rischio cardiovascolare (29,6 per cento contro 4,7 per cento). Le donne con almeno due principali fattori di rischio sono stati tre volte più probabilità di morire di malattie cardiovascolari come lo erano le donne con nessuna o fattore di rischio una CVD (20,5 per cento contro 6,4 per cento).

Quando tutti gli eventi cardiovascolari - fatali e non fatali - sono stati considerati, i risultati sono stati ancora più evidente. Quarantacinque anni uomini con due o più fattori di rischio avevano una probabilità del 49,5 per cento di avere un grande evento CVD a 80 anni, mentre il 45-year-old donne avevano una probabilità del 30,7 per cento. D'altra parte, gli uomini con livelli ottimali dei fattori di rischio aveva solo una possibilità 1,4 per cento di avere un evento CVD, mentre le donne hanno avuto la possibilità 4,1 per cento di avere un evento CVD attraverso 80 anni.

I risultati di ogni studio erano coerenti tra loro e con quelli del gruppo pool, e hanno dimostrato che i fattori di rischio tradizionali previsto lo sviluppo di una persona a lungo termine di CVD più di età. Tutti i fattori di rischio sembrava portare gli stessi livelli di rischio, come hanno fatto 20, 30, o 40 anni fa. Mentre neri americani avevano una più alta prevalenza di CVD fattori di rischio che gli americani bianchi, i loro rischi a vita erano simili quando i loro profili di fattori di rischio sono stati simili.

"In generale, gli studi precedenti hanno solo guardato i fattori di rischio cardiovascolari attraverso uno età o di genere nelle popolazioni bianche specifico", ha detto Donald M. Lloyd-Jones, MD, investigatore principale dello studio e professore associato e presidente del Dipartimento di Prevenzione Medicina presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine di Chicago. "Abbiamo analizzato un'enorme piscina di dati disponibili, che ha consentito una stima più precisa dei rischi vita CVD in tutta l'età, sesso, razza, e il rischio di spettro fattore."

Lloyd-Jones ha aggiunto, "Questi dati hanno importanti implicazioni per la prevenzione. Dobbiamo ottenere più serio di promuovere stili di vita sani nei bambini e nei giovani adulti, poiché anche lieve innalzamento dei fattori di rischio per la mezza età sembrano avere effetti profondi sui rimanenti rischi lifetime per CVD. "

Il NHLBI ha sostenuto molti degli studi di coorte coinvolti, compresa la Atherosclerosis Risk in Communities Study, Cardiovascular Heart Study, Framingham Heart Study, Framingham Offspring Study, Honolulu Heart Program, Portorico Programma Salute Cuore e Initiative salute delle donne.

"Questo documento illustra il potere di mettere in comune i dati da studi epidemiologici," ha dichiarato Michael Lauer, MD, direttore della Divisione del NHLBI di Scienze Cardiovascolari. "A causa degli investimenti del governo degli Stati Uniti in questi studi, è stato possibile per gli investigatori di raccogliere e analizzare i dati su oltre un quarto di milione di persone, che potrebbe portare alla salute pubblica rilevante e le implicazioni per la pratica clinica."

"E 'importante per gli adulti a conoscere i loro numeri di pressione e di colesterolo nel sangue e se sono a rischio per il diabete e anche per capire i diversi approcci che possono adottare per prevenire o controllare i rischi per CVD. Come si avvicina American Heart Month nel mese di febbraio, questo carta sottolinea l'importanza di aumentare la consapevolezza della malattia di cuore e di malattia coronarica - il tipo più comune di malattie cardiache e il killer numero uno di uomini e donne negli Stati Uniti ", ha detto Lloyd-Jones e Shurin.

Nel tentativo di aiutare le persone a ridurre il loro rischio di malattie cardiovascolari, i Centri per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione e il Centers for Medicare e Medicaid Services di recente ha lanciato la campagna Million Hearts, un'iniziativa nazionale per prevenire 1 milione di attacchi cardiaci e ictus nei prossimi cinque anni.

Inoltre, nel dicembre 2010, in uno sforzo per promuovere comportamenti sani e prevenire le malattie, tra cui malattie cardiovascolari, il Dipartimento di Salute e Servizi Umani ha lanciato Healthy People 2020 Healthy People 2020 e dei suoi obiettivi specifici e misurabili per la salute rappresentano la prevenzione delle malattie della nazione e obiettivi di promozione della salute per il prossimo decennio.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha