Fighting Fire With Fire? Vaccino Based On Chimp Virus mostra la promessa contro l'HIV

Marzo 11, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un nuovo studio nei topi, una forma modificata di un virus innocuo scimpanzé ha dimostrato contrassegnata potenza come un vaccino protettivo contro l'HIV, si crede che hanno attraversato nella popolazione umana da scimpanzé volte nel 1930. Lo studio, condotto da ricercatori del The Wistar Institute, appare nel numero di febbraio del Journal of Immunology.

"I nostri risultati mostrano questo nuovo vaccino è in grado di indurre il tipo di risposta immunitaria potente che noi e gli altri crediamo sarà fondamentale per controllare l'infezione da HIV", dice Hildegund CJ Ertl, MD, professore e immunologia leader del programma al The Wistar Institute, e anziano autore del nuovo studio.

Data la storia del virus HIV, Ertl sottolineare fino a che punto lei ei suoi colleghi sono andati al fine di garantire che il nuovo vaccino è completamente sicuro. Per eliminare la possibilità di qualsiasi contaminante - un stowaway HIV-like, per esempio - il vaccino è derivato in laboratorio da un set di istruzioni genetiche. È importante sottolineare che, anche i geni che sarebbero necessari dal vaccino virale per replicare vengono eliminati da tali istruzioni.




Il vaccino è basato su un adenovirus scimpanzé. In scimpanzé e gli esseri umani, adenovirus sono una causa comune di infezioni del tratto respiratorio. Immunologi hanno capito da tempo che adenovirus umani possono essere riattrezzati in laboratorio per servire come base per vaccini contro una serie di malattie virali. Sono facilmente entrano nelle cellule umane e stimolare una vigorosa duratura risposta immunitaria. Un certo numero di vaccini basati su adenovirus umani, tra cui alcuni contro l'HIV, sono ora in fase di sviluppo.

Una preoccupazione unaddressed con questi vaccini, tuttavia, è la domanda di immunità pre-esistente. Adenovirus sono quasi onnipresenti tra gli esseri umani, tanto che oltre il 45 per cento della popolazione ha anticorpi neutralizzanti circolanti nel sangue possa danneggiare qualsiasi vaccino basato su un adenovirus umano comune. Ma il nuovo vaccino scimpanzé adenovirus possiede i punti di forza immunologici di un vaccino adenovirus umano senza l'inconveniente di immunità preesistente nella popolazione target.

Poiché l'HIV infetta solo gli esseri umani e scimpanzé, questo studio ha utilizzato un modello di topo sofisticato per testare il nuovo vaccino. Per questo modello, i ricercatori hanno prima incorporate una proteina interna HIV nota come imbavagliare nel vaccino scimpanzé adenovirus modificato. Hanno anche costruiti un vaccino corrispondente che incorporava gag nella adenovirus umano. Poi hanno usato una variante del virus vaccinia, che può infettare topi, che comprendeva la proteina gag. Per confronto, alcuni topi sono stati esposti al adenovirus umano, in modo che essi dimostrare l'immunità preesistente al virus visto in molti umani.

Dopo la vaccinazione con il vaccino scimpanzé adenovirus, i topi montato un potente risposta immunitaria a base di cellule T e sono stati in grado di combattere le infezioni sperimentale dal virus vaccino contenente gag, la proteina HIV. I topi pre-esposto al adenovirus umano e vaccinati con il vaccino adenovirus umano, tuttavia, hanno mostrato risposte immunitarie significativamente più debole del virus vaccinico.

"E 'difficile dire che, poiché il vaccino funziona bene in un modello di topo, sarà proteggere gli esseri umani da infezione da HIV", avverte Ertl. "Ma sappiamo che il tipo di risposta immunitaria che abbiamo visto nei topi in grado di proteggere i primati non umani infettati con SIV da sviluppare la malattia." SIV, o virus dell'immunodeficienza delle scimmie, è la controparte scimpanzé di HIV, o virus dell'immunodeficienza umana.

Oltre ad andare avanti con i test del vaccino scimpanzé adenovirus contro l'HIV, Ertl ei suoi colleghi stanno sviluppando vaccini simili contro la rabbia, il vaiolo, e un certo numero di altri virus.

Julie C. Fitzgerald, uno studente laureato in laboratorio senior autore di Ertl, è autore principale dello studio Journal of Immunology. Gli altri autori basati Wistar sono Zhi Xiang Q., Anthony P. Wlazlo, e Wynetta Giles-Davis. Arturo Reyes-Sandoval è affiliato con Wistar e l'Instituto Politecnico Nacional di Città del Messico. George N. Pavlakis è con il National Cancer Institute. Guang-Ping Gao e James M. Wilson sono con l'Università della Pennsylvania. Le tecniche utilizzate per creare il vaccino sono stati sviluppati sotto la guida di Wilson e dei suoi colleghi.

###

Finanziamento per la ricerca è stato fornito dal National Institutes of Health, la WW Smith Foundation, e Genovo. Wilson possiede partecipazioni in Targeted Genetics, già Genovo.

Il Wistar Institute è un'istituzione biomedica no-profit indipendente di ricerca dedicato a scoprire le cause e le cure per le principali malattie, compreso il cancro, malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni, e le malattie infettive. Fondata nel 1892 come la prima istituzione del suo genere nella nazione, il Wistar Institute di oggi è un Cancer Center National Cancer Institute-designato - uno dei soli otto focalizzata sulla ricerca di base. Wistar a scoperte hanno portato allo sviluppo di vaccini per malattie quali la rabbia e la rosolia, l'identificazione di geni associati con il seno, del polmone, e il cancro alla prostata, e lo sviluppo di anticorpi monoclonali e di altre tecnologie di ricerca di rilievo e strumenti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha