Ferro Esportatore rivelato che potrebbe spiegare Disorder umana comune

Marzo 25, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La prima prova diretta che una singola proteina è fondamentale per l'esportazione cellulare del ferro può contribuire a spiegare emocromatosi umana, i ricercatori riportano nel numero di marzo del metabolismo cellulare.

Emocromatosi - che colpisce uno ogni 200 a 300 persone nelle popolazioni occidentali --causes tessuti del corpo per diventare sovraccarico di ferro. Se non trattata, la malattia ereditaria può portare a insufficienza d'organo.

Il nuovo lavoro, condotto da ricercatori presso il Children Hospital di Boston e della Harvard Medical School, ritiene che la ferroportina proteina è il principale, se non l'unico, esportatore di ferro che le funzioni in siti chiave di assorbimento del ferro e rilasciare nel corpo. I risultati suggeriscono che l'accumulo di ferro visto in quelli con emocromatosi può derivare da una perdita di controllo sulle esportazioni di ferro attraverso ferroportina, hanno detto i ricercatori.




"Il ferro è essenziale per il corpo e abbondante nell'ambiente, ma è anche molto reattiva e danneggiare quando in eccesso", ha detto Nancy Andrews, autore senior dello studio. "I mammiferi hanno quindi sviluppato meccanismi per ottenere abbastanza ferro dalla dieta, ma non troppo."

Il ferro è un ingrediente essenziale dell'emoglobina, la molecola di proteina nei globuli rossi che trasporta l'ossigeno dai polmoni ai tessuti del corpo. A differenza di altri metalli, il ferro non può essere eliminata attraverso il fegato oi reni, Andrews ha spiegato. Equilibrio di ferro è mantenuta invece attraverso la complessa regolazione del tessuto che il trasporto, magazzini, e utilizzano il ferro.

Mammiferi, compresi gli esseri umani, inizialmente ottenere il ferro dalle loro madri. Dopo la nascita, l'intestino assorbe ferro alimentare e lo rilascia nel sangue in cui i globuli rossi di sviluppo incorporano il ferro in emoglobina. Quando i globuli rossi muoiono, le cellule macrofagi li consumano e riciclano il ferro che contengono. I macrofagi e le cellule epatiche archiviare anche qualsiasi eccesso di ferro.

Lavoro precedenza aveva identificato una singola proteina che importa il ferro nelle cellule. Tuttavia, le prove per il ruolo di ferroportina nell'esportazione ferro indietro di cellule rimaneva indiretta. Per determinare quale cellule dipendono ferroportina, i ricercatori hanno inattivato la proteina nei topi, sia a livello globale e in alcuni tessuti.

Animali privi completamente ferroportina morirono precocemente nello sviluppo a causa di un guasto di trasferimento ferro da madre a embrione. Topi deficienti per ferroportina in tutti i tessuti ad eccezione di quelli fondamentali per il trasferimento dei nutrienti materna sopravvisse ma presto divenne anemica dopo la nascita a causa di carenza di ferro nel sangue. Esame degli animali intestino, fegato, milza e ha rivelato un accumulo di ferro all'interno delle cellule, che indica l'incapacità di cellule di rilasciare ferro volta assorbiti.

Topi privi ferroportina solo nelle cellule intestinali sviluppato anche una grave anemia da carenza di ferro, che conferma ulteriormente il ruolo della proteina in assorbimento del ferro.

I risultati offrono spaccato la base di fondo per l'emocromatosi, Andrews ha detto. I ricercatori propongono che, in pazienti con la malattia, perturbazioni in seguito dell'omeostasi del ferro da una mancanza di controllo delle esportazioni di ferro attraverso ferroportina, portando ad un aumento rilascio di ferro dai macrofagi e una maggiore assorbimento intestinale. Infatti, i pazienti con la malattia presentano una carenza di epcidina, un ormone che lega ferroportina e obiettivi per la distruzione.

I farmaci che inibiscono o degradano ferroportina potrebbero quindi frenare il sovraccarico di ferro subito da quelli con emocromatosi, Andrews ha detto. Quelli con l'eccesso di ferro per altri motivi, come ad esempio trasfusioni di sangue ripetute, potrebbe anche beneficiare di un tale farmaco, ha aggiunto.

Gli altri membri del gruppo di ricerca includono Adriana Donovan dal Children Hospital di Boston e della Harvard Medical School; Christine A. Lima dal Children Hospital di Boston e Howard Hughes Medical Institute; Jack L. Pinkus e Geraldine S. Pinkus dal Brigham and Women Hospital; Leonard I. Zon e Nancy C. Andrews dal Children Hospital di Boston, Harvard Medical School, e Howard Hughes Medical Institute; e Sylvie Robine da Equipe de Morphogenиse et Signalisation Cellulaires, Institut Curie. Questo lavoro è stato sostenuto da P01 HL32262 (NCA) e K01 K01 5 DK64924-02 (AD). Gli autori non hanno interessi finanziari in competizione.

###

Adriana Donovan, Christine A. Lima, Jack L. Pinkus, Geraldine S. Pinkus, Leonard I. Zon, Sylvie Robine, e Nancy C. Andrews: "La ferroportina esportatore di ferro/Slc40a1 è essenziale per l'omeostasi del ferro"

Editoria in Cell Metabolism, Volume 1, Numero 3, marzo 2005 pagine 191-200. http://www.cellmetabolism.org

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha